CSKA Mosca - Lione, atto primo
CSKA Mosca - Lione, atto primo - Twitter Lione

CSKA Mosca - Lione, atto primo

Si gioca in Russia, incrocio in equilibrio.

vavel
VAVEL

Alla VEB Arena, calcio d'inizio alle ore 19, va in scena uno dei confronti più attesi di questa tornata di Europa League. Gara d'andata degli ottavi di finale, il CSKA ospita il Lione. La formazione russa approda all'appuntamento dopo l'affermazione di misura sull'Ural - a segno Mario Fernandes - si tratta della quarta vittoria nelle ultime cinque nella Premier Liga. Nel mezzo, il tonfo con lo Spartak. Terza piazza al momento, mancano due giornate al termine. Il CSKA è invischiato nella lotta per la seconda casella della graduatoria, deve respingere Krasnodar, Zenit e Spartak. Vola, davanti, la Lokomotiv. In campo europeo, poca gloria in Champions, terza posizione nel raggruppamento con Benfica, Basilea e Manchester United, successo nel doppio confronto con la Stella Rossa per sigillare l'approdo agli ottavi di Europa League. 

Squalificato V.Berezutski, assente Vasin, Goncharenko conferma il collaudato 3-5-2, con Dzagoev in posizione leggermente più avanzata, a ridosso di Musa e Vitinho. Golovin e Natkho in mediana, gli esterni sono Mario Fernandes e Kuchaev. L'altro Berezutski, Aleksey, dirige il pacchetto arretrato, ultimato da Wernbloom e Ignashevich. In porta Akinfeev.

Il Lione di Genesio è in evidente affanno. Non vince in Ligue 1 dal 21 gennaio - giorno del 2-1 al PSG - è ormai a distanza anche dalla terza piazza occupata dal Marsiglia. 1-1 sul campo del Montpellier nel turno in archivio, terzo pari consecutivo. Riflettori, quindi, sull'Europa League, obiettivo di stagione dopo lo squillo sui 180 minuti con il Villarreal. Due partite di ottima fattura, testimonianza della qualità presente nella rosa transalpina. Manca Rafael, non è al meglio Fekir (non convocato), 4-2-3-1 per l'impegno odierno. Mariano Diaz è il terminale, alle sue spalle si muove una batteria a tre effettivi. Traoré, Aouar e Depay, corsa e abilità nell'uno contro uno. Tousart e Ndombele nella zona nevralgica, i terzini sono Tete e Marcal. Ad oscurare Lopes, troviamo Marcelo e Morel.  

 

VAVEL Logo