Real Madrid, inizia il dopo-Ronaldo
Fotomontaggio VAVEL. | Foto da Twitter.

Real Madrid, inizia il dopo-Ronaldo

Lewandowski, Hazard, Kane, Mbappé o Neymar: Perez prepara un paio di grandi colpi per dimenticare in fretta il fuoriclasse portoghese. Ed intanto cerca l'affondo per Alisson

Phillip-Sottile
Gianluigi Sottile

Florentino Perez conosceva le intenzioni di Cristiano Ronaldo da alcuni mesi ormai, anche con una certa chiarezza. Il presidente del Real Madrid sarebbe dunque gravemente colpevole adesso se non avesse preparato alcun piano per sostituire il fuoriclasse portoghese, da ieri nuovo giocatore della Juventus; non sembra questo però il caso. L'idea del club è di sostituire il 7 con almeno un paio di acquisti di grande spessore. Sul web impazzano le voci riguardo alcuni profili che potrebbero fare al caso dei campioni d'Europa: mettiamo quindi un po' di ordine.

Al centro dei desideri dei tifosi Blancos - e della dirigenza Blanca - c'è Neymar. Il brasiliano è stato acquistato dal Paris Saint-Germain un anno fa per 222 milioni di euro e non ha trascorso un 2018 felice, tralasciando il dominio scontato nei confini francesi, subendo prima l'eliminazione dalla Champions League e più di recente dal Mondiale. Non è così difficile immaginare che a queste condizioni arriverà un tentativo delle Merengues per riportare il numero 10 dei parigini in Spagna, è più complicato pensare che ne verrà fuori qualcosa di concreto. Nasser Al-Khelaifi si opporrà strenuamente alla cessione del suo gioiello, e la sua è una di quelle opposizioni molto complesse da superare. Bisognerebbe che il calciatore si sbilanciasse in maniera netta ed al momento questo scenario, semplicemente, non esiste.

Discorso simile per l'altro identikit più chiacchierato, quello di Kylian Mbappé. Compagno di squadra di Neymar al PSG, ha più volte dichiarato di sognare di vestire la maglia dei Galacticos, ma al momento è molto difficoltoso pensare ad una sua cessione senza una richiesta ufficiale. Non esiste un giocatore che al 100% non vestirà mai la maglia del Real, ma sicuramente i due attaccanti menzionati rappresentano profili complicatissimi da raggiungere.

Occhio però, perchè la wishlist non finisce qui. Gli occhi di Perez in particolare sono ben attenti verso la Premier League, dove soggiornano alcuni giocatori piuttosto interessanti. Su tutti, Eden Hazard. Protagonista di un grande Mondiale, l'ala del Chelsea rappresenta sicuramente un nome da top club europeo. I Blues non vorrebbero privarsene, ma il belga ha già più volte strizzato l'occhio alla possibilità di un addio. In Spagna viene data per certa la sua dipartita dall'Inghilterra nei prossimi mesi, e certamente un posto per lui verrebbe riservato con piacere da Lopetegui. Più defilato il discorso riguardo Harry Kane, che piace tanto ma costa tantissimo (si dice che il Tottenham sia arrivato a chiedere 200 milioni), e comunque non garantirebbe quell'esperienza internazionale che da queste parti è un fattore pesante e non poco.

Resta ben presente invece il nome di Robert Lewandowski. Circa un mese fa, il polacco aveva virtualmente dato l'addio pubblicamente al Bayern Monaco, dichiarandosi in cerca di nuovi stimoli. In Germania da allora si dice che il suo rapporto con die Roten sia risanato, ma un'offerta del Real Madrid rimetterebbe nuovamente il tutto in discussione. L'ex BVB pare essere una delle priorità ed è attesa una proposta ufficiale nei prossimi giorni: in questo caso, bisogna semplicemente attendere nuovi sviluppi.

Infine, dietro a tutte queste ipotesi, per i Blancos ci sono anche eventuali trattative da portare avanti in altri reparti. Ad esempio c'è la porta, dove Alisson rimane un obiettivo definito, per cui è stata fatta una prima offerta da 50 milioni più 10 di bonus. La Roma è ferma sulla propria valutazione di 75 milioni e difficilmente abbasserà più di tanto il tiro. Per calmare un po' una piazza in questo momento bollente, ora tutti attendono un rilancio per l'estremo difensore sudamericano, ma la realtà è che non si tratta di una priorità. Arriverà certamente un'altra proposta, non tanto alta quanto la vorrebbe Monchi, ma già più vicina alla cifra di cui sopra. Aspettare è la parola chiave. Il calciomercato è anche questo.

VAVEL Logo