Russia 2018 - Decisivo un gol di Mbappé: Francia agli ottavi, Perù eliminato

Un buon primo tempo, con la rete di Mbappé a legittimare il predominio, una ripresa al risparmio: la Francia batte 1-0 il Perù e si qualifica matematicamente agli ottavi di finale. Sudamericani giá out. I transalpini si giocheranno il primo posto nel gruppo C nell'ultima sfida contro la Danimarca

Russia 2018 - Decisivo un gol di Mbappé: Francia agli ottavi, Perù eliminato
Twitter.com
Francia
1 0
Perù
Francia: (4-2-3-1): Lloris; Pavard, Varane, Umtiti, Hernandez; Kanté, Pogba (Dall'89' N'Zonzi); Mbappé (Dal 75' Dembelé), Griezmann (Dall'80' Fekir), Matuidi; Giroud.
Perù: (4-2-3-1): Gallese; Advincula, Rodriguez (Dal 46' Santamaria), Ramos, Trauco; Aquino, Yotun (Dal 46' Farfan); Flores, Cueva (Dall'82' Ruidiaz), Carrillo; Guerrero.
SCORE: 1-0, min. 34, Mbappé
ARBITRO: Mohammed Abdullah Hassan (Emirati Arabi Uniti) Ammonisce Matuidi, Guerrero, Aquino, Pogba
NOTE: Seconda giornata Mondiali 2018, Gruppo C. Stadio Centrale di Ekaterinburg.

La Francia è la terza nazionale a staccare il pass per gli ottavi di finale dei Mondiali di Russia 2018. Dopo i padroni di casa e l'Uruguay, la vittoria di misura contro il Perù del Tigre Garreca consente alla squadra di Deschamps di volare in testa al Gruppo C a punteggio pieno e approdare agli ottavi con una partita di anticipo.

Un match dalla doppia faccia per i Bleus: ad un ottimo primo tempo, complici le variazioni tattiche volute dal ct con gli inserimenti di Giroud e Matuidi, risponde una ripresa arrendevole che ha favorito il ritorno dei sudamericani. Massimo risultato con il minimo sforzo dunque per i francesi. A decidere, la rete di Mbappé: il più giovane giocatore francese ad aver segnato nel Mondiale. Il Perù, dal canto suo, subisce un primo tempo sterile salvo poi galvanizzarsi nella ripresa dopo il palo colpito da Aquino. Ma una manovra lenta e la mancanza di un attaccante di spessore compromettono la gara. La prova d'orgoglio non è bastata e, senza vittorie, la compagine sudamericana è costretta a salutare anzi tempo la competizione.

Da decidere ancora la classifica del Gruppo C. Decisiva sarà la terza giornata con la Danimarca, seconda a quota 4 punti, impegnata nello scontro diretto contro l'Australia, ferma ad uno. 

Cambia Deschamps rispetto alla prima partita contro l'Australia. Dentro Matuidi e Giroud per una maggiore sostanza ed esperienza. E la mossa paga. Matuidi porta equilibrio sulla fascia destra là dove insiste maggiormente la squadra di Garreca. Giroud macina gioco facendo muovere i compagni. Nel Perú invece torna dal 1' Paolo Guerrero.

LA CRONACA DEL MATCH

Un avvio di match all’insegna dell’aggressività per la squadra di Gareca: i sudamericani si muovono in pressing altissimo con i transalpini, colti di sorpresa, costretti a prendere le misure. E se Yotun prova da metà campo senza avere molta fortuna (7’), è Griezmann a far registrare il primo vero squillo del match. L’attaccante dell’Atletico Madrid galvanizza i suoi, fino a questo momento in difficoltà nella gestione del pallone, scaricando all’11’ un destro insidioso che si spegne a lato. Griezmann ha suonato la carica, tanto che un minuto più tardi Pogba tenta dai 25 metri un tiro incrociato fuori di poco. Gli uomini di Deschamps iniziano a macinare gioco: Varane svetta bene su corner di Griezmann ma il pallone termina a lato.

Ed è lo stesso attaccante dell’Atletico al 17’ a provare la conclusione al volo, respinta da Gallese. I sudamericani non riescono ad essere incisivi sulla fascia destra, là dove avevano spadroneggiato nel primo match contro la Danimarca e si dimostrano poco incisivi e precisi in fase offensiva. Un match spigoloso, fisico e che alla mezz’ora non ne vuole sapere di sbloccarsi. L’occasione buona arriva al 31’ sui piedi del Depredador Guerrero che, anticipato egregiamente Umtiti su cross di Cueva, scarica il mancino chiamando Lloris al suo primo vero intervento. Sul capovolgimento di fronte, Mbappé si divora il vantaggio. Grande palla di Pogba per il giocatore del PSG che però si coordina male tentando il colpo di tacco bloccato da Gallese. 

Il tempo è però maturo e al 34’ è lo stesso Mbappé ha portare avanti i Bleus. Grande recupero di Pogba che infila per Giroud: la conclusione, deviata, scavalca Gallese e favorisce il tap-in vincente di Mbappè per il meritato vantaggio Francia. Che sembra volerla chiudere. Contropiede micidiale dei Blues ma Gallese è bravo ad anticipare Giroud. Il Perù prova a reagire ma è chiuso in un gioco sterile. E allora, sul finire del tempo, son sempre gli uomini di Deschamps a procurarsi una doppia chance. Il tiro di Hernandez infatti, parato da Gallese, diventa occasione per lo stesso Hernandez che mette a lato.

Garreca prova a muovere qualcosa in avvio di ripresa. Doppio cambio per il Tigre: dentro Farfan e Santamaria per Yotun e Rodriguez. Ed i sudamericani vanno vicinissimi al pareggio al 50’ con Aquino: il bellissimo tiro a giro su servizio di Farfan scalfisce l’incrocio dei pali a Lloris battuto. L’occasione dà coraggio al Perù che prova a pressare e sembra aver ritrovato maggior libertà sulla fascia destra con uno scatenato Advincula. La Francia controlla ma al 61’ rischia sul destro da fuori di Carrillo, imbeccato da Guerrero, finito poi alto. I Bleus sembrano voler gestire il match ma peccano di leziosità: molto passivi in questa fase con i sudamericani che insistono tentando il tutto per tutto.

Advincula ci prova con il mancino da fuori al 68’ ma è un tentativo sterile. È un Perù sbilanciatissimo votato al pressing insistente: Farfan tenta l’acrobazia su cross sul secondo palo di Carrillo ma la palla finisce fuori. Deschamps richiama Mbappé, che ha speso tantissimo, per Dembelé. Guizzo improvviso proprio del neo entrato, al minuto 82, con il mancino da fuori che si spegne sul fondo. La Francia però, stanchissima, non sembra più avere un’idea precisa di gioco e si ritrova chiusa nella propria metà campo a cinque minuti dal triplice fischio.

I sudamericani guadagnano una buona punizione dai 30 metri ma il tiro di Guerrero è troppo lento e centrale, tutto facile per Lloris. I Bleus chiudono in attacco i quattro minuti di recupero con l’ultima stoccata di Giroud deviata in corner. Francia a sei punti e qualificata, Perù eliminato.