Premier League - L'Arsenal ospita il West Ham con un occhio all'Europa
Marko Arnautovic e Nacho Monreal durante la sfida d'andata. | West Ham United, Twitter.

Prosegue anche per l'Arsenal la 35esima giornata di questa Premier League. Prosegue nonostante l'addio annunciato dello storico tecnico Arsène Wenger a fine stagione, prosegue nonostante fra quattro giorni ci sarà la semifinale d'Europa League contro l'Atlético Madrid. Eppure è stato chiarissimo proprio il manager dei Gunners a dire che non si può sbagliare contro il West Ham, nonostante le esigenze di classifica non siano pressanti e le regole del turnover consiglierebbero qualche giocatore-chiave a riposo. L'idea è quella di un test che potrà dire tanto nell'ottica della doppia sfida con gli spagnoli, oltre che garantire la massima serenità dal punto di vista mentale proprio per la sfida di giovedì all'Emirates.

Ad ora di pranzo invece David Moyes cercherà punti importanti nell'ottica di portare a casa quel progetto di "salvezza tranquilla" che gli era stato chiesto al momento dell'acquisizione degli Hammers a metà stagione. Se infatti i rossi londinesi sono troppo lontani sia dal quarto posto sia dall'ottavo per avere degli stimoli importanti di classifica, i loro concittadini nel derby odierno sono a "soltanto" sei punti dalla zona retrocessione e cercano delle garanzie maggiori rispetto a quel 14esimo posto che comunque è migliorato rispetto alle condizioni di quasi un mese fa, che erano ben più allarmanti. L'obiettivo è insomma completare definitivamente quest'operazione e blindare la salvezza.

Le probabili formazioni

Arsène Wenger dovrebbe proporre, come già detto, una formazione simile a quella titolare: solo Koscielny e Wilshere (peraltro non al meglio) dovrebbero riposare. Sulla destra, al posto dell'indisponibile Mkhitaryan, è ballottaggio fra Iwobi (favorito) e Welbeck; attenzione però anche alla possibilità che sia Aubameyang a finire in panchina, in favore dei due compagni appena citati. Dall'altro lato David Moyes è orientato verso una conferma del solito undici titolare, schierato con un 3-4-2-1 e con i soliti tanti assenti, cioè Antonio, Byram e Obiang su tutti.

Arsenal (4-2-3-1): Cech; Bellerin, Chambers, Mustafi, Monreal; Ramsey, Xhaka; Iwobi, Ozil, Aubameyang; Lacazette. All. Wenger

West Ham (3-4-2-1): Adriàn; Rice, Ogbonna, Cresswell; Zabaleta, Kouyaté, Noble, Masuaku; Joao Mario, Lanzini; Arnautovic. All. Moyes

VAVEL Logo