Risultato San Marino - Inghilterra, qualificazioni Europeo 2016 (0-6)

Risultato San Marino - Inghilterra, qualificazioni Europeo 2016 (0-6)
Live San Marino - Inghilterra, risultato in diretta delle qualificazioni all'Europeo
San Marino
0 6
Inghilterra
San Marino: (5-3-2): Aldo Simoncini; Bonini (71° Tosi), Battistini, Davide Simoncini (79° Alessandro Della Valle), Brolli, Berardi; Mirko Palazzi, Chiaruzzi, Matteo Vitaioli; Hirsch, Selva (74° Rinaldi). Panchina: Muraccini, Benedettini; Alessandro Della Valle, Alex Della Valle, Valentini, Fabio Vitaioli, Beretti, Golinucci, Mazza, Stefanelli. Allenatore: Manzaroli.
Inghilterra: (4-3-3) : Hart; Clyne, Stones, Jagielka, Shaw; Milner (58° Delph), Shelvey, Barkley; Oxlade-Chamberlain (66° Walcott), Rooney (58° Kane), Vardy. Panchina: Heaton, Butland; Smalling, Cahill, Gibbs; Carrick, Mason; Sterling.Allenatore: Hodgson.
SCORE: 0-1, min.13, Rooney (I, rig), 0-2, min.30, autogol Brolli (I), 0-3, min.46, Barkley (I), 0-4, min.67, Walcott (I), 0.5, min.76, Kane (I), 0-6, min.77, Walcott (I)
ARBITRO: Drachta ammonisce Berardi (SM) all'11°, Bollini (SM) al 15°
NOTE: Si gioca per la 7° giornata delle qualificazioni all'Europeo del 2016, girone E. Si gioca allo Stadio Olimpico di Serravalle.

19.56 - Da Antonello Angelillo e dalla redazione di VAVEL Italia è tutto. Un saluto ed alla prossima

19.53 - Termina 1-0 Estonia - Lituania. Questa la classifica provvisoria del Gruppo E in attesa di Svizzera - Slovenia


Inghilterra* 21 
Svizzera 12
Estonia 10
Slovenia 9
Lituania 6 
San Marino 1

* = già qualificata

19.53 - Nessun problema come si presupponeva per l'Inghilterra contro San Marino. Dopo il 5-0 dell'andata ecco lo 0-6 che agli inglesi dà la matematica certezza della qualificazione diretta a Euro 2016. Nella gara di Serravalle chiaro dominio  inglese, dal 1° al 90° minuto. Vanno a segno Rooney, che raggiunge Charlton in classifica all-time per reti segnate, Walcott due volte, Kane e Barkley. L'autorete di Brolli aveva provveduto a portare sullo  0-2 il risultato. Come preventivabile solamente note positive per Hodgson, con il primo gol di Barkley in Nazionale, il secondo in tre caps per Kane, le sgroppate di Shaw, la brillante regia di Shelvey e la  sicura prestazione di Stones. Naturalmente bisogna fare la tara...

19.51 - Finisce qui. Inghilterra batte San Marino 0-6. La Nazionale di Hodgson è la prima qualificata a Francia 2016

92° - Harry Kane ha la chance per fare 0-7 ma l'uscita di Aldo Simoncini mete fretta all'attaccante, che si perde in un bicchier d'acqua nei pressi della porta

90° - Dopo 82 minuti di gioco sortita offensiva di San Marino con primo tiro in porta per i padroni di casa. E' comunque un risultato

19.44 - Eccolo il gol di Kane

19.43 - In attesa di mostrarvi il meraviglioso pallonetto di Kane, ecco il gol di Walcott dello 0-6

 

 

 
 
 

80° - Per Kane secondo gol con la maglia inglese in tre partite, per Walcott questi erano invece il sesto ed il settimo centro con la Nazionale dei Tre Leoni

79° Terzo cambio per San Marino: fuori il Simoncini difensore, dentro Alessandro Della Valle 

