Live Brasile - Colombia, Mondiali 2014 in diretta

Live Brasile - Colombia, Mondiali 2014 in diretta
Brasile
2 1
Colombia
Brasile: (4-2-3-1) : Julio Cesar; Maicon, Thiago Silva, David Luiz, Marcelo; Fernandinho, Paulinho (85° Hernanes); Hulk (81° Ramires), Neymar (84° Henrique), Oscar; Fred. Panchina: Jefferson, Victor; Dani Alves, Maxwell, Dante; Willian, Bernard; Jo.Allenatore: Scolari.
Colombia: (4-4-1-1) : Ospina; Zuniga, Carlos Zapata, Yepes, Armero; Cuadrado (80° Quintero), Carlos Sanchez, Guarin, Ibarbo (46° Gustavo Adrian Ramos); James Rodriguez; Teofilo Gutierrez (70° Bacca). Panchina: Mondragon, Camilo Vargas; Balanta, Carlos Valdes, Arias; Aguilar, Mejia, Carlos Carbonero; , Jackson Martinez. Alleantore: Pekerman.
SCORE: 1-0, min.6, Thiago Silva (C), 2-0, min.68, David Luiz (B); 2-1,min.78, James Rodriguezs (C)
ARBITRO: Velasco Carballo (SPA). Ammonisce: Thiago Silva (B) al min.64; James Rodiguez (B) al min.68; Yepes (C) al min.71. Guardalinee: Roberto Alonso Fernandez, Juan Carlos Yuste. Quarto uomo: Moen.
NOTE: Si gioca al Castelao di Fortaleza, Cearà, Brasile. Quarto di finale dei Mondiali 2014 in Brasile per decretare la semifinalista che affronterà la Germania

E con questo è tutto, dopo un quarto di finale fra Brasile e Colombia letteralmente epico vi salutiamo. Da VAVEL Italia ed Antonello Angelillo è tutto. Appuntamento a domani per Olanda - Costa Rica e Argentina - Belgio.

Germania - Brasile si giocherà martedì 8 luglio alle ore 17 italiane al Mineirao di Belo Horizonte

Statistiche finali:

Migliori in campo: Thiago Silva e Mario Yepes. Rivedibile Neymar, infortunatosi negli ultimi minuti

Le immagini della commozione di James Rodriguez e dei brasiliani che lo consolano. Scena bellissima:

Le lacrime di dolore di James Rodriguez e quelle di gioia di Thiago Silva. Il quarto di finale fra Brasile e Colombia si conclude così. La Seleçao trionfa 2-1 dopo un secondo tempo di sofferenza e resistenza. Oltre al gol su punizione di David Luiz (fantastico), il Brasile combina poco ed è costretto dai cambi riparatori di Pekerman a soffrire fino al 90° dopo il rigore del 2-1 di James Rodriguez, come al solito presente ed irriducibile. Nel finale non basterranno gli affondi di Bacca e Ramos. Il Brasile avanza alle semifinali. La Colombia, dopo un Mondiale spettacolare, è eliminata.

95° - Fischia Velasco Carballo. SARA' BRASILE - GERMANIA LA SEMIFINALE. COLOMBIA FUORI! FINISCE QUI, 2-1 BRASILEEEE

93° - Mani in faccia di Hernanes a Zuniga. Punizione dalla fascia: Ospina va in area. Batte Quintero. Guarìn ultimo baluardo difensivo. RIMESSA DAL FONDO BRASILE!

91° - Thiago Silva mette fuori a volo d'angelo. Calcio d'angolo Colombia: batte James. Ramos allunga la traiettoria ma nessuno è sul secondo palo. Fuori

91° - Offensiva senza criterio di Bacca in area: testa bassa e nel marasma rimane per terra James Rodriguez che si lamenta con l'arbitro. Contropiede Brasile: Hernanes cerca Ramires ma sbaglia

90° - Saranno 5 i minuti di recupero. Sarà assalto Cafetero

87° - Ultima sostituzione per la Seleçao: dentro Henrique per un caludicante Neymar. Fred rimane unico attaccante. Centrocampo a 3 con Henrique fra Hernanes e Fernandinho, Oscar e Ramires larghi

85° - Secondo cambio per Scolari: dentro Hernanes che gestisce e fuori Paulinho

84° - Va ancora una volta in fuorigioco la Colombia che attaccava in 4 contro 3. Armero riceve in offside e si arrabbia con Bacca

81° - Primo cambio brasiliano, a dieci minuti dalla fine. Dentro il centometrista Ramires e fuori Hulk

80° - Finale da brividi. Il Brasile trema ed ha paura ora. BACCA SUL PRIMO PALOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO, si gela il Castelao. Palla che attraversa lo specchio della porta senza trovare padrone. Ma era fuorigioco

79° - Pekerman fa il suo terzo cambio. Fuori un fumoso Cuadrado e dentro Quintero, altro funambolico trequartista, come James.

