Russia 2018: Egitto zero in pagella, l'Arabia Saudita salva almeno l'onore
Fonte: Saudi Nation Team official Twitter

Russia 2018: Egitto zero in pagella, l'Arabia Saudita salva almeno l'onore

I sauditi battono l'Egitto di Salah in rimonta, in una gara che non serviva a nulla per la classifica del gruppo A.

francesco-bruni
Francesco Bruni
ARABIA SAUDITAArabia Saudita (4-5-1): Almosailem; Alburayk, Osama, Motaz, Yasser; Hussain, Salman, Otayf, Salem, Fahad; Motaz. Commissario tecnico: Pizzi.
EGITTOEgitto (4-2-3-1): El Hadary; Fathy, Hegazy, Gabr, Abdel-Shafi; Hamed, Elneny; Salah, Elsaid, Trezeguet; Marwan. Commissario tecnico: Cuper.
SCOREReti: al 22′ Salah, al 45′+5′ Al Faraj, al 45’+6 st Al Dawsari
ARBITROAmmonizioni: Gabr.
NOTNote: al 39′ Al-Muwallad (A) si fa parare un calcio di rigore

Contava pochissimo, nulla ai fini della classifica la partita  andata in scena nel pomeriggio, valevole per il gruppo A, tra Arabia Saudita e Egitto. Match che non aveva nulla da dire, tra due contendenti matematicamente eliminate dal competizione mondiale. Pizzi schiera i suoi con un 4-5-1, mentre i Faraoni optano per un 4-3-2-1 con Salah schierato dall'inizio. 

LA CRONACA DELLA PARTITA

Primo tempo che sembra bloccato tra le due squadre che si studiano e sembrano voler impostare una partita basata solo su tattica e possesso palla. All'ottavo minuto, l'Arabia gode di un calcio d' angolo, ma la difesa egiziana ribatte. Ma al minuto 22 l'Egitto gioca e crea l'occasione da cui nasce il gol: palla persa dalla difesa saudita (rivedibile il comportamento dei due centrali), azione di contropiede e Salah riceve il passaggio, poi con un pallonetto a scavalcare il portiere, deposita l'1-0 in rete. Inizia, poi, lo show dei Faraoni: Trezeguet, nel giro di un minuto, sbaglia due tiri a giro. Al 39', l'arbitro assegna un calcio di rigore ai sauditi: braccio largo di Fathi, controllo ok del Var, ma sul dischetto Al-Muwallad se lo fa parare dal portiere egiziano. Passano i minuti, l'arbitro assegna 180'' addizionali e al minuto 46 ecco il calcio di rigore numero 2 per la nazionale in maglia verde (penalty che viene rivisto al Var e concesso, seppur sembra sia alquanto generoso). Cambio rigorista e gol, realizzato da Al Faraj. Ed è 1-1 alla pausa.

Secondo tempo molto più bloccato e meno spettacolare del primo, con le due squadre che sembrano volersi accontentare del pareggio. Solita girandola di cambi, ritmo abbastanza spezzettato. La partita non si sblocca fino al finale: al minuto 94, però, ecco il colpo di coda. La difesa dell'Egitto è immobile, serie di batti e ribatti e, alla fine, arriva un diagonale perfetto di Al Dawsari, il quale trafigge il portiere della squadra delle piramidi. E' il punto del 2-1. L'Arabia Saudita trova la vittoria, un successo importante per salvare onore e dignità, mentre l'Egitto torna a casa tremendamente deluso, ci si aspettava molto di più dai Faraoni in questo Mondiale.

VAVEL Logo