Mondiali Russia 2018: infortunio per Kamil Glik, la sua presenza è in dubbio

L'ex difensore del Torino si è infortunato alla spalla. Se non dovesse recuperare, nei 23 entrerebbe Kaminski.

Mondiali Russia 2018: infortunio per Kamil Glik, la sua presenza è in dubbio
Fonte: Twitter Polonia Calcio

Kamil Glik tiene in apprensione la propria Nazionale e l'intero popolo polacco. Il biondo difensore, infatti, potrebbe saltare la Coppa del Mondo 2018. L’indiscrezione arriva direttamente dalla Spagna. Secondo quanto riportato dal quotidiano iberico “AS“, l’ex capitano del Torino durante l’allenamento di oggi avrebbe subìto un infortunio serio alla spalla che potrebbe mettere fortemente a rischio la sua presenza ai prossimi Mondiali in Russia che avranno inizio inizio tra meno di dieci giorni. Si tratta quindi di una brutta gatta da pelare per il selezionatore Adam Nawalka, che a poche ore dall'ufficializzazione della lista dei 23, potrebbe di nuovo metter mano a carta e penna per rettificare la lista definitiva dei convocati.

Lascia abbastanza perplessi la dinamica dell’infortunio. Secondo le ricostruzioni, infatti, il giocatore del Monaco, ex baluardo difensivo del Torino, sarebbe caduto rovinosamente sul terreno di gioco dopo aver provato una rovesciata in allenamento. Il commissario tecnico Nawałka ha già anticipato che se il giocatore non riuscirà a recuperare in tempo per recarsi in Russia, sarà sostituito da Marcin Kaminski, difensore centrale dello Stoccarda con il quale ha sfiorato lo scorso maggio un clamoroso ingresso alle fasi preliminari dell'Europa League.

La Polonia intanto, che è stata sorteggiata nel Gruppo H, affronterà il Senegal il 19 giugno al suo debutto in Coppa del Mondo ed in seguito affronterà la Colombia e il Giappone. Al nastro di partenza, i polacchi si presentano con parecchie ambizioni, nutrendo sogni di riuscire ad entrare almeno nelle prime 16 del mondo. Ora resta da capire se Glik farà o meno parte della spedizione che parteciperà alla competizione, perderlo significherebbe non poter contare su di un difensore esperto, molto forte fisicamente, in grado di portare con il suo grande atletismo minacce alle porte avversarie specie nel gioco aereo.