Italia - Norvegia (2-1), risultato partita Qualificazioni Europei 2016

Italia - Norvegia (2-1), risultato partita Qualificazioni Europei 2016
Diretta live Italia - Norvegia
Italia
2 1
Norvegia
Italia: Buffon; Barzagli (Candreva, min. 72), Chiellini, Bonucci; Darmian, Florenzi, Montolivo (Bertolacci, min.68), Soriano, De Sciglio; Pellè, Eder (Giovinco, min. 61). All. Conte
Norvegia: Nyland; Elabdellaoui, Hovland, Forren, Aleesami; Skjelbred (Samuelsen, min. 51), Tettey, Johansen, Berget (Berisha, min. 78); Henriksen, Søderlund (KIng, min. 60). All. Høgmo
SCORE: 0-1, min. 23, Tettey; 1-1, min. 73, Florenzi; 2-1, min. 81, Pellè.
ARBITRO: Felix Brych (GER)
NOTE: Decima giornata delle qualificazioni al Campionato Europeo di calcio 2016. Si gioca allo Stadio Olimpico di Roma.

22.43 - Per stasera è tutto! Io sono Stefano Fontana e vi ringrazio per aver seguito tutte le emozioni di questa partita con me. Vi aspetto con tutte le dirette, le cronache e le analisi rigorosamente firmate da VAVEL ITALIA!

22.40 - Italia che vince e convince all'Olimpico di Roma, giocando una gara coraggiosa ed offensiva. La Norvegia ha trovato il vantaggio con il primo ed unico tiro in porta, ma gli azzurri sono riusciti a ribaltare il risultato quando Conte ha inserito Candreva per Barzagli passando al 4-2-4. Ora l'appuntamento già fissato è per la prossima estate, in Francia, con una nazionale in crescita ed in fiducia.

22.36 - Arriva il triplice fischio! Grande vittoria in rimonta per gli azzurri. Vince però anche il Belgio che quindi sarà testa di serie in Francia. Norvegia che ha accarezzato il sogno per un'ora abbondante, ma poi ha dovuto cedere ad uno straripante Florenzi ed al cambio di modulo di Conte. Saranno playoffs per Tettey e compagni, passa la Croazia.

90+1' - Candreva! Vicino al terzo gol azzurro! Nel primo dei tre di recupero, Giovinco si lancia in contropiede ed innesca il destro a giro del laziale: fuori per questione di centimetri.

89' - Giovinco cerca gloria con un pallonetto da 40 metri, non abbastanza preciso. La Norvegia attacca ma senza convinzione.

87' - Risultato di 2-1 che, confrontato con gli altri in giro per l'Europa, non soddisfa nessuna delle due squadre. L'Italia non sarà testa di serie all'Europeo, visto il 3-0 del Belgio in casa contro Israele. Norvegia invece costretta ai playoffs dall'1-0 della Croazia a Malta.

81' GOOOOL! GOL! GOL! PELLE'! Stavolta è tutto buono! Ancora Florenzi straripante taglia sulla destra, mette dentro un cross teso che Pellè schiaccia di sinistro sul secondo palo e mette alle spalle di Nyland! Finalmente gli azzurri raccolgono i frutti del bel gioco! "Siamo fenomeni!" dice Conte in panchina!

80' - GOL REGOLARE ANNULLATO ALL'ITALIA! Errore della terna arbitrale! Giovinco serve filtrante Candreva che parte SULLA LINEA dei difensori e poi di sinistro appoggia per Florenzi (che parte dietro la palla) che segna a porta vuota. Che peccato!

77' - Esaurisce i cambi anche la Norvegia: il numero 23 Berisha rileva Berget.

75' - Florenzi scatenato! Salta l'uomo sulla destra e mette in mezzo: la respinta è sui piedi di Giovinco che prova il destro a giro ma trova sulla sua strada il solito Nyland!

73' RETEEEEE! RETEEEE! FINALMENTEEEE! Gol dell'Italia! Ha segnato Alessandro Florenzi nel suo Olimpico! No look di Candreva che imbecca Giovinco sulla sinistra: sul traversone due incertezze della retroguardia ospite. Prima Nyland accenna l'uscita e ci ripensa, poi Aleesami prova uno sciaguratissimo retropassaggio di petto: Florenzi è attentissimo e ci infila il piede! 1-1 meritato degli azzurri!

72' - Conte si gioca anche l'ultimo cambio e prova il tutto per tutto: Candreva per Barzagli e 4-2-4! Darmian e De Sciglio scalano in difesa, con Florenzi e Candreva ali d'attacco.

