Ligue 1: il PSG vince ancora, Metz battuto 5-0 al Parc des Princes

Prestazione sopra le righe, da parte dei parigini, che annichiliscono il malcapitato Metz addirittura per cinque reti a zero. Dopo un primo tempo straripante, nella ripresa i ragazzi di Emery controllando, andando comunque in goal grazie a Thiago Silva.

Ligue 1: il PSG vince ancora, Metz battuto 5-0 al Parc des Princes
Source photo: profilo Twitter PSG
PARIS SAINT-GERMAIN
5 0
METZ
PARIS SAINT-GERMAIN: Areola; Meunier, Thiago Silva, Kimpembe, Berchiche; Verratti (Lo Celso, min. 65), Diarra, Nkunku; Di Maria (Weah, min. 70), Mbappe', Draxler (Rabiot, min. 71).
METZ: Kawashima; Rivierez, Niakhaté, Selimovic, Balliu; Poblete, Cohade, Diagne (Riviere, min. 66); Milicevic (Niane, min. 86), Dossevi; Roux.
SCORE: 1-0, min. 5, Meunier. 2-0, min. 20, Nkunku. 3-0, min. 28. 4-0, min. 45'+1, Mbappe'. 5-0, min. 82, Thiago Silva.
ARBITRO: Delerue (FRA). Ammoniti: Diagne (min. 40)
NOTE: Stadio Parc des Princes di Parigi, gara valida per la Ligue 1 2017/18.

Continua la corsa del Paris Saint-Germain verso il titolo di Ligue 1. Nonostante la cocente delusione in Champions League, infatti, i ragazzi di Emery schiantano il povero Metz, segnando tre reti in una gara davvero a senso unico. Avanti grazie al terzino destro Meunier, i padroni di casa dilagano grazie alla doppietta di Nkunku, chiudendo definitivamente i conti in seguito alla marcatura vincente di Mbappe'. Nella ripresa, ci pensa Thiago Silva a pare 5-0. 

Padroni di casa che scendono in campo adottando un offensivo 4-3-3: davanti ad Areola, difesa a quattro composta da Meunier, Thiago Silva, Kimpembe e Berchiche. Nella zona mediana del campo, chiavi del gioco affidata a Diarra, affiancata da Verratti e Nkunku. Nel tridente offensivo, Mbappe', sostenuto dalle ali Di Maria e Draxler. Un ugualmente offensivo 4-3-2-1, invece, per gli ospiti, che si affidano a Milicevic e Dossevi come supporto per l'unica punta Roux. In porta, Kawashima, protetto dai centrali difensivi Niakhaté e Selimovic e dai terzini Rivierez e Balliu. In mezzo, infine, Cohade, con Poblete e Diagne a sostegno.

Sfida subito in discesa, per i parigini, pronti a cancellare l'ancora viva delusione di Champions League pressando in maniera aggressiva il malcapitato Metz. Tale atteggiamento porta i parigini a segnare già al quinto con Meunier, bravo ad agguantarsi su un pallone vagante battendo Kawashima con un bel piattone da posizione defilata. Nonostante lo svantaggio, il Metz cerca di impensierire i parigini all'undicesimo: la conclusione del 17 trova però l'opposizione dei legni. Il grande spavento anima ulteriormente i ragazzi di Emery, che al ventesimo bissano grazie a Nkunku, messo davanti la porta da Marco Verratti e lucido nel superare l'incolpevole Kawashima. Il 2-0 non fa placare la sete di goal dei padroni di casa, che continuano a pressare il povero Metz fino alla rete del 3-0, messa a segno da uno scatenato Nkunku al ventottesimo. 

Il giovane classe '97, servito da Angel Di Maria, si porta a spasso il proprio marcatore e lascia infatti partire un destro imprendibile per il povero Kawashima, protagonista di una serata da incubo visto lo strapotere parigino. La fase finale di prima frazione registra un Paris Saint-Germain sempre offensivo, come conferma la punizione di Angel Di Maria che al 41' si infrange all'incrocio dei pali. Il tentativo dell'argentino è solo il preludio al poker, che si concretizza grazie alla marcatura vincente di Kylian Mbappe'. Imbeccato perfettamente da un Verratti ispiratissimo, l'ex attaccante del Monaco scatta sul filo del fuorigioco, batte Kawashima e conclude sul 4-0 il primo tempo. 

Seconda frazione che registra un assoluto dominio del Paris Saint-Germain, affatto sazio di reti. Al 51', infatti, i ragazzi di Emery sfiorano il pokerissimo con Mbappe', che a pochi passi dal portiere del Metz non inquadra lo specchio della porta. Dato il grande passivo, il Paris Saint-Germain cala alla distanza, lasciando le redini di una sfida mai in discussione. Al 75', dopo una parentesi di "pausa", i parigini sfiorano il goal con Mbappe', che da pochi passi non trova la doppietta a causa del secondo miracolo di gara del portiere Kawashima. I tentativi di opposizione dell'ex portiere del Dundee United non fermano però Thiago Silva, che all'82' rende ancor più pesante il passivo staccando e colpendo in maniera precisa di testa. La gara si chiude praticamente qui, con i parigini in trionfo al Parc des Princes. Migliore in campo per i padroni di casa, Nkunku. Per gli ospiti bene Kawashima