La Grecia alla prova del mondiale brasiliano

La squadra allenata da Fernando Santos proverà a superare un girone senza squadre realmente dominanti, a parte forse la Colombia, ma dove le altre rose sembrano comunque superiori a quella degli ellenici.

La Grecia alla prova del mondiale brasiliano
La Grecia alla prova del mondiale brasiliano

In Grecia sono tutti rimasti fermi all'Europeo portoghese del 2004 quando la squadra ellenica fece un vero e proprio miracolo riuscendo a vincere il torneo. Di quella squadra ci sono ancora alcuni dei veterani come l'immortale Karagounis e l'altro centrocampista Katsouranis ma anche dei giovani che stanno cercando di creare il giusto riciclo nella nazionale come Tachtsidis e Fetfatzidis. La Grecia è inserita nel girone C dove affronterà Colombia, Costa D'Avorio e Giappone. Sulla carta i greci sembrano non avere molte chances di superare il turno ma la nazionale guidata da Fernando Santos ha la capacità di sorprendere e di sfruttare i passi falsi altrui.

PERCORSO DI AVVICINAMENTO: La qualificazione a questi mondiali brasiliani i greci se la sono dovuta sudare fino all'ultimo momento. Il girone di qualificazione della Grecia è abbordabile ma alla fine gli ellenici chiudono a pari punti con la Bosnia e per gli scontri diretti sono costretti a giocare gli spareggi. La nazionale di Santos affronta la Romania negli spareggi, superandola per 3-1 in casa e pareggiando 1-1 in Romania. Il pass per il Brasile arriva ma quanta fatica. Nella squadra ci sono alcune buone individualità ma la difesa non è molto affidabile e il centrocampo gioca a ritmi fin troppo bassi per gli standard continentali.

CONVOCAZIONI: Santos opta per un mix di esperienza e gioventù. Nei 23 sono presenti super-veterani come Karagounis e Katsouranis, giocatori di provata esperienza continentale come Salpingidis, Gekas e Samaras, tutti collocati nel reparto offensivo. Ma non mancano anche giovani di talento alla prima vera grande esperienza internazionale come Tachtsidis, Manolas e Fetfatzidis. Il campionato italiano è presente con 5 giocatori, con il Bologna che fa la parte del leone con Kone e Christodoulopoulos. Dietro i leader sono Torosidis, Maniatis e Papastathopoulos, anche lui ex del nostro campionato e adesso al Borussia Dortmund. Nel complesso, a parte qualche nome come quello di Mitroglou, c'è un'evidente carenza di qualità nella rosa ellenica, che però rimane una squadra difficile da affrontare, con il suo approccio prudente e la capacità di far giocare male gli avversari.

AMICHEVOLI PRE-MONDIALE: Nelle due gare giocate finora dalla Grecia, contro Portogallo e Nigeria, sono arrivati due pareggi a reti bianche. In entrambe le partite la Grecia ha dimostrato una grande difficoltà a creare occasioni da gol limpide ma anche una buona capacità di annullare il gioco degli avversari, grazie ad un buon pressing e una efficace copertura difensiva.

CHANCES DI PASSAGGIO DEL TURNO: Colombia e Costa D'Avorio sembrano le favorite per il passaggio del turno nel gruppo C ma l'assenza di Falcao nei sudamericani e l'età media piuttosto alta della squadra africana non rendono impossibile uno spiraglio di qualificazione per i greci, che cercheranno di dire la loro assieme al Giappone allenato da Zaccheroni.