78° - JAMES RODRIGUEZ SUL DISCHETTOOOOOOOOOO! DAGLI UNDICI METRI NON SBAGLIA IL NUMERO 10. SEI CENTRI AL MONDIALE E 2-1 COLOMBIA. SI RIAPRE LA PARTITA!!!

77° - CALCIO DI RIGORE PER LA COLOMBIAAA! JULIO CESAR ESCE SU BACCA E SI PRENDE IL GIALLO E RIGORE. GRANDE INTUIZIONE DI JAMES CHE IMBECCA L'ATTACCANTE DEL SIVIGLIA E PROVOCA LA SCIVOLATA DI JULIO CESAR. RISCHIA DI RIAPRIRSI LA GARA

76° - Yepes immenso ancora una volta su Neymar. Mario il colombiano è l'ultimo paletto fra Ney e Ospina ma vince lui

71° - Arrivano tutte adesso le ammonizioni. Giallo per Yepes. Si scalda Dante che sostituirà Thiago Silva con la Germania

70° - Il gol di David Luiz:

69° - Secondo cambio per Pekerman che manda in panchina un pessimo Teofilo Gutierrez e da entrare Bacca. Ancora snobbato Jackson Martinez

68° - DAVID LUIZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZ SEMPRE LUI DOPO IL CILE. SU PUNIZIONE SEGNA IL DIFENSOREEEEE, UN ALTRO DIFENSORE DOPO HUMMELS E THIAGO SILVA. E' 2-0 BRASILEEEEEEEEEEEEEEEE. UNA PUNIZIONE MAGNIFICAAAAAAAAAA. UN TIRO DI PIATTO CHE SI ALZA ED APRE SUL PALO DI OSPINA. BRASILE AD UN PASSO DALLE SEMIFINALI

67° - Seconda ammonizioe comminata da Carballo. Stavolta tocca a james Rodriguez che in copertura scivola sui piedi di Hulk e gli concede la punizione da lontano

65° - La palla vaga in area senza padrone e senza traiettoria fissaaaaaaaaaaaa! Occhio! Segna Yepes su carambola ma il guardalinee aveva fischiato fuorigioco. Gol annullato. 

64° - Intervento da vecchio lupo di mare di Yepes su Neymar lanciato verso la porta. Adesso punizione per la Colombia, ritmo spezzettato

63° - Pekerman ha abbassato Carlos Sanchez vicino a Yepes e Zapata alzando i terzini. Guarin e James davanti alla difesa e via al 3-4-3. Cuadrado e Ramos esterni e Teo centravanti. Intanto Thiago Silva commette un'ingenutià contrastando il rilancio di Ospina e si prende il giallo. Era diffidato e salterà, eventualmente, la Germania

62° - Flipper in area brasiliana su punizione della Colombia, Thiago Silva&co. mettono fuori. Il Brasile parte in contropiede, falciato Neymar da Cuadrado. Fallo

58° - Imprecisa l'apertura di Teo per Armero. Armero però la tiene in campo e la passa indietro per James. Palla che rimbalza e diventa preda del solito tiro al volo di Guarin: alto

54° - Sono 33 i falli fischiati dall'arbitro. Nonostante ciò ancora zero cartellini. Quasi 80 in più i passaggi completati dal Brasile rispetto a quelli della Colombia

54° - Per la Colombia si scaldano Quintero, Jackson Martinez e Bacca

52° - Esce alto Ospina su cross dal lato corto dell'area. Intanto scontro in area che per l'arbitro deriva da un fallo offensivo

51° - Ritmo molto più basso in questo secondo tempo. Adesso calcio d'angolo non assegnato al Brasile per deviazione di Zapata che per Velasco Carballo era di David Luiz

49° - Guizzo di James che si gira subìto e guarda la porta. Il tocco però viene deviato verso Cuadrado che cerca l'incursore. Julio Cesar in uscita è in vantaggio

46° - Eccolo Ramos che mette in mostra la corsa sull'out sinistro. Palla che va a perdersi in rimessa dal fondo

46° - Ripartiti!

23.05 - Pronto ad entrare Gustavo Adrian Ramos e non Jackson Martinez al posto di Ibarbo. Sarà 4-4-2 con James Rodriguez che torna in fascia, a sinistra. Primo cambio per Pekerman. Ramos è una seconda punta che gioca da pochissimo nel Borussia Dortmund

23.04 - Squadre pronte a rientrare in campo

Chi andrà a Belo Horizonte per affrontare la Germania in semifinale?

