NBA, Miami stoppa i Celtics. Phila batte anche i Blazers

La striscia positiva di Boston si chiude in Florida: Dragic e Waiters abbattono i biancoverdi. Joel Embiid dominante contro Portland.

NBA, Miami stoppa i Celtics. Phila batte anche i Blazers
Fonte: MIami Heat/Twitter

Si ferma a sedici la striscia di vittorie consecutive dei Boston Celtics di Brad Stevens, che nella ricca notte NBA cadono all'American Airlines Arena contro i Miami Heat di Erik Spoelstra. Stavolta non basta ai biancoverdi la solita rimonta nel quarto quarto per evitare la sconfitta, nonostante 23 punti (11/22 dal campo) di Kyrie Irving. Continuano a volare i Philadelphia 76ers di Brett Brown, trascinati da Joel Embiid (28 punti, 12 rimbalzi e 9 assist), che al Wells Fargo Center, stendono i Portland Trail Blazers di Terry Stotts e Damian Lillard. 

Miami Heat - Boston Celtics 104-98 

A Miami Brad Stevens inserisce in quintetto Aron Baynes, facendo partire dalla panchina Marcus Morris per contenere Hassan Whiteside. Partenza lanciata dei padroni di casa, che condurranno nel punteggio per tutta la gara, trascinata immediatamente da Goran Dragic, ma anche da Justise Winslow e Hassan Whiteside. Boston gioca a basso ritmo e con percentuali orribili, specialmente con Horford, affidandosi a Kyrie Irving e Jayson Tatum. Dopo il primo quarto, chiuso 27-15, gli Heat accelerano ancora, trovando triple in successione con Tyler Johnson e Wayne Ellington, mentre James Johnson aggiunge fisicità contro Smart e compagni. Prova a rispondere anche la panchina dei biancoverdi, grazie a Marcus Morris e Terry Rozier, ma il primo tempo continua ad essere di Miami, con Dragic sempre molto aggressivo e Whiteside un fattore sui due lati del campo. Il primo tempo si conclude sul punteggio di 54-41, e alla ripresa delle operazioni è Al Horford a provare a scuotere se stesso e i Celtics. Solita solida prestazione in attacco di Jaylen Brown, ma per una volta non basta agli ospiti, che dall'altra parte subiscono la furia di un Dion Waiters di colpo caldissimo e di un Dragic che non ha intenzione di smettere di attaccare. Ogni tentativo di rimonta dei Celtics viene stoppato da Miami, che trova nuovamente punti da Tyler Johnson e trema solo nel finale, quando Jayson Tatum e Terry Rozier confezionano i canestri che valgono il meno due (91-89). Sotto pressione, ci pensa Dion Waiters ad ergersi a eroe degli Heat, tra triple e tiri difficili: l'ultima sfuriata di Kyrie Irving non basta a Stevens: Boston perde dopo sedice gare. 

Miami Heat (8-9). Punti: Dragic 27, Waiters 28, T. Johnson 16. Rimbalzi: Whiteside 10. Assist: Waiters 6. 

Boston Celtics (16-3). Punti: Irving 23, Tatum 18, Brown e Morris 14. Rimbalzi: Horford 9. Assist: Horford, Tatum e Smart 4.

Philadelphia 76ers - Portland Trail Blazers 101-81 

C'è Noah Vonleh in quintetto per i Blazers al Wells Fargo Center di Philadelphia. Avvio da incubo per gli uomini di Terry Stotts, sotto 16-0 dopo sei minuti di gioco, dominati da Ben Simmons e colpiti dalle triple di Robert Covington e Dario Saric. Il primo canestro ospite arriva nella seconda metà del periodo, con Shabazz Napier, ma i Sixers continuano a segnare, anche con T.J. McConnell e Amir Johnson. Prima della prima pausa, Evan Turner e Jusuf Nurkic riescono a limitare i danni per i Blazers, sotto 26-14, ma sono le palle perse a costituire un problema insolubile per la franchigia dell'Oregon: ne approfitta Philadelphia, con i contropiedi chiusi al ferro da Simmons e Covington. Con C.J. McCollum in serata del tutto negativa, è Damian Lillard a prendersi sulle spalle Portland, con una serie di triple senza senso che riavvicina in qualche modo gli ospiti, ma che non possono bastare da sole a ricuicire lo strappo, anche perchè dall'altra parte Joel Embiid è inarrestabile, sia contro Ed Davis che contro lo stesso Nurkic. Il camerunese domina in lungo e in largo anche a partire dal terzo quarto, persino dalla lunga distanza. Dario Saric e J.J. Redick completano la festa dei Sixers, con Ben Simmons impressionante sui due lati del campo. Lillard è costretto ancora una volta a fare tutto da solo (limitato il supporto di Napier), alternando gran giocate a penetrazioni che sbattono contro i lunghi avversari (Embiid in particolare). A inizio quarto quarto, ancora Simmons, Redick e Covington chiudono i conti per i padroni di casa, costringendo Stotts a svuotare la sua panchina e a mettere in campo i vari Swanigan, Collins e Layman.

Philadelphia 76ers (10-7). Punti: Embiid 28, Simmons 16, McConnell 13, Saric e Redic 11. Rimbalzi: Embiid 12, Johnson 11, Covington 10. Assist: Simmons 9

Portland Trail Blazers (10-8). Punti: Lillard 30, Nurkic 14, Napier 13. Rimbalzi: Nurkic 11. Assist: Napier 4.