NBA - Rockets due su due, Kings k.o; Indiana prevale su Brooklyn

In California, Houston coglie due successi e vola in testa alla Western Conference. Giostra ad Indy, prevalgono i Pacers ma quanta fatica contro gli arrembanti Nets, che però perdono per un lungo periodo la point guard Lin.

NBA - Rockets due su due, Kings k.o; Indiana prevale su Brooklyn
Fonte: Official Houston Rockets Twitter

SACRAMENTO KINGS - HOUSTON ROCKETS 100-105

Houston batte il secondo il colpo e chiude la gita in California con due vittoria all'attivo. Al blitz dell'Oracle Arena all'esordio, fa seguito il successo al Golden 1 Center, casa dei giovani e futuribili Sacramento Kings. Coach Mike D'Antoni tiene a riposo Chris Paul, per precauzione, poichè sofferente ad un ginocchio, ma i Rockets, senza una delle sue stelle in cabina di regìa, non si scompongono e conquistano la seconda gioia personale. E' ancora James Harden a guidare i texani, autore di 27 punti e tre triple spacca-partita nel corso dell'ultimo quarto, con il punteggio in bilico. Non manca al Barba l'apporto dei compagni: ancora brillante Gordon (25 punti) ed un Capela in versione superstar (22 punti con con 10/12 al tiro e 17 rimbalzi, di cui ben 5 offensivi), eguagliando il suo massimo in carriera sotto i tabelloni. Sacramento mette in mostra alcuni dei suoi gioielli, con Cauley-Stein e Labissiere entrambi in doppia doppia, 21+10 il primo e 12+10 il secondo, e seppur in partita fino all'ultimo, non riescono a compiere il colpo di coda finale ed approfittare del back-to-back di Houston.

SACRAMENTO KINGS: Cauley-Stein 21, Hield 19, Hill 16;

HOUSTON ROCKETS: Harden 27, Gordon 25, Capela 22;

 

INDIANA PACERS - BROOKLYN NETS 140-135

Divertente la gara tra Pacers e Nets, un pò meno per i rispettivi coach delle due squadre che ammirano due fasi difensive pessime, da rivedere assolutamente. Punteggio alto, con i padroni di casa che riescono a mandare in doppia cifra addirittura otto interpreti del proprio roster, l'intero starting five: brilla Oladipo, chiamato a ricoprire quest'anno il ruolo di 'primo violino' ad Indy: per lui 22 punti, 5 rimbalzi e 4 assist ed un bel 7 abbondante in pagella. Funziona l'asse play-pivot, Collison e Turner combinano per 42 punti (21 a testa), risultando essere un enigma per l'intera contesa per la difesa della franchigia allenata da coach Atkinson. Brooklyn rimandata, non bocciata: tira con il 48% dal campo, riceve da D'Angelo Russell 30 punti ma paga a caro prezzo le 20 palle perse di squadra, che risultano essere sanguinose poichè concedono tante ripartenze veloci ad Oladipo e compagni. Preoccupazione per le condizioni di Lin: esce dal campo dolorante, tenendosi il ginocchio destro. Si teme la rottura dei legamenti, per lui stagione a rischio.

INDIANA PACERS: Oladipo 22, Collison 21, Turner 21;

BROOKLYN NETS: Russell 30, Booker 20, Lin 18;