Un po' di statistiche:

Vantaggio meritato per il Brasile che sembra essersi sbloccato definitivamente. Potrebbe essere la svolta del torneo. Passato in vantaggio grazie al gol su calcio d'angolo di Neymar che ben indirizza sul secondo palo sulla testa di Thiago Silva. Una volta avanti i Pentacampeones non demordono, anzi. Attaccano a folate con voglia di spaccare il mondo. Hulk e Marcelo vanno più volte al tiro, il primo è l'MVP della prima frazione. La Colombia, invece, pare totalmente a disagio. James Rodriguez non si accende, Cuadrado è carica ma forse un po' fumoso (manda alle ortiche un'ottima occasione in contropiede), Ibarbo non si adatta benissimo alla fascai e Teofilo lì davanti e troppo solo.

Finisce il primo tempo a Fortaleza. Sul tabellino il punteggio è di 1-0 per il Brasile

45° - Sarà uno solo il minuto di recupero.

43° - Neymar studia Ospina. Pronto al calcio di punizione l'asso brasiliano. Calcia Neymaaaaaaaaaaaaaaaaar! Alta sul palo del portiere

40° - Brasile sospinto dai tifosi di casa, sopratutto nel pressing alto. La Colombia non ha tempo per architettare offensive efficaci. Intanto rimessa laterale per gli ospiti

38° - Tiro potentissimo di Hulk che non centra la porta ma sicuramente non avrà fatto passare attimi sereni agli spettatori sugli spalti.

37° - Break centrale di Paulinho al centro. Zapata deve ricorrere all'irregolarità per fermarlo

36° - Punizione di seconda secondo Velasco Carballo, James, Guarin e Cuadrado sul punto di battuta. Cuadrado lascia a James per l'effetto: intercetta la barriera

35° - Punizione per i Cafeteros. Cross di Armero, palla non ottima per Cuadrado che deve distriscarsi in uno stop per Ibarbo che si coordina per il tiro al volo. Fernandinho lo ferma. Punizione

33° - C'è spazio al centro per Neymar pescato da Marcelo. Neymar, a sua volta, allarga per l'altissimo Maicon. Ibarbo decide di espiare un po' di colpe sul groppone e torna in difesa a tutta velocità a mettere in angolo

31° - Neymar cerca lo scavetto a pescare qualcuno in area: tocco sbagliato. Ritmo alto. Il Brasile morde gli spazi, ha più fame ed arriva prima sulla palla. Colombia senz'anima

30° - Cavalcata fantastica di David Luiz che viene fermato solo sull'altra treqaurti da Zapata. Urla la torcida verdeoro. 

29° - Troppo solo Teofilo Gutierrez al centro dell'attacco colombiano. Ibarbo, largo, inoltre, non è per niente in partita

27° - HULKKKK. BENISSIMO IL MUSCOLOSO ATTACCANTE CHE SI SPOSTA LA PALLA IN AREA, ELUDE ZAPATA E TENTA LA BOTTA SUL PRIMO PALO. OSPINA PARA

26° - Si rende utile Hulk che prova qualche dribbling ma non trova fortuna. In seguito altro tiro di Marcelo, che evidentemente ci crede. Palla fuori

23° - Scintille a metà campo! James scalciato dai brasiliani ma la palla è in qualche modo in gioco ed il Brasile quasi non ne approfitta in contropiede mentre capitan Yepes è a centrocampo a protestare

21° - GRANDISSIMA CHANCE PER LA COLOMBIAAAAAAAA. JAMES RODRIGUEZ SCARTA TUTTI E SALE DALLA META' CAMPO, BRASILE SPACCATO. JAMES ALLARGA PER CUADRADO CHE GETTA LA PALLA IN 1 VS 3 CERCANDO TEOFILO GUTIERREZ

21° - In bambola la Colombia che pare esser stata aggredita emotivamente dalla grinta brasiliana

19° - HUUUUUUUUULK! Ottimo uno-due fra il giocatore dello Zenit e Neymar con O'Ney che concede il tiro al suo compagno. Ospina respinge e da fuori ci prova Oscar: parata. Marcelo riconquista subito dopo palla: angolo! Si accende la gara!!! Sul corner lo stesso Marcelo cerca il tiro: nulla di fatto

16° - Trema Ospina che vede prima Hulk - in seguito ad un dribbling geniale su Guarin - e poi David Luiz - ben contrastato - andare vicini al rendersi pericolosi dopo una brutta palla persa di Cuadrado

15° - Cerca di rispondere la Colombia sull'asse Cuadrado - James. Il primo ingrana, il secondo non è ancora entrato in campo e sbaglia lo stop

12° - Grande inizio di Fernandinho che fisicamente sta bene e recupera un altro pallone. Adesso però il giocatore del City rischia il giallo per un altro fallo a James Rodriguez

10° - Il gol di Thiago Silva:

9° - Grande sprint di Guarin sulla fascia destra, David Luiz arranca: palla in mezzo ma nulla di fatto. L'azione rimane viva e Cuadrado sparaaaaaaaaa! Di poco fuori. Occasione per la Colombia.

