Russia 2018 - Gruppo A: Egitto ed Arabia Saudita per concludere al meglio il proprio Mondiale

Russia 2018 - Gruppo A: Egitto ed Arabia Saudita per concludere al meglio il proprio Mondiale

Egitto ed Arabia Saudita sono già fuori dal Mondiale visti gli 0 punti in classifica. Senza Salah, i faraoni hanno compromesso il loro cammino già all'esordio, perdendo anche l'altra sfida. Discorso analogo per i sauditi, davvero troppo inferiori rispetto a Russia ed Uruguay.

antonio-abate
Antonio Abate

Sarà una partita tra deluse, formazioni che nonostante obiettivi diversi si ritrovano a dover disputare la loro ultima partita in questo Mondiale di Russia 2018. Da una parte l’Egitto di Salah, all’inizio convinto di poter stupire ma spentosi alla distanza, dall’altra il fanalino di coda Arabia Saudita, davvero troppo inferiore dal punto di vista tecnico rispetto a Russia ed Uruguay. Nella terza giornata del Gruppo A, queste due formazioni cercheranno quantomeno di onorare la competizione, conquistando una vittoria comunque alla portata. L’Egitto potrà contare sulla carica di Salah, che poco dopo la sconfitta nella seconda partita ha chiesto coesione al popolo egiziano.

Secondo le ultime di formazione, i ragazzi di Hector Cuper dovrebbero scendere in campo con il solito 4-2-3-1. Davanti al portiere El Shenawy, la difesa a quattro dovrebbe prevedere Fathy, Gabr, Hegazy ed Abdel-Shafi. Dietro l’unica punta Marwan, confermato il tris di trequartisti Salah-Elsaid-Trezeguet. In mediana, infine, Hamed ed Elneny. Un più coperto 4-5-1, per l’Arabia Saudita, con gli esterni Bahebri ed Al-Dawsari incaricati di servire Al Muwallad con i propri cross. Davanti al portiere Al-Owais, i centrali Hawsawi ed Al-Bulaihi ed i terzini Al-Breik e Al-Shahrani. A centrocampo, infine, Otayf, affiancato dalle mezz’ali Al-Faraj e Al-Jassim.

Contrariamente a quello che si può credere, Arabia Saudita ed Egitto si sono incrociati solo due volte, nel 1999 e nel 2005. Non si tratta di incontri ufficiali, ma di una sfida di Confederation Cup e di un’amichevole. Nel 1999 la sfida terminò addirittura per 5-1 a favore dei sauditi, in una delle più dolorose pagine della storia egiziana. Sei anni dopo, i faraoni riuscirono a vincere per 0-1, un successo più stringato ma che comunque cancellò il tonfo. Ora il discorso è sicuramente diverso: l’Egitto non gode di un buon momento di forma ma ha comunque un calciatore come Mohamed Salah, atleta di primo spessore capace di frantumare ogni record alla sua prima stagione con il Liverpool. L’Arabia è avvisata: l’Egitto non vuole più perdere. 

PROBABILI FORMAZIONI EGITTO-ARABIA SAUDITA:
Egitto (4-2-3-1): Al-Owais; Al-Breik, Hawsawi, Al-Bulaihi, Al-Shahrani; Bahebri, Al-Faraj, Otayf, Al-Jassim, Al-Dawsari; Al-Muwallad. CT: Pizzi.
Arabia Saudita (4-1-4-1):  El Shenawy; Fathy, Gabr, Hegazy, Abdel-Shafi; Hamed, Elneny; Salah, Elsaid, Trezeguet; Marwan. CT: Cuper. 

VAVEL Logo