Chelsea, buone indicazioni per Sarri
Chelsea, buone indicazioni per Sarri - Foto Chelsea FC

Chelsea, buone indicazioni per Sarri

Prima uscita negli States per i Blues dell'ex tecnico del Napoli: oltre al solito Jorginho, buone prove per Pedro e Hudson-Odoi, migliora Morata.

andrea-bugno
Andrea Bugno

"Stiamo facendo un buon lavoro e per ora siamo soddisfatti". Testo e parole di Maurizio Sarri, nuovo allenatore del Chelsea che, ai microfoni di Sky Sport, ha parlato del lavoro svolto nei primi giorni alla guida dei Blues londinesi al termine dell'amichevole che ha visto gli inglesi battere l'Inter ai calci di rigore (1-1 nei tempi regolamentari). Lavoro che non può essere di certo completo, ma che inizia a dare i suoi frutti: buona la prestazione di Jorginho in cabina di regia, già padrone della mediana e dei tempi della squadra, stesso dicasi per Fabregas al suo fianco, per Pedro e Hudson in attacco, a tratti incontenibile. Proprio a proposito del regista ex italo-brasiliano, il tecnico ha ribadito: "Vi stupite della sua partita? Guardate che questo è stato per lui un match normale. Per il mio tipo di calcio è un giocatore meraviglioso". 

Visibilmente soddisfatto, come detto, il tecnico toscano ex Napoli, il quale tuttavia sottolinea il ritardo di preparazione dei suoi: "E' un lavoro parziale, i ragazzi che sono a disposizione che non sono nemmeno la maggioranza, stanno facendo bene, siamo indietro rispetto ad altre squadre, l'Inter per esempio era alla quinta amichevole, sotto tanti punti di vista". Buone indicazioni anche dai giovani, in attesa del ritorno dei Nazionali: "La mia esperienza per il calcio inglese è limitata per capire cosa potremo fare in questa stagione. Abbiamo ragazzi molto giovani che non so cosa potranno fare ma so che i loro nomi si sentiranno con frequenza nei prossimi anni".

Inevitabile non guardare anche al mercato, con il nome di Hazard che continua a ronzare nelle mire del Real Madrid: "I giocatori forti gli allenatori li vogliono trattenere sempre ma il giocatore forte deve rimanere con forti motivazioni, noi speriamo di riuscire a trattenerlo e di farlo con le motivazioni giuste". Sempre sul fronte offensivo, Sarri medita sull'acquisto del Pipita Higuain, il quale potrebbe prendere il posto di Alvaro Morata, attualmente centravanti titolare che tuttavia si sta muovendo sempre meglio negli schemi sarriani: "Higuain? Sto aspettando il miglior Morata, si è mosso molto meglio rispetto alla gara in Australia e la cosa mi lascia molta fiducia".

VAVEL Logo