70' - Tra cambi e infortuni il gioco in questa frazione è molto frammentato: adesso a rimanere a terra è il capitano ospite Johansen, caduto male sulla spalla sinistra e beccato dal pubblico romano.

68' - Secondo cambio per Antonio Conte: esce uno stanco Riccardo Montolivo (fischiato ancora), entra il suo compagno di club al Milan Bertolacci.

67' - Giovinco chiude il triangolo con Darmian. Il terzino dello United va al cross, che deviato diventa un campanile sul secondo palo. Pellè fa sponda ma a rimorchio non arriva nesuno. Continua la serie infinita di cross neutralizzati.

65' - I 200 tifosi norvegesi in trasferta si concedono ora degli "olè" ad accompagnare il possesso palla ( a dire il vero sterile) dei propri beniamini.

61' - Eder si è anche fatto male. Problemi al ginocchio nello scontro per lui. Al suo posto dentro Sebastian Giovinco. Tornato in panchina l'attaccante tranquillizza i compagni sulle sue condizioni.

60' - EDEEEEER! INCREDIBILE OCCASIONE DEL DORIANO! Lancio di 40 metri di Bonucci, Pellè fa sponda di testa, Eder tutto solo prova a metterla sotto le gambe di Nyland,  che però la blocca col peso del corpo.

59' - Secondo cambio norvegese: Joshua King sostituisce Søderlung. Høgmo punta tutto sulla rapidità.

57' - Tentativo di contropiede ospite che si risolve con un sinistro da distanza siderale di Johansen. A lato.

56' - Altro errore plateale di Montolivo. Arriva qualche fischio e qualche mormorio. Tuttavia il centrale milanista ha trovato anche buoni spunti, specialmente nel primo tempo.

54' - Italia con 10 effettivi nella metà campo offensiva. COntinuano a piovere un numero impressionante di cross dalle fasce, tutti risputati dalla coppia Hovland-Forren. Ma i norvegesi sono praticamente tutti a guardia della porta.

51' - Esce Skjelbred, non al meglio; dentro Samuelsen. Primo cambio per la Norvegia.

49' - Buon recupero di Montolivo sulla trequarti offensiva: la palla finisce a Pellè che scarica per Soriano, che da 20 metri circa tira centrale. Blocca Nyland.

48' - Apertura di sinistro di Montolivo per Soriano sulla fascia, direttamente in fallo laterale.

47' - Conte invita gli esterni a stare altissimi e i frutti si vedono: Darmian mette basso in mezzo per Pellè, anticipato e sfortunato nel rimpallo all'altezza del dischetto.

46' - Fischia Brych, ricomincia la contesa! Stessi 22 in campo.

21.45 - Pochi minuti alla ripresa della partita. Riuscirà l'Italia a ribaltare il risultato? O la muraglia norvegese riuscirà a resistere altri 45 minuti? Commentate con noi su Facebook (VAVEL ITALIA) e su Twitter (@SFontana9, @VAVEL_Italia)!

21.40 - Stando così le cose, al momento si avrebbe una Norvegia prima a 22 punti, con dietro l'Italia (comunque qualificata) a 21. Solo playoffs al momento per la Croazia, nonostante i tre punti che stanno maturando sul campo di Malta.

21.33 - Termina il primo tempo. 1-0 per la Norvegia, ma primo tempo letteralmente a senso unico. Gli ospiti hanno colpito all'unico tiro verso lo specchio, ma esclusi i dieci minuti centrali hanno sempre subito la pressione azzurra. Buona partita degli uomini di Conte. Sugli scudi Montolivo, De Sciglio e Pellè.

45+1' - Florenzi!!!! Botta clamorosa da 30 metri col destro ad incrociare. Nyland si stende perfettamente e la toglie letteralmente dall'incrocio alla sua destra! CHE PARATA!

45' - Occasione Italia! Sempre Pellè! Stavolta suggerimento da destra di Barzagli, gran torsione dell'attaccante che però non riesce a dare la giusta forza: Nyland chiude in corner.

42' - Florenzi steso in area, l'arbitro lascia correre. Situazione da rivedere al replay. Nel frattempo Montolivo smentisce i miei complimenti sparando un lancio fuori misura.

41' - Grande primo tempo di Montolivo in fase di costruzione. Molto bene anche Darmian e De Sciglio: i cross fioccano e sono precisi, ma gli attaccanti azzurri sembrano sempre un millesimo di secondo in ritardo!

