NBA - Brooklyn vola anche senza Lin: battuti gli Hawks

I Nets trovano la seconda vittoria in regular season dopo una partita combattuta contro Atlanta: migliore in campo Crabbe con 20 punti dalla panchina.

NBA - Brooklyn vola anche senza Lin: battuti gli Hawks
Brooklyn Nets
116 104
Atlanta Hawks

Il Sunday night NBA non è forse una partita tra Warriors e Cavaliers ma è riuscita comunque a farci divertire. I Brooklyn Nets si prendono la W nonostante una rimonta accennata degli Atlanta Hawks grazie ad una prestazione positiva di tutta la squadra. Crabbe ne mette 20 mentre si fermano a 16 sia Russell che il buon LeVert. Schroder sbaglia tantissimo (5/22 dal campo) e nel finale di gara si fa anche male ad una caviglia, mentre Belinelli è il top scorer dei suoi con 19 punti all'attivo.

Inizialmente c'è molta confusione fra i giocatori di Brooklyn ma Atlanta non riesce ad approfittarne, a causa di qualche errore di troppo al tiro. Si svegliano i padroni di casa quando entra Allen Crabbe dalla panchina, che confeziona il parziale con Russell in versione assistman per riportare i suoi avanti nel punteggio. Gli Hawks proseguono nei loro metodi e Belinelli, sfruttato come sesto uomo, va spesso in lunetta a prendersi punti facili fino alla fine del primo quarto sul 25-19.

Il match, nonostante le due squadre non siano di livello assoluto, è comunque molto divertente. Entrambe le squadre trovano la via del canestro con continuità, ma Brooklyn ha qualcosa in più per tentare un allungo. I Nets si aggrappano a dei parziali dei loro migliori giocatori: prima è Booker che tecnicamente ha degli ottimi movimenti sotto canestro e la difesa di Atlanta non è certo attrezzata per fermarlo. Poco dopo ci pensa il rookie Jarrett Allen a stoppare qualsiasi avversario e rifinire in fase offensiva. Gli Hawks soffrono ma con Prince e Schroder tengono botta e chiudono il primo sotto di soli tre punti.

I padroni di casa confermano l'ottima forma con un LeVert che giustifica il suo ampio minutaggio dopo l'infortunio di Lin con una prova ottima anche come passatore. Atlanta fatica a tenere il ritmo degli avversari, soprattutto perché Schroder non riesce a mettersi in ritmo e spesso viene chiuso dalla difesa avversaria. Il primo vantaggio in doppia cifra arriva con un'azione personale di Carroll che prima strappa la palla dalle mani avversarie e poi trasforma la tripla che fa esplodere il pubblico. La partita prosegue con pochi canestri e viene svegliata da una bomba del nostro Marco Belinelli. Neanche lui però riesce ad arrestare gli avversari, che rispondono prima con una tripla di Dinwiddie e poi con un gioco da tre punti di Booker. Il rookie Collins chiude il terzo quarto con una schiacciata che vale il -14 a favore della squadra di coach Atkinson.

Atlanta prova subito a diminuire lo svantaggio con cinque punti di Belinelli ma gli avversari non si lasciano spaventare e continuano a giocare con tranquillità. Un altro 5-0 degli Hawks dalla lunetta, unica arma con la quale hanno bucato la difesa dei Nets, riapre completamente la partita a soli sei minuti dalla fine. Una bomba di Belinelli porta addirittura in vantaggio Atlanta che fino a pochi possessi prima sembrava spacciata. Schroder però non riesce a mettersi in ritmo mentre Brooklyn punisce subito con due triple di Crabbe a dir poco fondamentali che valgono il +7. Il play di Atlanta è costretto ad abbandonare il match dopo una brutta storta che, a giudicare dalla reazione, non è stata per niente piacevole. A chiudere il match ci pensa Russell con una tripla in step back che vale il +10 e anche la vittoria.