Manchester City - Liverpool, inferno di coppa

Guardiola per evitare un'eliminazione pesante, Klopp per rifinire il colpo.

Manchester City - Liverpool, inferno di coppa
Manchester City - Liverpool, inferno di coppa

La Premier non è in discussione, eppure a Manchester, sponda City, fioriscono i primi dubbi. La sconfitta nel derby con lo United, nel giorno del possibile trionfo, resta sulle prime pagine della cronaca. Un tempo in blu, due reti e una supremazia certificata. Poi l'improvviso calo, tre gol al passivo, polemiche e numeri. Mourinho re e Guardiola scuro in volto. Il 2-3 fa seguito al 3-0 di Liverpool di qualche giorno prima. Due sconfitte, pesanti. La Champions è appesa a un filo, 90 minuti a disposizione per evitare un'eliminazione dal sapore aspro. Non può accontentarsi del sigillo in campo nazionale Pep, il City, dopo il mercato al solito imponente, ha ben altri obiettivi. La seconda frenata di stagione al cospetto di Klopp - 4-3 in campionato - rischia di essere il punto di rottura. Il Liverpool sembra avere le giuste contromisure al calcio tecnico e palla a terra di Guardiola. Mezzora infuocata ad Anfield, match in ghiaccio. Ribaltare il tavolo non è semplice, anche perché è difficile mettere a mano a principi come quelli che muovono il City e in generale il Guardiola allenatore. 

Le probabili formazioni

Il Liverpool può sorridere, Salah è della partita. Recupera e parte da destra, con Mané sul fronte opposto. Firmino il terminale centrale. Lo spartito è definito, l'undici ospite può attendere e colpire in ripartenza, sfruttando il cambio di passo degli esterni. In mediana, Wijnaldum, Milner e Oxlade Chamberlain. Frullato di forza, qualità e corsa. Van Dijk e Lovren a protezione di Karius, i laterali bassi sono Alexander Arnold e Robertson. Indisponibili Matip, Can, Lallana e Gomez.

Come detto, Guardiola non può intaccare il suo credo. Si affida alle sue idee, chiede un cambio di marcia a livello di approccio. Aguero è la prima punta, Sané impazza all'esterno, con Sterling e B.Silva a giocarsi l'ultima casella dell'impianto d'attacco. Fernandinho, molto nervoso con lo United, è il punto d'equilibrio nel mezzo, De Bruyne e Silva le mezzali di chiaro stampo offensivo. Walker e Delph i terzini, Otamendi e Laporte a difesa di Ederson. A partita in corso, possibile ingresso di Jesus e Gundogan per dare ulteriore spinta alla manovra. 

Dirige lo spagnolo Lahoz, fischio d'inizio alle 20.45. 

Klopp: "Abbiamo la chance di avanzare al prossimo turno, ma non siamo già passati. Nel calcio c'è sempre la possibilità di rimontare, niente è deciso. Abbiamo la possibilità di vincere ed è quello che cercheremo di fare". La conferenza completa 

Guardiola: "Poche storie, domani servirà la gara perfetta sotto tutti i punti di vista: gioco, occasioni e in fase difensiva cercando di non concedere nulla al Liverpool. Impresa? Si ma abbiamo dimostrato in questa stagione di poter segnare tanti gol, anche in pochi minuti, contro qualsiasi avversario". La conferenza completa