Barcellona in salsa francese: preso Lenglet, Rabiot ad un passo

Pagata la clausola del difensore ex Siviglia, si cerca l'accordo con il PSG per il centrocampista; presentato Arthur, spunta l'idea Kantè.

Barcellona in salsa francese: preso Lenglet, Rabiot ad un passo
Barcellona in salsa francese: preso Lenglet, Rabiot ad un passo

Un difensore è ufficiale, un centrocampista quasi. Il Barcellona si concentra su due obiettivi francesi, tra Clement Lenglet già arrivato, e Adrien Rabiot.

Per il primo è stata pagata al Siviglia la clausola di risoluzione da 35.9 milioni di euro ed ha firmato un contratto con il Barça fino al 2023 con l’inserimento di una nuova clausola da 300 milioni; il giocatore ha espresso tutta la sua felicità al sito ufficiale del club: “Sono molto contento di vestire questa maglia, è un sogno per tutti i calciatori. Cercherò di fare il massimo per crescere e per aiutare la squadra”. Per Rabiot invece è praticamente raggiunto l’accordo con il Paris Saint-Germain per il trasferimento del classe ‘95 a Barcellona, sulla base di 40 milioni di euro ed un contratto per il giocatore da 7 milioni annui; i parigini sono costretti a vendere per rientrare nei parametri nel fair play finanziario ed il francese è il profilo giusto per incassare denaro fresco, visto il valore del giocatore ma allo stesso tempo non essendo una pedina fondamentale nel nuovo scacchiere di Thomas Tuchel. Nelle ultime ore è spuntata anche la voce di un interessamento dei blaugrana per un altro francese, ossia N’Golo Kantè, che sta disputando un Mondiale clamoroso: in attesa di un confronto con il nuovo tecnico Maurizio Sarri e visto il legame forte con l’esonerato Antonio Conte, il mediano potrebbe essere spinto a lasciare il Chelsea per accasarsi in Spagna, dove giocherebbe la Champions League – a Londra si dovrebbe accontentare dell’Europa League.

Intanto per il reparto di centrocampo – orfano di Andres Iniesta e di Paulinho, tornato al Guangzhou Evergrande per 50 milioni – è stato presentato ufficialmente Arthur Melo: classe ‘96, il brasiliano è stato prelevato dal Gremio per 40 milioni di euro – bonus compresi – ed ha firmato un contratto fino al 2024 con una clausola di risoluzione pari a 400 milioni di euro.