Champions League, Montella in conferenza: "Domani dobbiamo combattere"

Le parole del tecnico italiano: "Dobbiamo lavorare sodo e avremo sicuramente bisogno di un po 'di fortuna, non c'è dubbio".

Champions League, Montella in conferenza: "Domani dobbiamo combattere"
twitter siviglia

Domani sera il Sivigilia sarà impegnato sul campo del Bayern Monaco in vista del ritorno dei quarti di finale di Champions League. La squadra spagnola dovrà ribaltare il 2-1 subito dai bavaresi all'andata.

Non sarà semplice visto che il Bayern Monaco è il grande favorito per passare il turno, ma gli uomini allenati da Vincenzo Montella daranno battaglia e proveranno ad eliminare un’altra big europea dopo il Manchester United di José Mourinho agli ottavi: "La partita dura 90 minuti, la cosa più importante è che rimaniamo nel gioco per tutto il tempo, giocando con equilibrio e pazienza. Non dobbiamo fare calcoli, dobbiamo giocare come abbiamo fatto nella partita di andata, qualunque cosa accada. Dobbiamo concentrarci su tutto il tempo, dobbiamo dare una buona immagine e, se crediamo che sia possibile, saremo in grado di farlo. La cosa più importante è che non concediamo gol nel primo tempo". 

L'ex tecnico del Milan torna poi sulla gara di andata: "Nella gara di andata siamo partiti bene, con ambizione, con la testa nella partita e con le opportunità di segnare. Dopo il primo gol e nel secondo tempo abbiamo perso il nostro equilibrio, non abbiamo giocato in squadra. Si, sono fiducioso nel nostro attacco. La formazione che scenderà in campo domani?  Abbiamo ancora in programma una sessione di allenamento e preferisco non sbilanciarmi". 

La stagione del Siviglia è piena di alti e bassi: "Ho la mia analisi, se arriviamo da un risultato negativo, il più delle volte, non giochiamo da squadra e questo ci ha causato molti problemi in Liga soprattutto, ma anche in Champions. Non sono superstizioso, ma nelle ultime tre partite non siamo stati fortunati, speriamo domani. Non sono l'allenatore del Sivigilia da molto, ma sono sicuro che ci siamo meritati questi quarti di finale. Ci siamo conquistati il rispetto di tutti".