Qualificazioni Euro2016, il recap: ancora bene Galles e Repubblica Ceca, delude la Turchia

Nel girone A si stacca la squadra di Vrba con la doppietta di Skoda che va in fuga con l'Islanda, lasciando l'Olanda indietro. Il Galles mantiene il primato nel gruppo B, Norvegia prima inseguitrice nel gruppo H.

Qualificazioni Euro2016, il recap: ancora bene Galles e Repubblica Ceca, delude la Turchia
Qualificazioni Euro2016, il recap: ancora bene Galles e Repubblica Ceca, delude la Turchia

GRUPPO A

Olanda - Islanda 0-1 (51' Sigurdsson (r))

Repubblica Ceca - Kazakistan 2-1 (21' Logvinenko, 74' e 86' Skoda)

Turchia - Lettonia 1-1 (77' Inan, 90+1' Sabala)

Gerarchie sempre più delineate quelle del gruppo A di qualificazione. L'Islanda vince ancora, espugnando il difficile campo dell'Olanda (leggi qui la cronaca dettagliata) e mantiene il primo posto nel girone, ancora a due lunghezze sulla Repubblica Ceca, vittoriosa in rimonta su un ostico Kazakistan. Gli ospiti hanno trovato il vantaggio nel primo tempo con il primo e unico tiro in porta della loro gara, un colpo di testa di Logvinenko (che aveva già segnato una doppietta nella gara precedente). Al 46' Vrba opta per l'inserimento dell'attaccante Skoda al posto di Skalak, e ha ragione lui: due colpi di testa, uno su un cross teso dal fondo dall'out di destra, l'altro sulla trequarti mancina, due gol. E dopo la sconfitta arriva il riscatto. Chi invece spreca una grande occasione è la Turchia, che si mangia gol di ogni tipo e non riesce a sfondare il muro eretto dalla Lettonia fino a che Selcuk Inan non si inventa un tiro da fuori che va in rete. Sofferenza finale per i padroni di casa, che rischiano spesso e volentieri e alla fine vengono bucati da Sabala in ripartenza.

GRUPPO B

Belgio - Bosnia 3-1 (15' Dzeko, 23' Fellaini, 44' De Bruyne, 78' Hazard (r))

Cipro - Galles 0-1 (82' Bale)

Israele - Andorra 4-0 (3' Zahavi, 22' Biton, 26' Hemed, 38' Dabbur)

Il girone B ha sempre lo stesso padrone: il Galles. O meglio, Gareth Bale. Sei gol sui nove totali dei suoi portano la sua firma, e anche quello che serve per battere un avversario solido e ostico come Cipro: all'82' prende l'ascensore e incorna in rete il cross di Williams, ispirato da Ramsey. Alle sue spalle si insinua il Belgio, vittorioso con la Bosnia, che entra in crisi (clicca qui per leggere la cronaca). Ne approfitta Israele, che si stacca di quattro punti dai balcanici grazie alla vittoria per 4-0 contro la povera Andorra, martoriata nel solo primo tempo: apre Zahavi da opportunista, prosegue Biton di testa, poi Hemed dal dischetto e infine Dabbur dopo uno slalom. Se quelle davanti non rallentano eccessivamente, le gerarchie sembrano scritte.

GRUPPO H

Azerbaigian - Croazia 0-0

Bulgaria - Norvegia 0-1 (57' Forren)

Italia - Malta 1-0 (69' Pellé)

Il passo falso della Croazia nella gara giocata alle 18 contro l'Azerbaigian (leggi qui la cronaca) permette all'Italia di conquistare il primo posto del girone, complice anche il punto di penalizzazione che dovrebbe essere comminato per la svastica disegnata sul campo sul quale hanno giocato gli azzurri. La squadra di Conte vince ma non convince con Malta (qui la gara nel dettaglio). A ridosso del duo di testa arriva di corsa la Norvegia, che soffre nel primo tempo e domina nel secondo tempo sul campo della Bulgaria, strappando tre punti importantissimi in uno scontro diretto pivotale: decide un destro al volo di Forren.