NBA - Atlanta tira un sospiro di sollievo: nulla di grave per Dennis Schroder

Tanta paura, ma l'infortunio alla caviglia sinistra patito dal tedesco non è grave. Budenholzer respira.

NBA - Atlanta tira un sospiro di sollievo: nulla di grave per Dennis Schroder
NBA - Atlanta tira un sospiro di sollievo: nulla di grave per Dennis Schroder

In questo inizio tribolato di regular season, nel quale già in molti ci hanno rimesso le penne in termini di infortuni (Hayward e Lin su tutti, Paul è alle prese con fastidi al ginocchio) anche gli Hawks sono costretti a pagare dazio. L'NBA Sunday per Atlanta si è rivelato amaro: non solo per la sconfitta maturata al Barclays Center, ma anche perchè la sfida contro la franchigia allenata da coach Atkinson ha lasciato in eredità l'infortunio della point guard Dennis Schroder, uomo copertina degli Hawks in questa stagione.

Il 24enne tedesco ha lasciato la partita di ieri notte, persa dalla sua squadra 116 a 104 contro gli arcigni Nets, per un problema alla caviglia sinistra. L'articolazione del playmaker, dopo un tentativo di penetrazione con chiusura a canestro, ha subìto un movimento innaturale in seguito ad un contatto fortuito con Caris LeVert. Ricaduto in terra in malo modo, si è capito immediatamente che il problema fisico non sarebbe stato di poco conto, e l'eclettico giocatore degli Hawks, vero e proprio uomo in missione in Georgia, è stato costretto ad abbandonare il parquet, zoppicante e visibilmente sofferente.

Fortunatamente per Atlanta, comunque, la risonanza magnetica cui si è sottoposto Schroder a fine partita ha evidenziato che basterà qualche giorno di riposo prima che il giocatore possa rientrare in campo coi compagni. Una diagnosi che ha fatto sorridere gli aficionados della franchigia, rimasti con il fiato sospeso per diverse ore. A rincuorare i tifosi degli Hawks ci ha pensato lo stesso Schroder, in prima persona, che ha confessato ai microfoni dei media: "Per fortuna non è un infortunio serio, si tratta solo di una leggera distorsione. Starò a riposo per un paio digiorni, salterò la gara contro Miami ma conto di poter tornare giovedì per la sfida contro Chicago. Sono cose che capitano nello sport, è sempre bene prenderele con filosofia e non abbattersi".

Passata la paura per coach Budenholzer che ieri, subìto dopo l'infortunio del suo giocatore, e soprattutto osservando la maschera di dolore sul volto di Schroder, ha temuto il peggio e cioè di perdere per un periodo molto più lungo l’opzione numero uno per la sua squadra. Giocatore imprescindibile per Atlanta, che ha iniziato forte questa stagione: viaggia infatti a 23.3 punti di media, impreziositi da  6.7 assist e 1.7 palle rubate ad allacciata di scarpe.