Risultato Italia 1-1 Spagna in amichevole internazionale 2016

Risultato Italia 1-1 Spagna in amichevole internazionale 2016
Italia
1 1
Spagna
Italia: (3-4-3): Buffon; Darmian, Bonucci, Astori; Florenzi (De Silvestri 88'), Thiago Motta (Jorginho 88'), Parolo, Giaccherini (Antonelli 86'); Candreva (Bernardeschi 59'), Pellè (Zaza 59'), Eder (Insigne 51).
Spagna: (4-3-3): Casillas; Juanfran, Piqué, Ramos (Nacho 46'), Azpilicueta; Thiago Alcantara (Isco 60'), San José, Fabregas; Mata (Koke 46'), Aduriz (Silva 72'), Morata (Alcacer 85').
SCORE: 1-1 - Insigne 68', Aduriz 71'.
ARBITRO: Ammoniti: Thiago Motta, Parolo (I), Piqué, Fabregas (S).
NOTE: Dalla Dacia Arena di Udine, Italia e Spagna si affrontano in un amichevole internazionale dal grande prestigio in vista di Euro 2016. Il calcio d'inizio è previsto per le 20.45.

Per Italia - Spagna è tutto. A nome di Alessandro Cicchitti, Vavel Italia Vi ringrazia per aver seguito in nostra compagnia l'amichevole tra gli Azzurri e la Roja e Vi rimanda ai prossimi appuntamenti, sempre in diretta, qui, su Vavel Italia.

20.05 - Ora, dopo questa incoraggiante prestazione, gli Azzurri voleranno a Monaco di Baviera per giocare un'altra amichevole rivelatrice.  Martedì, sarà il turno dei campioni del mondo in carica della Germania saggiare le capacità di un'Italia che questa sera ha strappato molti applausi in quel di Udine.

23.00 - Nonostante il pareggio, per l'Italia è un risultato che fa ben sperare in vista dell'europeo di Francia. Conte infatti, ha ottenuto le risposte che voleva soprattutto da quei ragazzi come Insigne e Bernardeschi, che devono ancora sudarsi la qualificazione, le risposte giuste sotto il profilo dell'atteggiamento e del sacrificio.

22.55 - Il gol di Aritz Aduriz, arrivato appena dopo il vantaggio di Insigne, ha finito per rimettere in corsa una Roja comunque poco incisiva, scarsamente pericolosa e spesso in balia dell'avversario. Il possesso palla tentato in avvio di ripresa non ha dato i frutti sperati, finendo per arretrare una squadra che ha accusato le assenze psanti di Iniesta e Busquets.

22.45 - E' stata una bella prova, quella messa in campo dall'Italia di un soddisfatto Antonio Conte. Gli azzurri hanno saputo creare occasioni, mettendo in crisi la Spagna in particolare nel corso del primo tempo. Nella ripresa, i cambi di Insigne e Bernardeschi su tutti, hanno cambiato il volto all'attacco che si è reso sempre più pericoloso fino al gol del vantaggio di Insigne. 

93' - FINISCE QUI, E' 1-1 ALLA DACIA ARENA TRA ITALIA E SPAGNA. E' ARRIVATO IL TRIPLICE FISCHIO DELL'ARBITRO CHE HA SANCITO LA FINE DELLE OSTILITA'. 

92' - Corner mal battuto da Insigne, palla messa fuori dalla difesa iberica.

91' - Calcio d'angolo guadagnato dagli Azzurri. Questa potrebbe essere una delle ultime opportunità per l'Italia.

90' - Saranno 3 i minuti di recupero. 

88' - Ancora Italia pericolosa nell'area di rigore spagnola: ottima giocata nello stretto da parte di Antonelli che dopo esser arrivato sul fondo ha rimesso nel mezzo un pallone insidioso, intercettato in modo provvidenziale da Piqué.

86' - Ci sono altri cambi sia dall'una che dall'altra parte: dentro Paco Alcacer per Morata nella Spagna.Dentro Jorginho e De Silvestri per Motta e Florenzi nell'Italia.

84' - Finale molto concitato alla Dacia Arena: l'Italia sta provando a vincere il match, ma la Spagna è sempre lì, pronta a cogliere un eventuale opportunità in contropiede.

82' - Torna in avanti l'Italia con l'incursione di Antonelli, il cui cross è stato intercettato dall'intervento di Nacho.

80' - Morata! Tentativo impossibile del centravanti juventino che ha cercato il pallonetto dal limite dell'area, senza trovare lo specchio di porta.

