Europeo Under 21, girone A: Germania, Serbia, Danimarca, Repubblica Ceca. Chi in semifinale?

Repubblica Ceca - Germania e Danimarca - Serbia chiudono il girone A dell'Europeo Under 21. Tutte ancora in corsa, tutte ancora possibilmente eliminate

Europeo Under 21, girone A: Germania, Serbia, Danimarca, Repubblica Ceca. Chi in semifinale?
Europeo Under 21, girone A: Germania, Serbia, Danimarca, R.Ceca. Chi in semifinale?

Si decidono stasera le due Nazionali Under 21 che accederanno alla Final Four dell'Europeo di categoria e che si giocheranno l'Olimpiade di Rio la prossima estate.

Proprio come nel Girone B, quello dell'Italia, anche in quello A è tutto aperto. La classifica disegna questa situazione: Germania prima con 4 punti, Danimarca e Repubblica Ceca a seguire con 3 punti ed infine Serbia ad 1. Tutte le squadre possono passare, tutte le squadre possono essere eliminate. 

La Germania, con una sconfitta contro la Repubblica Ceca ed una vittoria danese sulla Serbia sarebbe eliminata, ad esempio. Le basta invece un pareggio per mettersi al sicuro. La Danimarca e la Serbia hanno invece bisogno di una vittoria per ottenere il pass, indipendemente da ciò che succede sull'altro campo. I destini di Danimarca e Serbia si scindono in caso di pareggio: in caso di X, infatti, la Danimarca avrebbe accesso alle semifinali con due risultati su tre dall'altro campo  (vittoria tedesca e pareggio) mentre la Repubblica Ceca con un solo risultato su tre dall'altro campo (vittoria della Serbia sulla Danimarca). Ridotte all'ossicino infine le possibilità di passaggio della Serbia, che chiude il girone con un punto: deve innanzitutto vincere contro la Danimarca e poi sperare che la Repubblica Ceca non ottenga punti con la Germania.

Ecco tutte le combinazioni nel dettaglio

Serbia:​
Avanti se:

  1. vince e la Germania vince con la R.Ceca
  2. vince, la Germania perde ma tutto con uno scarto di reti che recuperi i 7 gol di differenza fra Serbia e Germania

Danimarca :
Avanti se:

  1. vince
  2. pareggia e la Germania vince
  3. pareggia e la Germania pareggia

Repubblica Ceca:
Avanti se:

  1. vince
  2. pareggia e la Danimarca perde

Germania:
Avanti se:

  1. vince
  2. pareggia
  3. perde e la Serbia vince ma tutto con uno scarto di reti che non recuperi i 7 gol di differenza con la stessa Serbia

Repubblica Ceca - Germania 

Abbandoniamo i campi statistici e rivolgiamoci l'attenzione al campo. Gli ospiti della Repubblica Ceca faranno di tutto per proseguire il loro cammino nel torneo. Per farlo, come detto, serve una vittoria ma potrebbe bastare un pareggio. L'impressione è che però la partita non sarà un noioso pareggio quanto piuttosto una sfida ricca di gol. Se la bilancia penderà dalla parte della Germania o da quella della Repubblica Ceca lo stabilirà il carattere ceco. La squadra di Dovalil, infatti, potrebbe sia reagire in maniera presuntuosa al sontuoso 4-0 con cui, alla scorsa, ha schiantato la Serbia, sia in maniera euforica e perché no positiva. Grande peso avranno i tifosi di casa, chiamati a scatenere il putiferio per spingere gli idoli di casa in semifinale.

Formazioni:

Entrambe le Nazionali sono accomunate dalla partenza ad handicap di questo torneo. La Germania deluse contro la Serbia, ottenendo solo un 1-1, mentre la Repubblica Ceca qualche ora prima era sprofondata sotto i colpi della Danimarca. Entrambe hanno ritrovato la retta via cambiando qualcosa nelle formazione nella seconda giornata. La Germania ha panchinato Leitner (un trequartista adattato) e Knoche ed inserito Kimmich e Heintz al fianco di Emre Can a centrocampo e di Ginter in difesa. Il cambio più importante Hrubesch potrebbe però averlo fatto in avanti, dove è stato messo da parte Philipp Hoffmann ed è stato avanzato il capitano Volland, autore di due reti contro la Danimarca. Il cambio ha spianato la strada a Bittencourt, divenuto titolare. Da valutare se Hrubesch riproporrà lo stesso XI o se deciderà di cambiare ancora. Il ballottaggio più aperto pare quello per il ruolo di terzino sinistro: Gunter di ritorno dalla squalifica o Nico Schulz che l'ha sostituito?

Più dubbi invece per Dovalil. L'infortunio di Vaclav Kadlec durante la seconda gara e quello di Baranek durante la prima impone altri cambi. Contro la Serbia il posto del difensore centrale l'aveva preso egregiamente Kalas. Chi prenderà invece il posto di Kadlec oggi? La scelta potrebbe ricadere su Travnik, un mediano, che andrebbe ad infoltire il centrocampo, composto da Petrak e Zmrhal. Ballottaggio poi fra Skalak e Krejci per il ruolo di ala destra. Inamovibile Kliment lì davanti, autore di una tripletta alla Danimarca, così come il resto della formazione, compreso quel Kaderabek fresco acquisto dell'Hoffenheim e che sta ben impressionando.