77° - ED ECCO IL SESTO. SAN MARINO SI E' DISCONESSO. SEGNA WALCOTT, CHE FIRMA COSI' LA DOPPIETTA PERSONALE. UN GIOCO DA RAGAZZI PER L'ALA DELL'ARSENAL INFILARE SIMONCINI TUTTO SOLO SUL PASSAGGIO DI BARKLEY . SAN MARINO - INGHILTERRA 0-6

76° - SPLENDIDO GOL DI HARRY KANE, CHE INTERROMPE COSI' IL DIGIUGNO STAGIONALE. MERAVIGLIOSO PALLONETTO A SCAVALCARE SIMONCINI CHE VA A MORIRE NEI PRESSI DEL SECONDO PALO. FRA L'ALTRO GRANDE SCATTO IN PROFONDITA' SULL'ASSIST DEL PROFESSORE SHELVEY. SAN MARINO - INGHILTERRA 0-5

19.36 - Il poker siglato da Walcott

 

 

 
 
 

74° - Secondo cambio per San Marino. Fuori un grande Selva e dentro Rinaldi.

19.34 - Intanto vantaggio estone sulla Lituania con Vassiljev. L'Estonia supera momentaneamente la Slovacchia al terzo posto. 

71° - Qualche minuto fa ha rischiato la papera Hart con un'uscita bassa molto rivedibile. La palla la fa sua solo dopo un secondo intervento. Intanto primo cambio di San Marino: dentro Tosi per Bonini

19.32 - Il gol dello 0-3 di Barkley

 
 
 

69° - Proteste del pubblico che voleva il rosso per fallo da ultimo uomo di Jagielka ai danni di un impavido sammarinese di cui francamente ignoro l'identità che si era lanciato in contropiede e qualche difensore l'aveva pure scartato

67° - A distanze di meno di un minuto dal suo ingresso in campo c'è il gol di Walcott. SAN MARINO - INGHILTERRA 0-4. SHAW SI SOVRAPPONE SULLA FASCIA, LASCIA IL COMPITO DEL CROSSA A DELPH E L'EX ASTON VILLA CON UN CROSS BASSO E TESO TROVA IL TAP-IN DI WALCOTT DOPO IL LISCIO DELLO STESSO SHAW

66° - Terzo ed ultimo cambio per Hogson: dentro Walcott per il brillante Oxlade-Chamberlain, che francamente è un peccato non vedere titolare nell'Arsenal

61° - Dopo due minuti di  palleggio inglese ininterrotto su cross di Oxlade prova il tiro al volo Delph. Acrobazia che non frutta nessun pericolo, troppo schiacciata

59° - Pericoloso Stones su angolo dell'Inghilterra. Il difensore dell'Everton da posizione defilata quasi non trova il gol del poker

58° - Il cambio per l'Inghilterra è doppio: dentro Kane per Rooney (a sorpresa) e Delph per Milner. Finalmente il quarto uomo è riuscito ad accendere la lavagnetta dopo minuti di panico. Tatticamente Hodgson non cambia nulla. Il capitano diventa Jagielka

55° - E' arrivato il momento di Harry Kane, che si appresta a fare il suo ingresso in campo dalla panchina. Probabile ad uscire sia Vardy, con Rooney ancora in campo alla ricerca del record. 

54° - Si esalta il pubblico sammarinese durante una rara escursione offensiva di San Marino. Il tiro da fuori però è innocuo

52° - Storico tunnel di Vitaioli che supera così Barkely in ripartenza. Il giocatore dell'Everton è costretto al fallo

19.07 - Per il cristallino talento dell'Everton è il primo gol in Nazionale maggiore. 

46° - Quindici secondi e l'Inghilterra ha già segnato . SAN MARINO - INGHILTERRA 0-3. HA SEGNATO BARKLEY. VELOCISSIMO OXLADE SULLA DESTRA, SPRINT CON ALLUNGO E PALLA ALTA PER ROOENY CHE TAGLIA SUL PRIMO MA PERFETTA PER BARKLEY, TUTTO SOLO AD ALTEZZA DISCHETTO.