79' - In precedenza erano stati ammoniti sia Piqué che Fabregas in casa Roja.

77' - Cambio nell'Italia: dentro Antonelli, fuori lo stremato ed applaudito Giaccherini.

75' - INSIGNEEEE! Altra grande occasione per gli Azzurri con l'autore del gol che ha cercato il tocco di fino dal limite dell'area di rigore. A dire di no all'attaccante del Napoli, è stato ancora una volta De Gea, decisivo nell'allungare il pallone oltre la traversa.

74' - Tiro che finisce di poco fuori. De Gea era rimasto a guardare che la sfera terminasse la sua corsa, per fortuna della Spagna sul fondo.

74' - Insigne sistema con cura il pallone.

74' - L'Italia non ci sta e si ribella al pareggio: ancora Bernardeschi a seminare il panico. Punizione per gli Azzurri.

72' - Cambio nella Spagna: esce proprio Aduriz; dentro David Silva.

71' - Sul cross scodellato da Fabregas, Morata si è avventato sul pallone costringendo Buffon all'intervento prodigioso. Il pallone però, è rimasto lì, fermo sulla linea di porta finché Aduriz, con grande opportunismo ha ribadito in rete. E' il primo gol per il basco con la maglia della Roja.

71' - GGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGOOOOOOOOOOOOOLL!!! E' ARRIVATO IL PAREGGIO DELLA SPAGNA GRAZIE AL BOMBER ADURIZ! PAREGGIO IMMEDIATO DELLA ROJA CHE RISPONDE SUBITO AL GOL DI INSIGNE. ADURIZ RIMETTE LE COSE A POSTO. 1-1 TRA SPAGNA E ITALIA.

71' - Salgono tutti i saltatori della Roja.

70' - Riparte subito all'attacco la Spagna che guadagna una punizione salla trequarti. Nella circostanza è stato ammonito anche Parolo.

69' - Azione bellissima nata dalla giocata di Bernardeschi, bravo nel fuggire alle spalle della linea dei centrocampisti. Il centrocmapista Viola ha aperto a sinistra verso Giaccherini che a sua volta ha servito un assist al bacio per Insigne che in spaccata ha freddato De Gea, facendo scoppaire la gioia di tutta la Dacia Arena. 1-0 Italia.

68' - GGGGGGGGGGGGGGGOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLL ITALIA IN VANTAGGIOOOOOOO! HA SEGNATO LORENZO INSIGNEEEEEEEEEE! AZIONE BELLISSIMA DEGLI AZZURRI CHE HANNO CONCRETIZZATO AL MEGLIO LA FRESCHEZZA ATLETICA DEI NEO ENTRATI BERNARDESCHI E INSIGNE. 1-0 PER GLI AZZURRI.

63' - FLORENZI!! Altra opportunità per gli Azzurri che ora attaccano sfruttando gli errori della Spagna in fase di impostazione. In questa circostanza, Insigne si è travestito in uomo assist servendo un bel pallone a Florenzi bravo nel tiro in diagonale. A salvare tutto, c'è ancora De Gea.

60' - Cambio anche nella Spagna: dentro Isco per Thiago Alcantara.

59' - Ora è il momento dei cambi: nell'Italia entrano Zaza e Bernardeschi per Pellé e Candreva.

58' - INSIGNEEE! Grande opportunità per la Nazionale di Antonio Conte che ha sfruttato un errore in fase di impostazione degli iberici, per armare il destro dal limite di Insigne, ben disinnescato da David De Gea.

56' - L'ingresso di Koke nella Spagna, ha modificato l'assetto tattico delle furie rosse, passate al 4-4-2 con Morata che è andato ad affiancare Aduriz in zona centrale.

55' - Match più aperto in questo secondo tempo. La Spagna riesce a controbattere agli attacci degli Azzurri anche se, per il momento Buffon non è mai stato impegnato.

53' - Dopo aver corso il grande brivido, ora la Spagna torna a proporsi in avanti con un possesso palla decisamente più veloce e preciso rispetto ai primi 45'. 

51' - Primo cambio nell'Italia: fuori lo stesso Eder, dentro Insigne.

50' - Grande occasione per l'Italia: Eder, lanciato in campo aperto dal colpo di tacco di Pellé, non ha avuto la prontezza per andare al tiro, facendosi rimontare regolarmente dal centometrista Juanfran.

49' - Palla messa fuori dalla difesa Azzurra, con il solito Thiago Motta, sempre presente sui palloni aerei.

