NBA - Lakers mai in partita: il derby di Los Angeles va ai Clippers

I 29 punti di Griffin bastano ai Clippers di Doc Rivers per sopravanzare gli eterni rivali, che ancora devono trovare i giusti meccanismi.

NBA - Lakers mai in partita: il derby di Los Angeles va ai Clippers
NBA - Lakers mai in partita: il derby di Los Angeles va ai Clipeprs  - Fonte immagine: www.twitter.com/NBA
Los Angeles Lakers
92 108
Los Angeles Clippers

Prima apparizione sia dei Clippers che dei Lakers. I gialloviola perdono l'ennesimo derby degli ultimi anni e trovano conforto soltanto nei 20 punti del nuovo acquisto Brook Lopez e nei 19 del subentrato Clarkson. Lonzo Ball chiude con 3-9-4 ma in fase offensiva è  praticamente annullato da Beverley. Dall'altra parte i Clippers confermano quello che è stato fatto vedere in preseason: Griffin straripante con 29 punti e 12 rimbalzi mentre Jordan fa registrare una doppia doppia da 14-24.

Il match è subito divertente con gli "ospiti" pronti a prendere il comando delle operazioni con Blake Griffin. Dopo aver guadagnato qualche punto di vantaggio però, i Clippers si addormentano in fase offensiva e lasciano che gli avversari rientrino grazie all'ottima prestazione iniziale di Nance Jr.. A svegliare i suoi ci pensa Williams con una tripla dal palleggio che dà inizio al parziale di 10-0 concluso da Griffin (13 punti nel primo quarto), che porta al risultato di 27-19 dopo dodici minuti. I Lakers reggono anche nel secondo quarto ma lo svantaggio inizia a farsi sentire quando anche Beverley mette a segno diversi canestri, oltre alla difesa perfetta su Lonzo Ball. Ingram è ancora discontinuo, alterna buone giocate ad altre meno buone mentre Lopez evita (per il momento) la debacle dei suoi.

Si riparte nel secondo tempo col punteggio di 53-42 ma è in questo periodo che i Clippers chiudono il match. Griffin è una sentenza anche da tre punti e anche il nostro Gallinari prende confidenza con il canestro. Dall'altra parte arriva qualche canestro saltuario ma la squadra di Walton molla e subisce il parziale decisivo. Clarkson è l'unico che crea qualcosa con continuità in fase offensiva mentre gli avversari non fanno nessuna fatica a superare le linee nemiche. Con un 87-63 a fine terzo quarto la partita è chiusa ma i Lakers tengono in campo i titolari fino a due minuti dalla fine, per far crescere l'affinità tra di loro. I Clippers comunque non hanno problemi a gestire il vantaggio e portano a casa la prima W importante della stagione.