Premier League - La situazione dopo le prime quattro giornate

Vediamo il campionato della Regina cosa ci ha detto dopo questo scorcio iniziale.

Premier League - La situazione dopo le prime quattro giornate
twitter premier

La Premier League è sempre spettacolo, non esiste la banalità. Dopo le prime quattro giornate, i teorici del "City ammazzerà la stagione" devono ricredersi. La squadra di Guardiola è a ridosso della vetta, ma due lunghezze sotto per via del pareggio contro i Wolves. I Blu di Manchester devono fare i conti con il grave infortunio di De Bruyne, non cosa da poco. Ne possono approfittare il Liverpool di Klopp e Salah, dai quali ci aspettavamo una partenza da punteggio pieno, il Chelsea, a cui la cura Sarri sembra fare effetto in maniera molto positiva, e la sorpresa Watford, destinata non si sa a durare quanto, ma capace di proporre un suo stile e un gioco interessante per una squadra da media classifica.

Il Tottenham è la vera incognita. Mercato inesistente e stesso allenatore, nessun cambiamento, la scelta di proseguire sulla via tracciata - il sigillo con il Manchester United può essere il trampolino verso la gloria. Dietro, un Bournemouth a ridosso delle grandi, insieme a Everton e Leicester, in netta ascesa. Benino, per ora, l'Arsenal di Emery, il quale sta rodando i meccanismi post era Wenger - calendario da bollino rosso in avvio ma segnali intriganti. Crisi nera per Mourinho e lo United. I rapporti tra tecnico, gruppo e società sono ai minimi storici, l'affermazione sul rettangolo del Burnley smorza solo parzialmente la tensione.

Wolves e Southampton devono risalire in fretta, complice anche un approccio non dei migliori. Il Fulham, tornato in Premier, cerca equilibrio per la stagione in corso, come Brighton, Crystal Palace e Huddersfield. Il Cardiff lotterà, come i club citati prima, per una salvezza ad oggi difficile da sognare per una squadra affetta da pareggite. Il Burnley deve resettare tutto e in fretta, dopo la stagione brillante condita con i preliminari di Europa League dello scorso anno.

Newcastle e West Ham sono da recuperare immediamente in zone di classifica che, per storia e blasone, devono essere diverse dalle ultime. La Premier, dopo la sosta, è pronta a farci saltare dal divano con Tottenham-Liverpool e tutte le sue meravigliose partite lottate dal primo all'ultimo minuto di gioco.