21.24 - Piccolo aggiornamento dagli altri campi: Croazia in vantaggio 1-0 a Malta (gol dell'interista Perisic). Crollo casalingo per l'Olanda, che è sotto 0-2 con la Repubblica Ceca ed è oramai con un piede e mezzo fuori da Francia 2016!

37' - Tre corner di fila per l'Italia che attacca a pieno organico ora. Spinta continua interrotta però dal terzo fallo in attacco di Graziano Pellè.

36' - Super NYLAND! Adesso l'Italia spinge: allontanato un corner di Florenzi, Soriano prova la botta rasoterra da fuori ma il portierone norvegese si allunga e la tocca!

34' - PELLE'! PELLE'! Clamoroso! Montolivo inventa un geniale filtrante alto di prima dalla trequarti: Pellè è solo a tre metri da Nyland ma mette a lato di testa! Solo illusione del gol.

32' - Skjelbred non al meglio dopo uno scontro di una decina di minuti fa con De Sciglio. Per precauzione si scalda Ødegaard, gioiellino diciassettenne del Real Madrid.

30' - De Sciglio col destro per Pellè, anticipato da Forren. Grande partita fino ad ora del centrale norvegese.

28' - La squadra di Conte sembra demoralizzata: Florenzi e Soriano pasticciano un corner corto da sinistra.

26' - Obiettivamente gli azzurri non meritano lo svantaggio. Norvegia impalpabile per tutti i primi 20 minuti. Quella del gol è stata letteralmente la prima conclusione verso la porta di Buffon!

23' RETEEEEEEE! INCREDIBILE! Norvegia in vantaggio! Al primo tiro in porta! Clamoroso gol di Tettey. Punizione dalla trequarti buttata nel mischione, la palla viene respinta centralmente da Chiellini e Tettey è rapido a fulminare Buffon col destro basso da fuori. L'Italia è sotto! 0-1!

20' - Høgmo che pare aver scelto un 4-4-1-1 più che un 4-4-2: Henriksen si abbassa quasi sulla linea di centrocampo, e Søderlund sembra molto isolato. Il norvegese sembra fare difficoltà a difendere palla contro Bonucci, Chiellini e Barzagli.

18' - Fin qui la partita è chiarissima: Italia che imposta, fa girare palla e cerca occasioni. Norvegia assolutamente passiva, con le linee di difesa e centrocampo molto vicine tra loro, in attesa di spazi per far male in ripartenza. Ma Buffon è ancora a quota zero parate stasera.

15' - La Norvegia batte un colpo: sgroppata sulla destra di Elabdellaoui che mette al centro un pallone pericoloso, tempestiva la chiusura di Barzagli.

14' - Possibile azione pericolosa azzurra interrotta per un fallo di Pellè: il centravanti ha sgambettato Forren.

13' - Due cross pericolosi consecutivi di Darmian e De Sciglio: entrambi allontanati con apprensione. Sulla seconda respinta Montolivo calcia decisamente fuori misura.

11' - Ospiti che provano ad imbastire un'azione palla a terra, ma la manovra non supera la trequarti difensiva azzurra.

9' - Eder cerca l'eurogol! Il doriano prova a colpire un campanile generatosi da un rimpallo fuori area: il tiro è a sua volta respinto, corner senza esito.

5' - Destro di Soriano dai 25 metri, alto. Buon inizio dell'Italia, che gestisce il possesso provando ad attaccare una Norvegia tutta chiusa nella sua metà campo.

1' - PELLE'! Che occasione dopo solo cinquanta secondi! De Sciglio trova spazio sulla sinistra e mette in mezzo, il gigante del Southampton incrocia di testa ma sfiora il palo! Che inizio.

1' Fischia Brych! E' iniziata Italia-Norvegia!

20.43 - Qualche fischio durante l'inno della Norvegia, subito sovrastato dagli sportivi applausi della maggioranza del pubblico, che ha poi cantato a squarciagola l'inno di Mameli e Novaro.

20.40 - Arbitri e giocatori in campo! Si parte con gli inni, tocca ai norvegesi.

20.30 - Altre immagini live dall'Olimpico: in posizione i bambini  in attesa di accompagnare i propri beniamini.

20.25 - L’Italia non perde in casa un match di qualificazione dal settembre 1999 (3-2 con la Danimarca). L’ultimo match di qualificazione giocato all’Olimpico di Roma dall’Italia è datato ottobre 2006: 2-0 all’Ucraina (gol di Toni e Oddo). Più in generale la Nazionale ha perso l’ultima partita giocata all’Olimpico (1-2 con l’Argentina in amichevole nell’agosto 2013).