46° - Si riparte. Batte l'Inghilterra

19.03 - Le squadre rientrano in campo. Capitan Selva rimprovera un suo compagno

19.02 - Lo 0-2 dell'Inghilterra

 
 
 

18.56 - Al momento l'Inghilterra è la prima qualificata europea a Francia 2016. Gli inglesi lo sarebbero anche pareggiando, a patto che l'Estonia non sblocchi lo 0-0 in vigore contro la Lituania sull'altro campo. Nelle altre gare di qualificazione 3-0 dell'Ucraina sulla Bielorussia (Kravets, Yarmolenko e Konoplyanka) e vantaggio minimo per la nuova Russia di Slutskyi sulla Svezia di Ibra (gol di Dzyuba e discorso qualificazione riaperto, con i russi ora a -1 dal secondo posto). Chiude il quadro delle 18 lo 0-0 fra Lussemburgo e Macedonia

Partita prevedibile. L'Inghilterra chiude i primi 45 minuti sul 2-0, grazie alla rete su rigore fasullo di Rooney ed all'autogol di Brolli, che cercava di testa di anticipare proprio Rooney, ad un passo quindi non solo dall'eguagliare Bobby Charlton in vetta alla classifica cannoniere all-time dell'Inghilterra, ma anche dal superarlo. La Nazionale inglese chiude con il 70% del possesso palla e 5 tiri in porta. Forse qualcosina in più si poteva fare, considerando in quali circostanze sono arrivate le reti. Buone indicazioni da Shaw e Shelvey. Il primo è un costante trampolino da cui nascono cross succulenti, il secondo con un paio di filtranti precisissimi sta convincendo. Fra i sammarinesi ottima prestazione del portiere Aldo Simoncini

48° - Con qualche secondo di anticipo termina qui il primo tempo di San Marino - Inghilterra. Risultato sullo 0-2

47° - Fra i fischi del pubblico fermato in fuorigioco Hirsch. L'attaccante era in offside sulla sponda di Selva

46° - Calcio di punizione per l'Inghilterra. Buonissima l'uscita alta di Simoncini

45° - Saranno tre i minuti di recupero. 

43° - Poca connessione fra i due fratelli Simoncini. Il difensore non lascia la palla al portiere che stava uscendo. Ne esce una ghiotta palla vagante a disposizione di Chamberlain. The Ox tira forte ed alto ma la parata del Simoncini portiere è superlativa

42° - Assist preciso di Shelvey che imbecca Vardy. L'attaccante del Leicester è poco deciso e mette in mezzo un pallone troppo molle

37° - Selva non tiene alta la palla e si espone alla steal di Stones. Il centrale esce palla al piede sfondando in area ma non crea pericoli 

36° - A sinistra prova ad andar via Shaw, molto avanzato, ma il raddoppio di marcatura di San Marino ha i suoi frutti. Più tardi Shaw riesce comunque a crossare: esce coi pugni Simoncini

32° - Affondo di Clyne che in area inciampa ma costringe comunque un difensore avversario a mettere in angolo. Sul cross Brolli viene colpito di nuovo alla testa, gioco fermo. Serata sfortunata per il centrale sammarinese: primo infortunio, autorete ed ora seconda botta alla testa. A procurargli la seconda capocciata ancora Vardy, anche lui non al meglio dopo lo scontro aereo

29° - 0-2 INGHILTERRRA, SEMBRAVA RETE DI ROONEY MA AD ANTICIPARE IL CAPITANO INGLESE SUL CROSS DI SHAW (AL SOLITO PERFETTO) C'ERA BROLLI, CHE INFILA IL PROPRIO PORTIERE. SAN MARINO SOTTO DI DUE RETI

