NBA, New York e Minnesota regolano Hawks e Mavs

Porzingis trascina i Knicks in casa contro Atlanta. I Timberwolves la spuntano nel finale contro Dallas.

NBA, New York e Minnesota regolano Hawks e Mavs
Fonte: NBA.com/Twitter

Dopo il passo falso di Chicago, tornano a vincere i New York Knicks di Jeff Hornacek, che al Madison Square Garden superano la resistenza degli Atlanta Hawks di Mike Budenholzer (13 punti con 2/9 dal campo per Marco Belinelli). Successo casalingo anche per i Minnesota Timberwolves di Tom Thibodeau, vincenti al Target Center contro i Dallas Mavericks di Rick Carlisle. 

New York Knicks - Atlanta Hawks 111-107 

Gli Hawks si presentano al Madison Square Garden nuovamente con Miles Plumlee in quintetto da centro, mentre dall'altra parte è sempre fuori Tim Hardaway. Buon avvio degli ospiti, subito avanti proprio con Plumlee e con l'elettrico Taurean Prince, mentre per i Knicks è il momento di Jarrett Jack, a segno più volte dalla media distanza e in un'occasione abile ad arrivare fino al ferro. Dennis Schroder lascia responsabilità ai compagni, che non sempre però rispondono presente, soprattutto per quanto riguarda le riserve, esattamente il contrario di ciò che avviene ai padroni di casa. Ron Baker, Doug McDermott e Kyle O'Quinn scuotono un New York ancora intorpidita, chiudendo il primo quarto sul 24-21, ed è poi Kristaps Porzingis ad iscriversi definitivamente alla gara con almeno un paio di canestri dei suoi. Atlanta sembra barcollare, ma si mantiene a galla con Belinelli, Bazemore e, nel finale di tempo, con le triple importanti di Ersan Ilyasova e di Luke Babbitt. Si torna così negli spogliatoi con il punteggio fissato sul 51-52. Alla ripresa delle operazioni il turco degli Hawks continua a essere caldissimo al tiro, mentre Kanter, Thomas e Lee sono in serata no dal punto di vista offensivo. Decisamente meglio Doug McDermott, che va a segno in taglio e con il suo classico jumper, alzando i ritmi di una New York che si affida sempre più a Porzingis. Il lettone è decisivo nel quarto quarto, cercato e trovato in post: gli risponde per Atlanta Dennis Schroder, che accelera al ferro e tiene a galla gli ospiti. Ma il finale è dei Knicks, grazie anche a due canestri importanti di Frank Ntilikina e all'ultimo jumper di Jack. New York Knicks che continuano a galleggiare tra il 50% tra vittorie e sconfitte. 

New York Knicks (13-13). Punti: Porzingis 30, McDermott 23, Jack 19. Rimbalzi: Porzingis 8. Assist: Jack, O'Quinn e Baker 4.

Atlanta Hawks (6-20). Punti: Schroder 21, Ilyasova 20, Prince 17, Belinelli 13. Rimbalzi: Prince 8. Assist: Prince 5.

Minnesota Timberwolves - Dallas Mavericks 97-92 

Ancora fuori il rookie Dennis Smith per coach Rick Carlisle al Target Center di Minneapolis, rimpiazzato da Yogi Ferrell come point guard, mentre è confermata la rotazione di Tom Thibodeau. Gara a bassi ritmo e a basso punteggio, con gli ospiti sempre in scia a una Minnesota poco convincente. Karl-Anthony Towns comincia immediatamente a dominare sotto i tabelloni, Teague e Butler aggiungono il resto, ma Dallas c'è, soprattutto con Wesley Matthews, Harrison Barnes e Kleber, a bersaglio anche dall'arco. Nessuna dele due panchine cambia ritmo tra primo e secondo quarto, eccezion fatta per qualche canestro inventato da Jamal Crawford, e il punteggio rimane a lungo in equilibrio, con parità e sorpassi che continuano a susseguirsi. Dirk Nowitizki e Wesley Matthews chiudono il primo tempo sul 47-48, e il copione non cambia alla ripresa delle operazioni. Towns continua a fare il bello e il cattivo tempo sotto i tabelloni, Butler accelera a piacimento, con Harrison Barnes pronto a replicare per i texani. Ancora Nowitzki, Kleber e Ferrell tengono in bilico la sfida, resistendo a un tentativo di allungo dei Timberwolves, stoppato da uno scatenato J.J Barea. Il portoricano diventa l'assoluto protagonista del quarto quarto degli ospiti, tra triple e tiri forzati, imitato da Crawford dall'altra parte. Anche Devin Harris si fa notare in uscita dalla panchina, costringendo Minnesota a giocarsi la sfida punto a punto: decisivi nel finale due canestri di Jimmy Butler e di uno spento Andrew Wiggins, mentre Matthews non trova il bersaglio dall'arco, con una tripla che avrebbe allungato la gara all'overtime. 

Minnesota Timberwolves (16-11). Punti: Towns 28, Butler 22, Crawford 16, Wiggins 10. Rimbalzi: Towns 12. Assist: Butler e Teague 5.

Dallas Mavericks (7-20). Punti: Barnes 19, Kleber e Barea 16, Matthews 14, Ferrell e Nowitzki 10. Rimbalzi: Powell 6. Assist: Ferrell 7.