8° - Punizione per la Colombia per fallo su James Rodriguez. Anche qui distanza proibitva. Cuadrado ed - al solito - Guarin da questa posizione. Tira l'interista: palla altissima sulla traversa

7° - THIAGO SILVAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA, IL CAPITANO FA 1-0! BRASILE AVANTI AL CASTELAAAAAAAAAAAAAAO. SI SCROLLA DI DOSSA LA TENSIONE LA SELECAO. SU ANGOLO DI NEYMAR YEPES E ZAPATA MARCANO DAVID LUIZ E L'EX THIAGO SILVA VIENE PERSO DA CARLOS SANCHEZ SUL SECONDO PALO ED INSACCA

6° - Secondo ottimo break di Fernandinho che stavolta brucia James Rodriguez ed apre in profondità per Neymar. Ney contrastato da Zapata e si va di corner

4° - Batte invece Neymar. Palla troppo debole e troppo a giro che finisce larga alla destra di Ospina

3° - Punizione da posizione molto lontana per il Brasile. I granatieri Hulk e David Luiz sulla palla.

2° - Palla al Brasile: Paulinho accelera sulla destra ma viene contrastato da Yepes che mette in fallo laterale. Ibarbo ruba palla a Neymar

1° - Partiti. Subito un lancio lungo e senza criterio di Hulk. Ospina va alla rimessa in gioco

21.55 - Yepes e Thiago Silva i capitani

21.54 - Ecco gli anni delle due Nazionali. Colombia in tenuta rosso trasferta, Brasile in divisa verdeoro

21.51 - Squadre sugli scalini nella stanza antistante al manto erboso. Siete pronti?

21.45 - L'Estadio Fortaleza è una macchia gialla

21.38 - Gli spogliatoi:


21.37 - Fischi per Fred e Paulinho da parte dei tifosi brasiliani al momento delle formazioni annunciate dallo speaker

21.27 - I tiri di James Rodriguez in questo Mondiale. 7 su 8 sono stati indirizzati in porta

21.24 - Colombia: Mondragon, Camilo Vargas; Balanta, Carlos Valdes, Arias; Aguilar, Mejia, Quintero, Carlos Carbonero; Ramos, Jackson Martinez, Bacca

21.23 - Ecco le panchine. Brasile: Jefferson, Victor; Dani Alves, Maxwell, Henrique, Dante; Ramires, Hernanes, Willian, Bernard; Jo

21.21 - Ecco David Luiz che carica la squadra prima che il Brasile entri in campo a fare riscaldamento

21.17 - David Luiz e Neymar all'ingresso allo stadio

21.15 - 29° gradi, vento a 21 metri al secondo, 51% di umidità a Fortaleza

21.14 - Dopo i portierei brasiliani, entrati qualche minuto fa per riscaldarsi, adesso è il turno della Colombia. Intanto ecco i tifosi del Brasile all'ingresso 

21.14 - Non ci sono precedenti Mondiali fra le due squadre

21.01 - Importanti invece le novità colombiane. Niente 4-4-2  o 4-2-3-1 con sia Teofilo Gutierrez che Jackson Martinez ma 4-4-1-1. Davanti c'è solamente Teo con James Rodiguez a suo supporto. Nella linea a quattro di metà campo Ibarbo e Cuadrado ali, Carlos Sanchez e GUARIN (non Aguilar) al centro. La retroguardia rimane la stessa. Ecco l'XI al completo: Ospina; Zuniga, Carlos Zapata, Yepes, Armero; Cuadrado, Carlos Sanchez, Guarin, Ibarbo; James Rodriguez; Teofilo Gutierrez

21.00 - Ecco le formazioni ufficiali. PArtiamo dai padroni di casa del Brasile che confermano il 4-2-3-1 con cui hanno affrontato tutto il torneo. Due le novità: Paulinho sostituisce lo squalificato Luiz Gustavo in mezzo e Maicon al posto dello sciapito Dani Alves sulla catena di destra. Panchina per Hernanes. Ecco l'XI nel dettaglio: Julio Cesar; Maicon, Thiago Silva, David Luiz, Marcelo; Fernandinho, Paulinho; Hulk, Neymar, Oscar; Fred

