Prima vittoria per Arteta con l'Arsenal: United battuto 2-0
L'esultanza dopo il 2-0 di Sokratis. | Foto: Twitter @Arsenal

Nel primo match del 2020 arriva finalmente il primo successo sulla panchina dell’Arsenal per Mikel Arteta che batte 2-0 all’Emirates un pessimo Manchester United. Il neo tecnico dei Gunners può finalmente gioire per i tre punti dopo aver raccolto un pareggio e una sconfitta, quest’ultima proprio in casa tre giorni fa nel Derby con il Chelsea: la tristezza per la sconfitta contro i Blues viene immediatamente cancellata dalle reti di Pepé, tra i migliori in campo, e Sokratis nella prima frazione che stendono lo United di Solskjaer evidentemente meno brillante e performante rispetto alle ultime due uscite. Tre punti importanti per l’Arsenal che si porta al 10° posto in classifica, superando l’Everton fermato dal City e portandosi a -4 dal 5° posto dei Red Devils.

Le formazioni

Schieramento speculare per Arteta e Solskjaer che scelgono il 4-2-3-1: nei Gunners gioca dal 1’ Kolasinac sulla sinistra, Pepé sulla trequarti insieme a Ozil e Aubameyang a supporto dell’unica punta Lacazette; nello United niente panchina addirittura per Pogba, mentre l’attacco è tutto velocità con James, Lingard e Rashford dietro a Anthony Martial.

La partita

La sconfitta in rimonta nel Derby contro il Chelsea non pesa per niente all’Arsenal che gioca un primo tempo a ritmi altissimi, con grande qualità chiudendo lo United nella propria trequarti e senza mai concedergli spazio per ripartire con i quattro velocisti offensivi. E il forcing dei Gunners porta subito i suoi frutti perché già all’8’ Arteta può esultare per il gol dell’1-0: nasce tutto sulla sinistra dove Kolasinac balla sulla linea del fuorigioco, crossa in mezzo con la deviazione di Lindelof che mette Pepé nelle condizioni migliori di calciare da dentro l’area di rigore da dove col sinistro buca de Gea e porta avanti i suoi. Risposta subito importante anche di Pepé che non si ferma al gol ma poco dopo si inventa la chance per Aubameyang: sterzata su Shaw che va a terra, cross sul secondo palo per il gabonese il quale va in sforbiciata ma non trova la porta.

Il pressing alto dei ragazzi di Arteta permette non solo un immediato recupero palla ma anche tante verticalizzazioni come quella che al 32’ manda Lacazette in area a lottare con Maguire che viene superato di fisico dal francese il quale si ritrova davanti alla porta di de Gea graziato dal disastroso tiro di esterno dell’ex OL che termina a lato.

Il tiro di Pepé sul palo. | Foto: Twitter @Arsenal
Il tiro di Pepé sul palo. | Foto: Twitter @Arsenal

Nel finale di tempo però lo United va fuori giri e inizia a regalare chance all’Arsenal come al 38’ con il rilancio proprio di de Gea sui piedi di Pepé che di sinistro la piazza sul palo. È solo questione di minuti perché il raddoppio arriva al 42’: corner sempre di Pepé, spizzata di Lacazette respinta corta da de Gea dove arriva Sokratis che non può sbagliare da pochi passi per il 2-0.

La ripresa vede sicuramente uno United più intraprendente che ci prova in avvio con Fred dalla distanza, ma senza creare particolari problemi a Leno che resta a guardare per buona parte anche della ripresa: i Red Devils ci prova sì con più convinzione ma senza troppe idee in avanti dove sulla trequarti Lingard non entra mai veramente in partita.

Ozil e Matic in azione. | Foto: Twitter @ManUtd
Ozil e Matic in azione. | Foto: Twitter @ManUtd

Per vedere un altro intervento del portiere tedesco serve attendere addirittura fino al 72’ con il tentativo di Greenwood, subentrato nella ripresa a Daniel James anche lui sotto tono, ma il tiro non è irresistibile. Anche nel finale a sembrare più lucida, nonostante la fatica, è la squadra di Arteta che sfrutta il campo aperto lasciato dallo sbilanciamento dello United ma non riesce a colpire ulteriormente dalle parti di de Gea: all’Emirates finisce 2-0.

Il tabellino

Arsenal: 4-2-3-1 | Leno; Maitland-Niles, Sokratis, David Luiz, Kolasinac (Saka, min. 69); Torreira, Xhaka; Pepé (Nelson, min. 63), Ozil, Aubameyang; Lacazette (Guendouzi, min. 82).

Manchester United: 4-2-3-1 | de Gea; Wan-Bissaka, Lindelof, Maguire, Shaw; Fred, Matic (Mata, min. 81); James (Greenwood, min. 58), Lingard (Andreas Pereira, min. 58), Rashford; Martial.

Arbitro Chris Kavanagh. Ammoniti Kolasinac (min. 3), Saka (min. 82).

Match valido per la 20^ giornata di Premier League. Si gioca all’Emirates Stadium di Londra.

VAVEL Logo