27° - Velocissimo Vardy, innescato dall'ennesimo filtrante inglese. E' costretto all'uscita in scivolata il portiere di casa. Rimessa laterale per l'Inghilterra

26° - Tiro dal limite, secco, rasoterra e potente di James Milner. Il fendente finisce largo oltre il primo palo, traiettoria incrociata troppo poco

25° - Abituale filtrante dalla cabina di regia diretto al limite. Il destinatario è Chamberlain che controlla e pressato dalla linea difesnsiva avversaria scarica su un compagno, senza successo. L'Inghilterra guadagna comunque un angolo sugli sviluppi

18.25 - Rooney sprona i suoi con un paio di urlacci da partita vera. 

18.22 - Il rigore dei record

 
 
 

18° - Grossa occasione per il raddoppio inglese sui piedi di Rooney. L'attaccante prova ad incrociare ma Simoncini blocca lo specchio e para. Sulla ribattuta nessuno riesce ad avventarsi per tempo sulla palla e San Marino mantiene lo score sullo 0-1

14° - Fallo tattico di Bollini che si prende il giallo. Il secondo per San Marino dopo l'ammonizione ai danni di Berardi, reo secondo Drachta di aver causato il rigore dello 0-1

12° - Sul dischetto ovviamente Rooney, che avrebbe magari sognato altre circostanze per pareggiare Charlton cometop-scorer di sempre dell'Inghilterra ma comunque mette a segno il rigore. INGHILTERRA IN VANTAGGIO, 0-1 SU SAN MARINO. ROONEY PAREGGIA CHARLTON ED INGHILTERRA ATTUALMENTE AD EURO 2016

11° - L'arbitro ferma il gioco. RIGORE PER L'INGHILTERRA. DECISIONE CLAMOROSA. L'AZIONE ANDAVA FERMATA PER FUORIGIOCO INGLESE ED ANCHE PER TOCCO CON BRACCIO DI STONES SULLA PUNIZIONE/CROSS DA DESTRO. DECISIOPNE DISASTROSA DI DRACHTA

- Sovrapposizione di Clyne che lascia a Chamberlain. Bel dribbling dell'ala destra e palla in area bassa e corta per Clyne. Controllo difettoso del terzino che perde palla. 

- Ottimo cross lungo di Shaw che dalla trequarti mette in mezzo in maniera tesa. Oxlade-Chamberlain quasi non riesce ad itnervenire in tempo

7° - Chamberlain vince un paio di contrasti a destra e nei pressi della linea di fondo riesce a mettere in mezzo per Rooney. La palla è lenta a scendere, quindi prevedibile, poi ci si mette pure Vardy che ostacola il suo compagno e va a dare una capocciata involontaria a Brolli. Il difensore è a terra, gioco fermo

- San Marino recupera palla ma il passaggio di Battisini è veramente incomprensibile, anche per gente del suo livello.

4° - Importanti richiami per Manzaroli, che non si fa problemi a richiamare i suoi giocatori in campo. Riparte però l'Inghilterra, lancio lungo per il break di Milner ma la palla lunga. Intanto continua a sbracciarsi il C.T. di San Marino

3° - Inghilterra ovviamente riversata in avanti e costantemente con la palla fra i piedi. Si cerca il varco giusto per affondare

1° - Oxlade-Chamberlain aveva già trovato Rooney in profondità, con un lancio interessante. Sfortuna per l'Inghilterra lo skipper era partito da posizione di fuorigioco

0° - Partiti. Calcio d'inizio a pannaggio di San Marino che dopo 4 secondi calcia lungo e perde palla. Rooney servito in avanti ma dal limite l'attaccante cerca un'improbabile tacco. Palla persa

18.00 - I due capitani si scambiano i gagliardetti. Il calcio d'inizio dista qualche istante

17.57 - Risuonano gli inni Nazionali. Si parte da quello inglese

17.57 - Le squadre entrano in campo. I capitani saranno Rooney e Selva

17.55 - San Marino si presenta nel tunnel antistante al campo. Si attende l'Inghilterra