20.20 - A meno di mezz'ora dal calcio d'inizio, qualche curiosità. 
L’Italia ha perso solo tre volte in 16 confronti con la Norvegia, l’ultima volta in amichevole in trasferta nel giugno 2000 – nove vittorie e quattro pareggi completano il parziale. L’unica sconfitta azzurra in casa contro la Norvegia risale all’amichevole del settembre 1985 (2-1). La Norvegia non subisce gol da quattro partite nella competizione.

Norvegia (4-4-2): Nyaland; Elabdellaoui, Hovland, Forren, Aleesami; Skjelbred, Tettey, Johansen, Berget; Henriksen, Søderlund. All. Høgmo

20​.12 - Arriva anche la formazione ufficiale della Norvegia. Anche qui nessuna sorpresa rispetto alla vigilia.

20.09 - Gli azzurri sono appena scesi in campo, inizia il riscaldamento!

Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Chiellini, Bonucci; Darmian, Florenzi, Montolivo, Soriano, De Sciglio; Pellè, Eder. All. Conte

20.05 Antonio Conte che non tradisce le aspettative! Tutti confermati i suoi 11. Difesa juventina in blocco, Montolivo fulcro del gioco con Soriano e Florenzi ai suoi lati. De Sciglio e Darmian sulle fasce, Pellè ed Eder in attacco.

20.03 - Eccoci! Solo 45 minuti all'inizio della partita, tutto pronto mentre l'Olimpico inizia a riempirsi. Andiamo a vedere le formazioni ufficiali!

Salve a tutti e benvenuti ad una nuova diretta scritta di VAVEL ITALIA! Io sono Stefano Fontana e vi accompagnerò attraverso l'ultima partita di questo turno di qualificazione agli Europei di Francia 2016: Italia-Norvegia! La partita si disputerà nel meraviglioso Stadio Olimpico di Roma. Fischietto affidato al tedesco Felix Brych.

Questa sera alle 20.45 si daranno battaglia i ragazzi di Conte e quelli di Høgmo. In palio il primato del combattuto girone H, che vede appunto gli azzuri in testa a quota 21 punti, solo 2 in più dei nordici, che tuttavia devono guardarsi le spalle dalla Croazia che segue (complice un punto di penalizzazione) a 17. Quindi solo l'Italia è matematicamente sicura di essere già agli europei: una tra le altre due sarà costretta a superare la graticola dei playoffs. Norvegia che rischia: anche un pareggio potrebbe non bastare. In caso di (probabile) vittoria esterna della Croazia a Malta, infatti, le due squadre arriverebbero a pari punti, ma i balcanici sarebbero avanti in virtù della differenza reti negli scontri diretti. In caso di vittoria ospite a Roma, invece, indipendentemente dagli altri risultati, si avrebbe la Norvegia prima, con l'Italia seconda e la Croazia ai playoffs.

Altro discorso spinoso è quello delle teste di serie all'Europeo. Le 24 finaliste di Euro 2016 saranno divise in 4 fasce da 6 squadre. Le fasce sono determinate dal ranking Uefa per nazionali: la classifica comprende i risultati degli ultimi 5 cicli (qualificazioni e fase finale Euro 2012; qualificazioni e fase finale Mondiale 2014; qualificazioni Euro 2016). I risultati sono in qualche modo "pesati": più recenti sono, più valgono. In prima fascia Francia (ospitante), Spagna (campione), Inghilterra, Portogallo e Germania. Rimane un posto vacante e se lo giocano Olanda (che però è a serissimo rischio eliminazione, a meno di un suicidio turco), Italia e Belgio. E qui sorgono i problemi azzurri. A calcoli fatti, abbiamo bisogno di fare risultato migliore di quello di Hazard e compagni contro Israele. In caso di stesso risultato (due vittorie o due sconfitte) abbiamo invece bisogno di una differenza reti di +4 rispetto ai nostri rivali in questa speciale corsa. Impresa non facile.

Il momento delle due squadre

Italia che comunque arriva alla sfida ben consapevole di non aver mai perso nel girone (6 vittorie e 3 pareggi) e soprattutto reduce da tre vittorie ufficiali consecutive, di cui l'ultima arrivata per 3-1 dopo una convincente prestazione in Azerbaijan. 14 reti segnate e 6 subite nel cammino degli azzurri fino ad ora. Con la qualificazione in tasca, c'è però il concreto pericolo di un calo di tensione.