21.00 - Disse Einstein: "Tutto è relativo. Prendete un ultracentenario che rompe uno specchio: sarà ben felice di avere alti 7 anni di vita". La massima del fisico tedesco incarna alla perfezione il quarto di finale di stasera fra Brasile e Colombia. La Colombia si approccia al grande appuntamento con un'euforia fuori dal comune, surfando sull'onda provocata dallo tsunami James Rodriguez, spensierata. Il Brasile ci arriva con un'ansia da prestazione immensa, con le lacrime che scavano solchi sulle guance, con Neymar indeciso fra il trattenere il sorriso che lo caratterizza e l'intristirsi ed isolarsi come il più comune dei Balotelli scalciato dai difensori avversari. Tutto questo e magari il contrario di questo sarà il secondo quarto di finale dei Mondiali 2014.

20.58 - Benvenuti alla live di Brasile - Colombia in diretta, quarto di finale dei Mondiali 2014 in Brasile, da VAVEL Italia ed Antonello Angelillo. Si decide chi affronta la vincente di Francia - Germania nella prima semifinale. Vi racconteremo tutto quanto in diretta con aggiornamenti testuali in tempo reale e punteggio aggiornato. 

20.57 - Si giocherà al Castelão di Fortaleza, stato brasiliano di Cearà (locazione nella foto a destra) dove finora si sono disputate Grecia - Costa d'Avorio 2-1, Uruguay - Costa Rica 1-3, Germania - Ghana 2-2 e Brasile - Messico 0-0. I Pentacampeão - in questo stadio - ci hanno già giocato, la Colombia non ancora ed oggi ci esordirà. Sarà l'ultima gara del Mondiale che si giochera al Castelão e sarà disputata alle 17 di Fortaleza ed alle 22 italiane. Il Brasile, con ritiro a Teresopolis ha dovuto percorrere 2484.663 Km per arirvare a Fortaleza, la Colombia 2915.423. Dagli ottavi di finale di Brasile e Colombia ad oggi sono passati cinque giorni e le squadre saranno quindi riposate. La temperatura prevista è intorno ai 27 gradi centigradi. La gara sarà diretta dall'arbitro Velasco Carballo (spagnolo). I guardalinee saranno Roberto Alonso Fernandez e Juan Carlos Yuste. Quarto uomo il norvegese Moen. Per il fischietto iberico sarà la terza gara diretta dopo Uruguay - Inghilterra 1-2 e Bosnia - Iran 3-1. E' internazionale dal 2008. La semifinale da cui arriverà una fra Brasile e Colombia si giocherà a Belo Horizonte.

20.55 - Chi ha maggiormente impressionato fra le due squadre in questi Mondiali è sicuramente la Colombia, capace di vincere tutte le partite che ha giocato. Messe in fila Grecia (3-0), Costa d'Avorio (2-1) e Giappone (1-4) nella fase a gironi e Uruguay (2-0) agli ottavi. I Cafeteros sono una delle tre squadre ad aver ottenuto il pass per il G8 Mondiale senza dover disputare i supplementari (le altre sono Olanda e Francia) e quindi saranno indubbiamente leggermente più riposati rispetto ai brasiliani. Finora hanno messo a segno 11 gol, 1 in meno dell'Olanda, e ne hanno subìti appena 2, miglior difesa delle squadre ancora in corsa insieme a Francia, Costa Rica e Belgio. Ha mandato a segno sei giocatori diversi: oltre alle 5 segnature dell'attuale capocannoniere James Rodriguez (5 reti) bisogna aggiungere i 2 di Jackson Martinez e i singoli gol segnati da Armero, Quintero, Cuadrado e Teofilo Gutierrez. Ospina è imbattuto da 135 minuti. Nel ranking FIFA sono posizionati all'ottavo gradino e stanno disputando il quarto Mondiale della loro storia. La spedizione colombiana ad un Mondiale più redditizia è l'attuale. 

20.53 - La loro stella è indubbiamente James Rodriguez, il miglior 10 del Mondiale e forse l'unico. Capace di magie nel vero senso della parola, agisce alle spalle della prima punta Jackson Martinez e la sua reputazione (e di conseguenza il prezzo del suo cartellino) hanno subìto un'impennata clamorosa. Ha messo a segno 5 gol e con due di essi ha deciso gli ottavi contro lo sterile Uruguay. Un 2-0 secco, senza appelli, che ha proiettato James nel gotha dei fuoriclasse europei. Al suo fianco si diverte a dribblare ogni avversario che cerci di fermarlo Cuadrado, anche lui salito alla ribalta durante i Mondiali. Gli altri due violini della fase offensiva colombiana sono Jackson Martinez ed uno fra Ibarbo (si passa al 4-2-3-1 con l'attaccante del Porto unica punta) e Teofilo Gutierrez (4-4-2 come con la Celeste: Teo e Jack davanti, James che si diverte a svariare fra fascia destra e trequarti). 