17.52 - L'atmosfera all'Olimpico non è niente male

17.43 - L'incredibile statistica che vede Shelvey rapportato ad altri giocatori convocati in Nazionale in Premier League nel computo delle chance create nell'attuale Premier League. Il centrocampista dello Swansea primeggia su tutti, doppiando il secondo classificato

17.21 - Lo spogliatoio inglese

17.20 - I due allenatori pronti a dirigere le due squadre dalle 18

17.12 - Questo invece l'assetto schierato da San Marino. In porta Simoncini. Difesa a cinque con Bonini, Battistini, Davide Simoncini, Berardi, Brolli. A centrocampo Chiaruzzi, Mirko Palazzi e Matteo Vitaioli, Davanti ben due punte: Selva ed Hirsch.

Questo l'XI nel dettaglio (5-3-2): Aldo Simoncini; Bonini, Battistini, Davide Simoncini, Brolli, Berardi; Mirko Palazzi, Chiaruzzi, Matteo Vitaioli; Hirsch, Selva.
Panchina: Muraccini, Benedettini; Alessandro Della Valle, Alex Della Valle, Valentini, Fabio Vitaioli, Beretti, Golinucci, Mazza, Tosi, Rinaldi, Stefanelli

17.06 - Formazione ufficiale per. l'Inghilterra. Hodgson schiera così i suoi. In porta c'è Hart, difesa con Clyne e Shaw confermati sulle fasce più Jagielka con Stones in mezzo per una coppia tutto Toffee. In mezzo trova spazio un altro giocatore dell'Everton, Barkley, nelle vesti di mezzala, con Milner suo opposto sul centro-destra e Jonjo Shelvey regista. Davanti Rooney accompagnato da Vardy ed Oxlade-Chamberlain. Formazione che si può interpretare con un 4-3-3 ma anche con un 4-3-1-2

La formazione nel dettaglio: (4-3-3) : Hart; Clyne, Stones, Jagielka, Shaw; Milner, Shelvey, Barkley; Oxlade-Chamberlain, Rooney, Vardy.
Panchina: Heaton, Butland; Smalling, Cahill, Gibbs; Carrick, Mason, Delph; Sterling, Walcott, Kane

17.00 - Buon pomeriggio a tutti e benvenuti alla diretta live, scritta ed della partita di qualificazione all'Europeo 2016 San Marino - Inghilterra, un saluto da Antonello Angelillo e dalla redazione di VAVEL Italia. Vi terremo sul pezzo con puntuali interventi di testo e tabellino aggiornato in tempo reale.

Si parte alle ore 18 con San Marino che ospita allo Stadio Olimpico di Serravalle l'Inghilterra, nella 7° giornata di qualificazioni europee che nel gruppo E prevede anche le sfide fra Svizzera e Slovenia (20.45) e fra Estonia e Lituania (18). All'Inghilterra basta un punto per portarsi a quota 19, e rendersi quindi irraggiungibile dall'Estonia. Ciò comporta che un pareggio oggi significherebbe essere verosimilmente qualificati quantomeno agli spareggi che portano all'Europeo. L'unico scenario che vedrebbe l'Inghilterra fuori da tutto, pur pareggiando oggi, sarebbe quello in cui la Nazionale dei Tre Leoni perde ogni incontro di quì alla fine, fra cui quello con l'Estonia con due gol di scarto. Inutile invece stare a fare calcoli per ipotizzare come potrebbe qualificarsi San Marino, attualmente all'ultimo posto con un punto e mai qualificatosi all'Europeo.