Precedenti:

Il precedente più fresco risale al 18 Novembre 2014. Fu pareggio fra Germania e Repubblica Ceca U21 in un'amichevole. Tedeschi e cechi si sono incontrati anche nel girone qualificatorio dell'Euro 2012: una vittoria ceca ed un pareggio fra andata e ritorno. In totale, a livello U21, Germania e Repubblica Ceca si sono incontrate sette volte incluse le amichevoli: tre vittorie ad una per i tedeschi. Tre i pareggi.

Storia del torneo:
Germania
(non contando le partecipazioni di Germania Ovest ed Est): una volta campione, sette qualificazioni su tredici edizioni (cinque delle ultime sette)
Repubblica Ceca (non contando le partecipazioni della Cecoslovacchia): una volta campione (una volta vice-campione), sei qualificazioni su undici edizioni (tre nelle ultime cinque)

In Nazionale Maggiore:
Germania
: Ginter (5 presenze), ter-Stegen (4), Volland (3), Gunter (1), Arnold (1), Meyer (1)
Repubblica Ceca: Krejci (14), V.Kadlec (11), Kaderabek (8), Kalas (1)

Danimarca - Serbia

Se Repubblica Ceca - Germania sarà una partita per squadre dalla rinnovata fiducia, non sarà lo stesso per Danimarca - Serbia. La prima, dopo una convincente partenza, ha "fallito il primo match-point", così come ha detto il C.T. Jesse Thorup, perdendo 3-0 dalla Germania. Più pesante la sconfitta per la Serbia, sia per la caratura dell'avversario, sia per le dimensioni. Un 4-0 in cui i serbi sono apparsi totalmente in confusione e nel panico, come un pesce fuor d'acqua. Il C.T. della Serbia ha aperto le strade della reazione, una reazione per "caratteri forti, come quelli dei miei giocatori. Si sono anche incontrati tra di loro per discutere di questioni di campo". Ma perché vada in scena la reazione pare inevitabile qualche cambio di formazione. Oltre allo squalificato Brasanac, ovviamente, Dodic ha infatti annunciato altri  cambi di formazione.

Formazioni

In attesa di scoprire quali saranno questi cambi annunciamo come quasi al 100% il sostituto di Brasanac, davanti alla difesa con Causic, sarà Aleksandar Kovacevic della Stella Rossa. Avvicendamento anche sulla fascia destra, dove il rivedibilisimo Stojkovic perderà il posto in favore di capitan Petrovic. Il 4-2-3-1 della Serbia dovrebbe poi mutare nella posizione di ala sinistra: fuori Srnic e dentro Milunovic. Difficile finiscano in panchina i quotati Pesic, Causic e Djuricic, nonostante la diffide che pendono sul loro conto. 

Il principale dubbio per la Danimarca è invece un altro? Chi lascerà il posto al rientrante Hojbjerg, in panchina con la Germania per affaticamento? Le ultime parlano di Brock-Madsen, il centravanti del 4-2-3-1 scandinavo. In tal caso vedremmo Youssuf Poulsen passare dal ruolo di ala a quello di punta centrale, Thomsen da quello di trequartista a quello di esterno ed appunto Hojbjerg trequartista. Completerà l'attacco Viktor Fischer dell'Ajax o Pione Sisto in rete all'esordio, con centrocampo composto da Lasse Vigen Christensen e Jonsson. L'assenza principale con cui dovrà fare i conti Thorup è quella di Knudsen. Il terzino sinistro è squalificato: al suo posto ci sarà Durmisi. L'altro assente sarà Sorensen, ancora non recuperato del tutto dopo l'infortunio occorso nel primo match. Il bianconero lascerà il posto a Christensen del Chelsea, anche se non è da escludere l'arretramento di Jonsson in difesa, il passaggio di Thomsen nel ruolo di centrocampista e quello di Poulsen in quello di ala con Brock-Madsen di nuovo titolare. 

Precedenti: 

A livello di U21 Serbia e Danimarca si sono affrontate quattro volte (escludendo le sfide con la Jugoslavia implicata). Bilancio che pende dalla sponda serba: due vittorie e due pareggi. Nelle qualificazioni all'Europeo del 2013 le Nazionali erano inserite nello stesso girone. Tuttavia passarono entrambe (ma verranno eliminate ai play-off), la Danimarca come una delle migliori seconde. Negli scontri diretti due pareggi: 1-1 e 0-0. Ben cinque giocatori di quelli presenti nel ritorno di quella sfida sono presenti in Repubblica Ceca: Ronnow e Vestergaard da una parte, Pantic, Milunovic e Jojic dall'altra. Tornando indietro troviamo lo scontro diretto nei play-off di qualificazione ad Euro 2009: doppio 1-0 serbo con reti di Filip Djordjevic e Milinkovic. 

Storia del torneo:
Serbia:
mai campione (finalista nel 2004 e nel 2007), cinque partecipazione su dodici edizioni (cinque nelle ultime sette)
Danimarca: mai campione (semi-finalista nel 1992), sesta partecipazione in venti edizioni (seconda nelle ultime tre)

In Nazionale Maggiore:
Serbia
: Djuricic (21), Jojic (5), Mijalovic (5) 
Danimarca: Hojbjerg (7), Fischer (7), Youssuf Poulsen (5), Vestergaard (3), Bech (3), Knudsen (2), Andreas Christensen (2), Durmisi (1), Thomsen (1), Falk (1)