20.50 - Paradossalmente, nonostante sia la seconda squadra ad aver segnato più di tutti in questo Mondiale la Colombia non tira tantissimo in porta: 46 tiri (solo la Costa Rica, delle Nazionali ancora in corsa ha fatto peggio) ma ben 33 di quei 46 sono stati indirizzati in porta (70%). Insiema alla Costa Rica condivide anche la qualità dei passaggi, non eccelsa: solo il 72% dei passaggi cominciati vengono completati con successo. I Cafeteros attaccano prevalentamente da destra dove spinge la forza motrice di Cuadrado ed Armero. La Colombia ha sommato pochissimi cartellini (appena 3) nonostante i 76 tackles (47 vinti). Difficilmente la squadra di Pekerman va al cross (15 cross positivi) ma, al contrario, è una delle squadre con più assist vincenti (10). Ha segnato 9 gol su azione (2° squadra migliore) ed appena 2 da calcio piazzato.

20.47 - La Colombia è squadra duttile, capace di cambiare in quattro e quattr'otto la propria faccia e di passare dal 4-2-3-1 vistosi nei primi assaggi di Mondiale al 4-4-2 con due punte esplorato anche contro l'Uruguay. Per la gara contro il Brasile, il buon Pekerman pare stia studiando anche un 4-4-1-1 in cui il solo James Rodriguez fa da raccordo fra centrocampo e Jackson Martinez (in vantaggio su Teofilo qualora Pekerman dovesse optare per una sola punta). A centrocampo ci sarebbero Cuadrado a destra e Carlos Sanchez ed Aguilar in mezzo. Resta da capire chi sarebbe l'eventualeesterno sinistro che il C.T. colombiano pescherebbe per varare il 4-4-1-1. Tante le ipotesi: 1) Quintero 2) Guarin 3) Ramos 4) Ibarbo 5) alzare Armero ed inserire un difensore. Sempre che sia James a fare da trequartista... Insomma: è uno il grande dubbio di Pekerman alla vigilia: 4-4-2 o 4-4-1-1? Tuttavia la via più probabile sembra quella del 4-4-2 con Jackson Martinez e Teofilo Gutierrez davanti e Cuadrado e James larghi. Per il resto tutto confermato con Zuniga, Yepes, Zapata ed Armero a chiudere l'undici previsto per la sfida al Brasile. . I diffidati sono Carlos Sanchez e Guarin

20.45 - Meno entusiasmi ha destato finora il percorso del Brasile, capace di vincere solamente 2 dei 4 incontri disputati. 1-1 con il Cile e 0-0 con il Messico al termine dei regolamentari oltre al 3-1 alla Croazia ed all'1-4 al Camerun. 7 punti nel girone A e primato in esso ottenuto solamente grazie alla differenza reti. Il gioco che non c'è e l'evidente dipendenza dalle giocate di Neymar che si erano intravisti nelle prime tre gare sono state rimarcate nell'ottavo di finale con il Cile, regolato solamente grazie ad un eroico Julio Cesar quando si è trattato di neutralizzare i penalty cileni. I gol fatti sono 8 (4 delle altre 7 squadre ancora in corsa hanno fatto meglio) e quelli incassati 3 (4 delle altre 7 Nazionali ancora in gioco hanno un bottino migliore). Cinque i marcatori del Brasile in questi Mondiali: Neymar (4 gol), Fernandinho, Oscar, Fred e David Luiz (1 ciascuno) mentre Julio Cesar non incassa gol da 88 minuti. I brasiliani sono alla 19° apparizione ai Mondiali, vinti in cinque occasioni. Occupano il terzo posto nel ranking FIFA.

20.40 - Il Brasile è stato additato da tutti come favorito alla vittoria finale sin dall'alba della competizione, visto e considerato il fattore casalingo. Figuratevi adesso, che grandi potenze (o presunte tali) come Spagna, Italia, Inghilterra e Portogallo sono state sbattute fuori. L'ansia di dover giocare ogni gara come la netta favorita del torneo, combinata alla suddetta assenza di una trama di gioco importante, non ha fatto che appesantire il fardello che Thiago Silva (il capitano) e sopratutto Neymar (il fuoriclasse) si portano sulle spalle. Sono stati proprio loro due, con due pianti liberatori subìto dopo la vittoria col Cile, a far scoppiare il tormentone a Rio e dintorni. "Squadra depressa", secondo molti, ed evidentemente anche secondo Felipe Scolari che ha richiamato con sé una delle tre piscologhe che con lui avevano tracciato i profili dei 23 convocati per il torneo. Trattasi di Regina Brandao che curerà lo squilibrio emozionale che ha segnalato lo staff tecnico brasiliano. Vedremo se ne gioverà anche il gioco del Brasile, sembrato francamente poca cosa. Fantasmagorici nel senso negativo della parola i Mondiali di Fred, Hulk, Oscar, Paulinho e Dani Alves, rivedibile quello di Thiago Silva. Gli unici due verdeoro a salvarsi finora sono stati Neymar e Luiz Gustavo. 