Attualmente la classifica vede l'Inghilterra primissima a quota 18 (punteggio pieno), con la Svizzera seconda a sei lunghezze. Al terzo posto la Slovenia con 9 punti. Più in bassso l'Estonia a 7, la Lituania a 6 ed appunto San Marino a quota 1. Eccezion fatta per il primo posto sembra quindi tutto ancora aperto. Ricordiamo come ad Euro 2016 si qualificano tutte le prime e tutte le seconde, la migliore terza e le quattro vincitrici dei play-off che si giocheranno fra le altre otto terze classificate. Quelli che vedremo in campo oggi sono quindi due scontri diretti, con l'Estonia che riceve la Lituania e - senza mezzi termini - deve vincere, sperando che nell'altro big-match, Svizzera - Slovenia, gli elvetici sconfiggano gli sloveni rendendoli sorpassabili.

Al momento la classifica marcatori di questo girone vede al primo posto Danny Welbeck dell'Inghilterra, a quota 6 (ma oggi l'attaccante dell'Arsenal non ci sarà). Dietro di lui Rooney con 5 gol, insieme a Novakovic della Slovenia. Segue Shaqiri con 4 centri, con Seferovic a 3. La classifica marcatori generale ha invece in Robert Lewandowski il leader della graduatoria: il polacco - ieri tra l'altro in gol - comanda con 8 gol.

L'Inghilterra, dopo la gara di oggi, farà ritorno in patria, dove fra tre giorni si affronta la Svizzera, in quella che potrebbe essere la prima occasione per ottenere in via definitiva e matematica il primo posto del girone. Per il doppio impegno Roy Hodgson, C.T. della Nazionale inglese, ha chiamato questi giocatori 

Portieri: Hart (M.City), Butland (Stoke), Heaton (Burnley).
Difensori: Clyne (Liverpool); Smalling (M.United), Stones (Everton), Jagielka (Everton), Cahill (Chelsea); Shaw (M.United), Gibbs (Arsenal).
Centrocampisti: Carrick (Manchester United), Shelvey (Swansea), Mason (Tottenham); Delph (M.City), Milner (Liverpool); Sterling (M.City), Barkley (Everton), Oxlade-Chamberlain (Arsenal).
Attaccanti: Rooney (M.United), Kane (Tottenham), Vardy (Leicester), Walcott (Arsenal).

Diverse le assenze per infortunio: Wilshere, Henderson e Lallana le principali. Al loro posto Hodgson ha chiamato Shelvey, ha fatto tornare in Nazionale Carrick ed ha confermato Mason. L'assenza di Danny Welbeck è coperta dal salto definitivo che è stato fatto fare a Kane, finora impegnato a fare la spola fra U21 e Nazionale maggiore. In attacco trova spazio anche Walcott, ora considerato come punta anche da zio Roy dopo lo spostamento attuato da Wenger. Chiude il poker di attaccanti Vardy, piacevole conferma. In difesa manca Phil Jones, assenza coperta dall'upgrade di Stones, così come Baines, cui posto è preso da Shaw (anche lui un ritorno). In porta esce dai convocati Green ed entra un altro ex Under 21, Butland, mentre viene confermato Heaton in attesa che rientri dall'infortunio Forster.

Questi invece i convocati della Nazionale di San Marino 

Battistini Manuel, Benedettini Elia, Berardi Marco, Berretti Maicol, Bianchi Alessandro, Bonini Giovanni, Brolli Cristian, Buscarini Lorenzo, Cervellini Michele, Chiaruzzi Nicola, Colonna Matteo, Della Valle Alessandro, Della Valle Alex, Gasperoni Alex, Gasperoni Lorenzo, Golinucci Enrico, Hirsch Adolfo Jose, Macaluso Fabio, Muraccini Gicacomo, Palazzi Mirko, Rinaldi D.Ezequiel, Selva Andy, Simoncini A.J., Simoncini Davide, Stefanelli Mattia, Tosi Luca, Valentini Carlo, Vitaioli Fabio, Vitaioli Matteo.