48' - Primo corner del secondo tempo guadagnato dalla Roja; Italia colta di sorpresa dall'avvio degli spagnoli.

47' - Subito Spagna intraprendente in quest'avvio di rirpesa. 

46' - Primo pallone per gli iberici.

46' - SI RICOMINCIA! E' INIZIATO IL SECONDO TEMPO DI ITALIA - SPAGNA.

21.53 - Tutto pronto alla Dacia Arena, sta per iniziare il seocndo tempo.

21.52 - Nessun cambio per gli Azzurri.

21.52 - Doppio cambio per la Spagna: dentro Nacho e Koke per Ramos e Mata.

21.50 - Le squadre stanno rientrando in campo. 

21.43 - Da rimarcare la prova di Antonio Candreva, sicuramente tra i migliori in campo così come Giaccherini e Alessandro Florenzi. E' proprio sulle due corsie, e in parricolare a destra che l'Italia ha saputo mettere in crisi una Spanga spaesata, poco lucida in fase di possesso palla e mai pericolosa se non con qualche invenzione di Morata.

21.40 - E' stato un primo tempo positivo per l'Italia di Antonio Conte, decisamente più pericolosa e attena della Spagna. La squadra iberica è apparsa in difficoltà soprattutto sul piano dinamico, dove ha sofferto a lungo la corsa e l'intraprendenza degli Azzurri.

45' - FINISCE QUI, 0-0 IL PRIMO TEMPO DELLA DACIA ARENA TRA ITALIA E SPAGNA.

44' - Non ci sarà recupero.

44' - Ammonito Thiago Motta, il primo di questo primo tempo.

41' - Pericolo all'interno dell'area italiana con il tentativo da parte di Morata che però è stato bloccato dalla fisicità di Astori.

40' - Ripartenza rapida della Roja che guadagna corner con Aduriz.

39' - Pellé! Altra occasione per gli Azzurri con l'attaccante del Southampton che ha aperto il compasso, senza dare ne forza ne precisione al tiro facile preda per De Gea.

38' - Eder! Primo squillo dell'interista che ha cercato il tiro dal limite dell'area trovando però una deviazione decisiva da parte di Pique che ha smorzato il pallone tra le braccia di De Gea.

37' - Secondo brivido per la retroguardia Azzurra, ancora con il pallone in verticale di Morata che non ha trovato Aduriz, comunque pizziacato in offside.

36' - Tiki Taka prolungato ma sterile degli spagnoli, che non riescono a trovare il varco giusto ne per vie centrali, ne per vie esterne.

33' - Ora i ritmi tornano ad abbassarsi con l'Italia che ha allentato la sua morsa, concedendo alla Spagna qualche spazio per ricucire il suo tiki taka.

30' - Prima occasione potenziale per la Roja, pericolosa con il pallone in verticale di Morata, leggermente lungo rispetto alla posizione di Aduriz che attaccava la porta centralmente.

28' - Spagna messa in difficoltà anche sul palleggio dei centrocampisti, subito incontrati dagli Azzurri, presenti in ogni zona di campo.

25' - Ancora Italia pericolosa, ancora sull'out destro, ancora con Antonio Candreva: bella combianzione con Pelle bravo nel fare da sponda per il compagno di reparto che poi ha messo dentro per Giaccherini, il cui tiro è stato intercettato da Ramos.

23' - Altra bella azione di marca Azzurra con Florenzi che è arrivato a mettere nel mezzo un pallone basso, intercettato da De Gea.

20' - Italia tonica, molto attenta in questa fase di match. 

17' -Italia scatenata in questa: ancora Candreva ha cercato il cross sul secondo palo dove Pelle non è arrivato per questione di centimetri.

16' - Ancora Candreva, ha cercato il tiro, questa volta dall'altissimo coefficiente di difficoltà. Il pallone s'è impennato alto sopra la traversa.

15' - CANDREVA! Altra occasione per l'Italia, pericolosa con l'esterno della Lazio, bravo nel tiro che ha visto l'altrettanto ottimo intervento da parte di De Gea. Palla in corner.

14' - Ritmi molto bassi in questi primi minuti di partita.

12' - Errore di misura da parte di Fabregas che ha scodellato in area un pallone troppo lungo per tutti. Buffon pronto a rimettere  in gioco.

11' - Salgono le torri della difesa Roja, con Ramos e Pique su tutti.

11' - Punizione sulla treaquarti guadagnata dall'intraprendente Morata.

10' - L'Italia fa buona guardia sul possesso palla spagnolo. Gli azzurri coprono molto bene il campo, costringendo gli avversari ad un possesso sterile e poco pericoloso.