20.32 - Quel Luiz Gustavo che oggi non ci sarà per colpa del giallo rimediato contro il Cile che - sommato a quello beccato all'88° nella gara inaugurale - ha fatto scattare la squalifica. L'assenza del giocatore del Wolfsburg potrebbe essere la goccia che fa traboccare il vaso, l'ultimo granello di sabbia necessario per far pendere la bilancia finalmente verso il cambio di modulo (o almeno di sistema tattico) da parte di Scolari. Anche Felipao, come il Pek, sta meditando cambi: secondo le ultime indiscrezioni, a Teresopolis, il C.T. brasiliano avrebbe studiato un 3-4-3 innovativo. Fra David Luiz e Thiago Silva, dietro, si inserirebbe il napoletano Henrique (capace anche di stare qualche metro più avanti) sia per concedere al Brasile un piede in più col quale far partire l'azione e sia per disporre di un marcatore esclusivo per James Rodriguez. A centrocampo si alzerebbero entrambi i terzini: Marcelo a sinistra e... e Maicon a destra (starà fuori Dani Alves). Centralmente spazio a Fernandinho che ha ormai preso il posto di Paulinho dall'ultimo quarto d'ora con il Camerun, ed uno fra Paulinho ed Hernanes, deputati a sostituire Luiz Gustavo. Davanti Neymar falso nueve con ai suoi lati gli opachi Oscar ed Hulk. Anche qui però persiste la sensazione che Scolari si affidi al 4-2-3-1 abituale  con i soliti noti in campo. Attenzione all'ammonizione che si porta dietro da un bel po' Neymar: in caso di altro giallo scatta lo stop. Gli altri diffidati sono Thiago Silva e Ramires. Queste le due ipotesi:

20.26 - Il Brasile attacca prevalentemente dalla fasce (79 attacchi da sinistra, 83 da destra). E' la terza squadra di quelle ancora in lotta per la vittoria finale con più fuorigiochi fischiati (11). Il Brasile è una delle squadre peggiori quando si tratta di sventare un attacco avversario cercando la cosiddetta spazzata: appena 39 delle 50 "clearances" provate sono andate a buon termine (peggior squadra di quelle ancora in Brasile). Tuttavia  non è per niente una squadra poco combattiva: è infatti prima per tackles (105, di gran lunga migliore della seconda, la Grecia con 84), tackles vinti (77) e tackles subìti (109, di cui la maggior parte per fermare Neymar). Inoltre è' la squadra con più cartellini gialli ricevuti (8, insieme ad Uruguay e Messico) nonostane i 65 falli commessi appena (la media di un giallo ogni 8.1 falli) ed è indubbiamente una delle squadre che ha subìto più falli (72, 3° posizione). E' davanti solamente alla Colombia per quanto riguarda la percentuale di passaggi positivi (appena il 74% di quelli tentati).

20.20 - Una delle cose che i brasiliani più apprezzano di questa Colombia è sicuramente la capacità innata a ballare dei Cafeteros, mostrata da Armero&co. dopo ogni gol. Racconta il terzino: "Il mio Palmeiras affrontava il Santos. Andarono in vantaggio e Neymar, Robinho e Ganso si misero a ballare per festeggiare il gol. Ma noi pareggiammo grazie ad un mio cross per Robert ed anche noi cominciammo a ballare. I tifosi avversari ci cominciarono ad insultare ma poi videro la maniera in cui ballavo e cominciarono a ridere". Il ballo di Armero in Brasile diventò l'Armeration e tutti se ne sono ricordati quando nella gara inaugurale della Colombia, Pablo ha sbloccato il risultato tornando a ballare: "E' bellissimo che la gente ancora lo ricordi". Armero, dopo qualche dolce ricordo, si è concentrato sul quarto con il Brasile: "Stiamo lavorando duramente per andare più in fondo possibile. Dalla prima partita abbiamo saputo che nulla sarebbe stato facile ed il nostro approccio è quello di fare un passo alla volta. Non siam venuti qui per divertirci ma per mettercela tutta per arrivare alla gloria. Con il Brasile sarà una grande gara perché entrambe le squadre giocano un buon calcio. Il Brasile non forte? Il Brasile non è debole se me lo chiedi. Ciò che sta succedendo è semplicemente che ogni squadra vuole andare avanti, tutti vogliono vincere e tutti lo stanno mostrando. Bisogna ricordare anche che il Cile è una squadra con grandi giocatori, difficile da battere. Se dovremo annulare la minaccia Neymar allora tutti noi quanti dovremo aiutare chi lo marcherà.S iamo una squadra compatta e sappiamo tutti che se giochiamo l'uno per altro tendiamo ad avere risultati".