Cali di tensione che dovrebbero essere fuori dalle aspettative dei Norvegesi, consapevoli di dover giocare con il coltello tra i denti per agguantare la qualificazione. Solo una vittoria li metterebbe al riparo da calcoli e congetture, e la banda di Høgmo sembra convinta di poterla ottenere. La Norvegia non perde da 4 partite ufficiali, ed ha vinto le ultime tre contro Bulgaria (0-1), Croazia (2-0) e Malta (2-0).

Le ultime dal campo

Conte, alle prese con l'infortunio di Parolo e gli acciacchi di Verratti, sembra intenzionato a riproporre il suo classico 3-5-2. A centrocampo si rivede Montolivo, dopo lo scampolo di fine partita di sabato. Accanto a lui Florenzi ed uno tra Soriano e Bertolacci, col primo favorito. Sulle fasce confermati Darmian e De Sciglio. Dietro blocco Juventus con Buffon, Bonucci, Chiellini e Barzagli. Terminali offensivi Eder, straripante in Azerbaijan, e Pellè.

Probabile conferma in blocco dell'undici vincente contro Malta, invece, per quanto riguarda Per-Mathias Høgmo. Tra i pali Nyland. Difesa a 4 composta da Elabdellaoui, Hovland, Forren ed Aleesami; in mezzo al campo il trascinatore Tettey affianca Johansen; sulle fasce Skjelbred e Berget. Tandem offensivo Soderlund-Henriksen.

Le dichiarazioni della vigilia

Antonio Conte: "Questa squadra ha conoscenze tattiche tali da poter superare qualche problemino, qualche defezione in più. Alcuni giocatori stanno faticando di più nel recupero dopo la trasferta in Azerbaigian, devo tenerne conto. Cercherò di confermare il più possibile gli uomini che hanno giocato a Baku, Eder e Pellè hanno buone chance di essere ancora titolari e Buffon sarà tra i pali. Verratti ha preso un colpo a un polpaccio, vicino al punto in cui già aveva subìto un infortunio. Non lo rischierò per rispetto nei confronti del suo club, il limite è sottile, non è una partita da ultima spiaggia e Marco ha sempre dimostrato grande generosità e attaccamento alla maglia. I complimenti di Bonucci? Leo è di parte, ma queste sono le soddisfazioni più belle. La Norvegia ha fatto passi da gigante, contende la qualificazione alla Croazia e credo che entrambe andranno all’Europeo. Høgmo ha fatto un gran lavoro tattico e non sarà facile per noi, perché troveremo un’avversaria molto forte fisicamente. Ma posso assicurare che non sarà una passeggiata per la Norvegia, anche se noi siamo già qualificati".
"Andare in Francia sarà intrigante, quanto una finale di Champions League. Allenare la selezione del proprio Paese in un torneo come quello è un privilegio di pochi, invidiavo chi l’ha fatto prima di me. Non so quale debba essere l’obiettivo minimo, episodi e fortuna conteranno quanto la bravura. Se Tavecchio crede che possiamo arrivare in semifinale ci fa piacere, ma di certo non partiamo coi favori del pronostico. Lavoriamo, testa bassa e pedalare. Nuovi ingressi nel gruppo da qui alla fine della stagione? Mancano otto mesi, tutto può succedere… Ma se entrerà qualcuno, dovrà aver dimostrato di essere molto superiore a chi ci ha portato fin qui. Non sarà semplice. Non basterà segnare uno o due gol, servirà continuità".

Per-Mathias Høgmo"L'aspettativa, il sogno, è quello di vincere. Bisogna tenere conto di parecchi infortunati e poi esiste un'evidente differenza tecnica tra le due squadre, bisogna fare molta attenzione in difesa soprattutto alla qualità di cui l'Italia può usufruire in attacco. Se avvertiamo la pressione? La Norvegia farà del suo meglio per battere gli azzurri."
"Questo gruppo è veramente speciale e ha fatto passi da gigante. Ho fiducia per l'intensità vista negli allenamenti per una concentrazione tenuta sempre altissima. Domani spingeremo, ma il rischio che verrà preso dipenderà parecchio dal risultato. L'importante è avere pazienza e reagionare".
"I tanti indisponibili dell'Italia non sono un vantaggio, anche guardando a chi li sostituirà: le defezioni dell'Italia non ci faranno abbassare la guardia".

I precedenti

L’Italia ha perso solo tre volte in 16 confronti con la Norvegia, l’ultima volta in amichevole in trasferta nel giugno 2000 – nove vittorie e quattro pareggi completano il parziale. L’unica sconfitta azzurra in casa contro la Norvegia risale all’amichevole del settembre 1985 (2-1). La partita di andata, giocata ad Oslo, è terminata 0-2 con gol di Bonucci e Zaza.