6' - Dopo aver corso il primo brivido del match, ora la Spagna prova a prendere possesso del campo con il suo palleggio caratteristico.

5' - Prima occasione del match per gli Azzurri! Grande lancio in profondità verso la corsa di Candreva che dalla linea di fondo ha messo dentro per Pelle, anticipato da Piqué che ha rischiato tantissimo facendo carambolare la palla sul palo.

4' - Candreva prova a scatenarsi in velocità, ma alla fine viene chiuso dall'intervento di Azpilicueta.

3' - Verticalizzazione provata già per la seconda volta da San Josè, molto presente all'interno del gioco spagnolo in quest'avvio. In entrambe le circostanze però, il pallone è finito lungo, tra le braccia di Buffon.

2' - Buona guardia da parte della difesa Azzurra sul primo corner battuto dalla Roja.

1' - Subito Morata intraprendente sull'out sinistro; il centravanti della Juve ha guadagnato il primo corner del match.

1' - Primo pallone gestito dagli azzurri.

1' - VIAAAAA! SI PARTE, E' INIZIATA ITALIA - SPAGNA.

20.50 - Ora però, è tutto pronto alla Dacia Arena, sta per iniziare Italia - Spagna.

20.49 - Commozione, ma anche appalusi da parte del pubblico di Udine.

20.48 - Prima del kick off però, c'è un minuto di raccoglimento in memoria delle studentesse italiane rimaste vittime di un incidente mortale in Spagna lo scorso lunedì. Il minuto di silenzio, è anche per le vittime degli attentati di Bruxelles, avvenuti martedì mattina.

20.46 - I capitani, Buffon e Segio Ramos, sono al centro del campo per lo scambio dei gagliardetti.

20.45 - Tutta la Dacia Arena canta con gli Azzurri che poi si caricano come da consuetudine, spinti dall'adrenalina di Gigi Buffon.

20.44 - Ed ora, è il momento dell'Inno di Mameli.

20.43 - Grande rispetto per l'inno spagnolo. Nessun fischio, solo applausi dal settore ospite.

20.42 - Suona l'inno Spagnolo, la celebre Marcia Reale.

20.41 - SQUADRE CHE FANNO IL LORO INGRESSO IN CAMPO.

20.39 - Tutto pronto alla Dacia Arena di Udine, le squadre sono pronte per fare il loro ingresso in campo.

20.33 - Le squadre stanno rientrando negli spogliatoi. Orami, mancano solo 10 minuti al kick off di questa affascinante amichevole internazionale.

20.30 - Ultime fasi di riscaldamento per le due squadre.

20.27 - Va sempre più riempiendosi il meraviglioso impianto friulano. Per la gara di questa sera è previsto il sold out. Dunque, sarà grande cornice di pubblico per un match che nelle attese si preanncuncia ricco di fascino e spettacolo.

20.24 - Anche gli spagnoli stanno affrontando le fasi di riscaldamento. Nel warm up della Roja, spicca il grande utilizzo del pallone, presente nella maggior parte degli esercizi svolti dalla Seleccion.

20.22 - Ecco gli Azzurri in campo. Riscaldamento rapido, basato sulla corsa e sull'agilità per la selezione italiana.

20.20 - Saranno molti gli scontri in campo tra compagni di club. Oltre a quello tra Morata e i suoi comagni bianconeri, qui troviamo anche Mata e Darmian, comagni nel Manchester United, ma rivali questa sera ad Udine.

20.16 - Ci sono alcune sorpese dell'ultim'ora in casa Roja: la più eclatante riguarda senza alcun dubbio l'esclusione di Iker Casillas dall'undici titolare. Al posto dell'ex Real Madrid c'è David De Gea a proteggere i pali della Seleccion. In difesa, Azpilicueta ha vinto il ballottaggio con Jordi Alba, mentre in attacco, è Mata il prescelto per giocare con Morata e Aduriz, titolare con la sua Nazionale, 6 anni dopo l'ultima volta.

SPAGNA: (4-3-3): Casillas; Juanfran, Piqué, Ramos, Azpilicueta; Thiago Alcantara, San José, Fabregas; Mata, Aduriz, Morata. 

20.12 - Ed ora passiamo all'undici scelto dal commissario tecnico della Spagna, Vicente Del Bosque, per la Spagna.

20.10 - Tutto confermato in casa Azzurra; Conte lancia il 3-4-3 con Bonucci al centro della difesa a tre, il duo Parolo - Thiago Motta a centrocampo, e Pellé, supportato da Eder e Candreva in attacco.