Come anticipato sopra l'Inghilterra deve ancora perdere una partita da quando ha detto addio al disastroso Mondiale brasiliano. Gli inglesi hanno ottenuto un sonoro sei su sei nelle qualificazioni all'Europeo ed in amichevole hanno battuto Norvegia e Scozia, per poi pareggiare contro Italia ed Irlanda. Nuove speranze di risalita si poggiano sulla Nazionale di Hodgson, che alla prossima sosta sfiderà nelle ultime partite di qualificazione Estonia e Lituania. Arrivati a questo punto non si può non sognare di chiudere il girone con 10 vittorie su 10, sogno condiviso con la sorpresa Slovacchia, anch'essa a punteggio pieno nel girone C. Nelle scorse qualificazioni europee ci risucirono Spagna (poi campione) e Germania, tre edizioni fa centrò l'en-plein la Francia.

Ben diversa la dimensione di San Marino, che una partita non la vince alla primavera del 2004 (l'unico trionfo della storia sammarinese). Poi una striscia di 47 sconfitte di fila prima della luce: contro l'Estonia finisce 0-0 l'incontro valevole per le attuali qualificazioni Europee. Per la pirma ufficiale San Marino ottiene un punto nelle qualificazioni europee (due volte gli è capitato di conquistarlo nelle qualificazioni mondiali). I giocatori festeggiano come fosse una vittoria. E' 0-0, la prima volta dal '93 che San Marino mantiene inviolata la propria porta. Tuttavia non arriva il gol che manca ora da 10 gare (l'ultima volta alla Polonia). E' quello l'obiettivo anche oggi: segnarne almeno uno così da allontanare lo spauracchio di chiudere il girone senza reti segnate (San Marino è l'unica Nazionale ancora senza reti in queste qualificazioni).

A cercare il gol con più insistenza sarà sicuramente Stefanelli, che oggi nel 5-4-1 sarà schierato in posizione di unica punta e che prenderà il posto dello storico Andy Selva, miglior marcatore di sempre con 8 reti per la Serenissima. A centrocampo ballottaggio Chiaruzzi - Gasperoni, così come in difesa fra l'altro Vitaioli, Fabio, e Giovanni Bonini.

Ben diversi i problemi di Hodgson, così poco impensierito da San Marino che ieri ha deciso di saltare la rifinitura. L'ex allenatore dell'Inter in conferenza ieri ha annunciato come Shelvey, Stones e Vardy dovrebbero partire dal 1° minuto. Per il centrocampista (che l'esordio ufficiale lo fece proprio contro San Marino) e l'attaccante sarà esordio da titolare con la Nazionale dei Tre Leoni. Nel 4-3-1-2 di Hodgson facile Vardy sia la punta che tanto serve a Rooney in appoggio (la necessità di un partner d'attacco per Roo si nota anche allo UTD). Fra centrocampo ed attacco gli altri probabili titolare sono Oxlade-Chamberlain (o Barkley) in posizione di trequartista, appunto Shelvey, Mason ed uno fra Milner e Deph al centro. In difesa, con Stones, nel mezzo, dovrebbe esserci Smalling mentre in fascia Shaw e Clyne. In porta potrebbe partire titolare anche una riserva come Butland, giusto per rimarcare la poca importanza del match odierno

E' invece una partita molto importante per Rooney. Per il capitano segnare oggi significherebbe raggiungere Bobby Chalrton in vetta alla classifica marcatori all-time della Nazionale dell'Inghilterra. Due gol varrebbero la vetta incontrastata. Hodgson però ammonisce: "So per certo che la sua principale preoccupazione sono le prossime partite del girone. Di certo non mi dispiacerebbe vincere le quattro partite rimaste, anche se Rooney non dovesse segnare. E non mi sorprenderebbe se anche Wayne fosse dello stesso avviso. Se ci qualifichiamo oggi o contro la Svizzera non sarà necessario giocare con i migliori undici le altre partite". Apertura alla next generation dunque, che potrebbe trovare spazio: "Vorremmo avere la chance di provarli ma non sarà la fine del mondo non lo facessimo".

