NBA - Pazzesco Wiggins, sulla sirena beffa i Thunder (113-115)

Il giovane T'Wolves decisivo, autore di un canestro strabiliante che zittisce le velleità di successo dei 'Big Three'.

NBA - Pazzesco Wiggins, sulla sirena beffa i Thunder (113-115)
NBA - Pazzesco Wiggins, sulla sirena beffa i Thunder (113-115)

OKLAHOMA CITY THUNDER - MINNESOTA TIMBERWOLVES 113-115

La stagione è appena cominciata, ma dopo tre gare di regular season Oklahoma è costretta a fare i conti con la seconda sconfitta. Dopo aver lasciato le penne nello Utah, a regalare la seconda delusione ad OKC ci pensa Andrew Wiggins che sulla sirena infila il canestro decisivo, quello del 115-113, azzerando la prodezza precedente di Carmelo Anthony. Certo, i Thunder sono ancora in fase di rodaggio, quando i 'Big Three' riusciranno a trarre il massimo dalla loro convivenza, allora la musica cambierà, ma al momento, senza la giusta alchimia, appaiono una squadra 'normale', umana rispetto a quella decantata ed osannata in off-season.

Subito Wiggins scatenato in avvio, il rapporto confidenziale con il canestro avversario spinge i Timberwolves oltre la doppia cifra di vantaggio già nel corso del primo quarto (27-14). OKC si riorganizza, Anthony si veste da 'prima donna' e rintuzza lo svantaggio, poi per il resto ci pensa il supporting cast, specie con Felton - ottimo ricambio di Westbrook - e con Adams sotto le plance che ingaggia uno splendido duello con Towns, fatto di sportellate e sguardi minacciosi. Dopo aver assistito i compagni nella primissima parte di gara, l'MVP in carica si mette in proprio, e la sua produzione offensiva permette ai padroni di casa di operare il sorpasso, sul 41-40, ma è ancora Minnesota, osso duro, a comandare, in virtù della premiata ditta Wiggins-Towns. All'intervallo è +7 in favore dei viaggianti (61-54).

Il gap lievita, è sempre Wiggins la marcia in più dei T'Wolves, toccano addirittura il +14 sul finire del terzo quarto, ma quando il gioco si fa duro, entra in scena Big Russ: prende l'iniziativa in attacco, punta il ferro che è una meraviglia, e canestro dopo canestro, supportato da un positivo Melo, rende realtà il pari ad una manciata di secondi dal termine della contesa (110-110). Ultimi secondi concitati, ma bellissimi. Towns graffia, e consegna ai suoi il +2, ma la tripla di Anthony capovolge ancora la situazione. Finale pazzesco, Oklahoma pregusta già il successo, ma Wiggins sulla sirena si inventa un capolavoro che vale la seconda W stagionale.

OKLAHOMA CITY THUNDER: Punti: Westbrook 31, Anthony 23, Adams 17. Rimbalzi: Adams 13. Assist: Westbrook 10.

MINNESOTA TIMBERWOLVES: Punti: Wiggins 27, Towns 27, Teague 19. Rimbalzi: Towns 12. Assist: Teague 9.