L'Italia e Conte ripartono da Balotelli

Prima chiamata per Super Mario da quando l'ex tecnico bianconero siede sulla panchina azzurra. La qualificazione ai prossimi Europei passerà anche dai suoi piedi.

Non é un momento facile per l'Italia e per il calcio in particolare, meglio conoscere i propri pregi allora, sfruttarli a proprio favore, crederci. Accanto a una spasmodica attenzione tattica nei confronti dell'avversario di turno, c'è il talento. Quello vero lo possiedono in pochi e nessuno di loro ne é pienamente consapevole.

Mario Balotelli, calciatore moderno più per spostamenti e biglietti aerei collezionati che per numeri in campo, lo sa bene e raccoglie una delle ultime sfide della carriera. Non ci saranno le stelle di Neymar o CR7 a fermarlo. L'unico ostacolo sarà Mario stesso. Tra il tutto (o il niente) Antonio Conte si aspetta una prestazione di livello da subito da parte dell'ex bomber, l'Italia intera é alla ricerca disperata di soddisfazioni calcistiche e non solo.

Quando il gioco si fa duro non é il caso di sparire ma di mostrare in mondo visione le proprie qualità. E quanto a genio noi italiani non dobbiamo imparare niente da nessuno.