Il Portogallo pareggia e si qualifica agli ottavi, ma Ronaldo non convince

Un pareggio per 1-1 basta al Portogallo per qualificarsi agli ottavi di finale. Il fuoriclasse, però, sbaglia completamente la partita e rischia di condannare i suoi.

Il Portogallo pareggia e si qualifica agli ottavi, ma Ronaldo non convince
Twitter

Se contro Spagna e Marocco è stato completamente merito suo, non si può dire lo stesso contro l'Iran. Ieri sera, Cristiano Ronaldo ha sbagliato completamente la partita. Suona strano dirlo, perché solitamente nei match che contano lui c'è, sempre. Invece, contro gli asiatici ha inaspettatamente steccato. Per la qualificazione l'Iran avrebbe dovuto vincere contro il Portogallo, che, onestamente, sembrava impensabile, o comunque molto complesso. Poco prima dell'intervallo Quaresma porta avanti la sua Nazionale con la classica Trivela e tutto sembra girare a favore della squadra di Santos.

Ad inizio ripresa, inoltre, c'è la possibilità enorme di chiudere il match con Caceres che assegna un rigore dopo l'ausilio del Var. Sul dischetto si presenta Ronaldo, ma ipnotizzato da Alireza Beiranvand fallisce clamorosamente. Dopo questo episodio l'attaccante del Real Madrid si trasforma. S'intestardisce nel dribbling, diventa nervoso. Sente che non gli gira più nulla. Il rigore parato per lui è una condanna. Dopo le prime due partite della competizione iridata giocate magistralmente, non può rompere la striscia positiva di reti segnate. Cerca sempre il tiro, cerca la porta di Beiranvand, colui che gli ha negato la gioia, parando il penalty. 

Nel finale di gara rischia anche di lasciare i suoi in inferiorità numerica e di saltare i possibili ottavi di finale. Un contatto con Pouraliganji costringe l'arbitro a chiedere nuovamente l'aiuto del Video Assistent Referee. Il direttore di gara Caceres non vede gli estremi per attribuire il cartellino rosso al fuoriclasse nativo di Madeira, ed opta per il giallo. Una prestazione incolore che rischia anche di condannare il Portogallo, dopo che l'Iran al 90' trova il pareggio su rigore e poi ha una clamorosa occasione per passare addirittura in vantaggio. Ora sulla strada del Portogallo ci sarà l'Uruguay, a punteggio pieno nel Girone A, e con la propria porta ancora immacolata. Non sarà una sfida semplice per nessuna delle due. La Nazionale di Santos, però, avrà bisogno del suo fuoriclasse nelle migliori condizioni per continuare a sognare, sperare in qualcosa di grande in Russia.