20.17 - Chiamato, Ney, ha risposto, descrivendo il periodo non eccezionale del suo Brasile: " Non si può sempre vincere 4-0 o 5-0 e divertirsi. Al giorno d'oggi il calcio è molto difficille tanto che di solito vince la squadrache più si è impegnata. Non voglio uno show, quella è l'ultima cosa che cerchiamo di fare. Non siamo qui necessariamente per dare spettacolo, siamo qui per andare fino in fondo. Mi piacerebbe anche non giocare bene ma vincere comunque 1-0, sarebbe meraviglioso. Io sto bene, rilassatevi. 3-4-3? Sono capace di entrare in ogni modulo. Abbiamo un grande allenatore che saprà come schierarci. Con o senza un centravanti puro dobbiamo comunque giocare a calcio."

20.13 - Nella conferenza pre-gara Scolari si è espresso in questa maniera: "Giocheremo contro una delle migliori squadre del torneo (la Colombia, n.d.r.), non sarà la fine del mondo se perdiamo. La mia vita e quella dei giocatori continuerà comunque. Sarà il quinto di sette passi. Sono gare ad eliminazione diretta, i giocatori sanno di poter essere eliminati come sanno di poter passare il turno. Dobbiamo prenderci le nostre responsabilità e cercare di arrivare in finale. Per fare questo abbiamo bisogno di fare aggiustamenti perché abbiamo le doti per arrivarci, in finale. Non intendo usare nessuna marcatura speciale per un avversario in particolare: ci dobbiamo preoccupare della Colombia come squadra, una Nazionale con un bel gioco e ben organizzata. Rispetto al Cile, la Colombia, è una squadra più tecnica e quindi con un gioco migliore. Con loro non esiste rivalità, sono una squadra "amica". Le noste rivalità sono con Uruguay, Cile ed Argentina, perciò la partita col Cile ci è risultata più difficile di quanto risulterà quella con la Colombia. Sono fiducioso dei 23 giocatori che ho convocato, non voglio annunciare nessun cambio di formazione".

20.08 - Questo invece il virgolettato di Pekerman, C.T. della Colombia: "Stiamo vivendo un momento speciale. Affrontare la Seleçao è una storia incredibile. Il Brasile è pentacampione ed è parte della storia del calcio. Ma anche la mia Colombia ha un gran numero di talenti. La mia squadra è portata ad attaccare. E’ questa la sua indole. Lo abbiamo dimostrato anche nel girone eliminatorio segnando tanti gol. Ma il Brasile è il Brasile, dovremo avere equilibrio in campo. Se ho paura di un arbitraggio in favore del Brasile? Gli arbitri possono sbagliare come i giocatori, gli allenatori, i dirigenti. Ma noi vogliamo vivere questo quarto di finale senza alimentare sospetti. Senza temere che il direttore di gara possa essere condizionato dal fatto che Neymar e compagni giochino in casa. Il nostro unico pensiero deve essere quello di giocare un bel calcio. Solo così potremmo entrare nelle quattro finaliste. Un risultato che sarebbe storico". Naturalmente dribblate le domande sulla formazione, Pekerman conclude l'ultimo grido di battaglia: "Sarà una partita divertente, non potrebbe essere altrimenti con così tanti grandi giocatori in campo. La Seleçao ha una grande storia, ma noi non partiamo battuti".

20.00 - I precedenti fra Brasile e Colombia sono 25. Di gran lunga migliore il bottino verdeoro che conta 15 vittorie brasiliane contro le appena 2 colombiane. 8 i pareggi. Ancor più eclatante il conto delle reti: 55 quelle brasiliane, appena 11 le colombiane. Eppure, negli ultimi 10 anni il Brasile non ha ancora battuto una volta la Colombia: i due team vengono da quattro pareggi conseutivi di fila. Il 14 ottobre 2004 0-0 alle qualificazioni per il Mondiale tedesco. Il 14 ottobre 2007 altro 0-0 alle qualifcazioni per i Mondiali sudafricani. Un pareggio a reti bianche che si ripeterà ad un anno e due giorni di distanza sempre nell'ambito delle qualificazioni a Sudafrica 2010. Chiude il quadro l'1-1 in amichevole ottenuto il 15 novembre 2012 con reti di Neymar e Cuadrado.