Invetiabile anche Rooney si soffermasse sul record: "Penso che Bobby voglia che  se proprio ci sia qualcuno che batta il suo record, sia un giocatore che abbia giocato a lungo per lo United. Dopo le partite è sempre negli spogliatoi, aiuta i ragazzi per i quali è solo un bene che un giocatore del suo status ti dia consigli. Con Bobby parlo tanto, è una leggenda. Mi ha dato tanti consigli ma non mi ha mai parlato del record. Il mio digiuno in Premier? Sono un attaccante, ovvio voglia segnare, ma sono anche un team-player ed in determinate partite non riesci a segnare. Non ho ancora segnato quest'anno ma lo UTD fino alla sconfitta con lo Swansea era partito bene. Speriamo che dopo la sosta ritorni a segnare. Sei o sette anni fa serei stato molto frustrato dal digiuno, adesso so che le occasioni, e con loro i gol, arriveranno. Ricordo ancora il primo gol con l'Inghilterra: era una palla lunga per Heskey che invece al limite dell'area mi servì. Il portiere avrebbe dovuto pararla ma fortunatamente non è andò così. La partita? Siamo i favoriti. Può essere frustrante quando si mettono tutti dietro la linea della palla e non ti danno spazio, ma noi quegli spazi dobbiamo trovarli, creare e segnare. Io grande come Charlton? Dipende tutto dai trofei che vinci. Spero di avere ancora tempo di vincere ciò che ha vinto lui"



Torniamo ad Hodgson, che si sofferma su Stones, difensore che si sta prendendo pian pianino anche la Nazionale dopo aver invaso i giornali per tre mesi: "Stones sta facendo bene ed il modo in cui ha gestito i rumor di mercato sono stati perfetti: non cambieranno il suo modo di gicoare. E' stato concentrato e motivato a giocare al 100% da quando è stato convocato."

Note e curiosità:

- i  diffidati del match sono Strerling da una parte e Manuel Battistini, Alex Gasperoni, Mirko Palazzi, Danilo Rinaldi, Andy Selva e Davide Simoncini dall'altra;
- l'Inghilterra è imbattuta da 25 gare di qualificazioni europee (18 vittorie, 7 pareggi). L'ultima sconfitta nel 2007;
- Rooney è l'unico giocatore in queste qualificazioni ad aver tirato più in porta che fuori:
- nei cinque incontri disputati fra Inghilterra e San Marino i secondi hanno segnato appena una rete. Tuttavia quel gol rimane il più veloce nelle qualificazioni europee: Gualtieri ci mise 8 secondi e 3 decimi per segnare

All'andata l'incontro terminò con il risultato di 5-0. Ad aprire lo score ci pensò Jagielka al 25° con un colpo di testa. A cavallo dell'intervallo arrivarono secondo e terzo gol, con Rooney e Welbeck a segno. Nei venti minuti finali la rete di Townsend (nemmeno convocato oggi, viste le difficoltà che l'ala sta incontrando a trovare spazio al Tottenham) e l'autogol di Alessandro Della Valle. Questo sarà il sesto incrocio fra le due Nazionali. Il primo nelle qualificazioni al Mondiale del 94: l'Inghilterra stravince 6-0 (poker Platt, Les Ferdinand e Palmer) in casa ed 1-7 a Bologna (quattro di Ian Wright, due di Paul Ince e rete per Les Ferdinand). Terzo e quarto match si giocano per le qualificazioni al Mondiale di 20 anni dopo: i Tre Leoni trionfano 5-0 (due a testa per Welbeck e Rooney, rete di Oxlade-Chamberlian) e 0-8 (doppia di Defoe, autorete ancora di Ale Della Valle e gol singoli per Ashley Young, Rooney, Lampard, Sturridge ed Oxlade-Chamberlain). Non esistono precedenti fra i due allenatori eccezion fatta per la gara d'andata.