ITALIA: (3-4-3): Buffon; Darmian, Bonucci, Astori; Florenzi, Thiago Motta, Parolo, Giaccherini; Candreva, Pellè, Eder.

20.09 - Partiamo dall'undici scelto da Antonio Conte per l'Italia.

20.08 - Ed ora, passiamo alla lettura delle formazioni ufficiali. 

20.06 - Terreno di gioco abbondantemente bagnato alla Dacia Arena. In azione gli irrigatori.

20.02 - Gagliardetto e fascia da Capitano pronte davanti alla postazione dedicata al capitano della Nazionale, Gigi Buffon

                 

20.01 - Numero e maglia anche per Eder Citadin, l'oriundo scelto in pianta stabile nell'undici iniziale di Conte. Dal suo approdo all'Inter, Eder ha smarrito la via del gol, ma Conte confida ancora in lui, e questa sera gli sarà concessa la titolarità.

19.59 - Ecco le maglie di alcuni difensori italiani: spiccano Asotri e Darmian, che possiamo anticiparvi, giocheranno dal primo minuto.

19.58 - Tutto in ordine nello spogliatoio degli Azzurri.

19.55 - Prima di leggere le formazioni ufficiali delle squadre, facciamo un incursione all'interno dello spogliatoio Azzurro.

19.54 - Le squadre sono già in campo per il riscaldamento. Italia - Spagna è già entrata nel vivo.

19.48 - Si tratta di un test match importantissimo per l'Italia di Antonio Conte, che dovrà misurarsi con la Spagna campione d'Europa. Gli Azzurri vanno a caccia di quelle certezze che il ct non ha ancora trovato, soprattutto sotto l'aspetto tattico.

19.46 - Arrivano le prime immagini in diretta dallo stupendo impianto friulano, finito di rimodernare solo due mesi fa, ed oggi pronto per ospitare per la prima volta gli Azzurri.

19.45 - Eccoci, siamo in diretta dalla Dacia Arena di Udine. Qui, tra un'ora esatta, Italia e Spagna si affronteranno in amichevole.

Benvenuti alla diretta scritta live ed di Italia - Spagna (20.45), amichevole internazionale dal grande prestigio, utile per mettere in pratica le ultime modifiche e per riveleare le forze in campo, in vista dell'europeo di Francia del prossimo giugno.

Nello scenario della nuovissima Dacia Arena, Udine è pronta ad accogliere l'arrivo di Italia e Spagna, nuovamente una di fronte all'altra in un test match di grande importanza, utile per mettere alla prova la preparazione delle due Nazionali in vista di Euro 2016. Nonostante l'addio di Antonio Conte sia ormai certo, l'Italia del ct ex Juve non ha nessuna intenzione di recitare un ruolo da comparsa nell'europeo francese del prossimo giugno. Allo stesso tempo, anche la Spagna di Del Bosque, reduce dal flop Mondiale, è in cerca di un'identità di gioco che possa dare continuità alla vecchia generazione, in parte sostituita da giovani talenti in rampa di lancio. 

A meno di tre mesi dall'esordio con il Belgio, l'Italia di Antonio Conte non ha ancora intrapreso una strada precisa, passando più e più volte dal 3-5-2, modulo utilizzato da Conte ai tempi della Juventus, al 4-3-3, senza dimenticare la parentesi 4-4-2. Nonostante questo mix di schieramenti provati dal ct, alla vigilia dell'amichevole di Udine, il bilancio dell'Italia sotto la gestione Conte parla di 9 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte in 16 gare. Gli azzurri si sono piegati solo in amichevole, al cospetto di squadre di pari livello come Portogallo e Belgio, entrambe capaci di mettere a nudo pregi e difetti di questa Nazionale.

Guardando il bicchiere mezzo pieno, quel che è certo è che l'Italia di Conte ha una precisa identità di gioco, e che essa rispecchia in toto il proprio commissario tecnico. Quello che invece non convince, riguarda soprattutto quelli che saranno gli uomini, ed in particolare l'undici da schierare in campo, il 13 giugno con il Belgio. Il tempo sta per scadere, dopo la Spagna solo altri 180 minuti divideranno l'Italia dall'europeo e lì non sarà più il momento dei test, ma delle certezze; certezze che oggi, Antonio Conte cerca a Udine, Spagna permettendo.

Se l'Italia è in cerca di certezze, la Spagna è quella Nazionale che deve assolutamente ritrovarle. La Roja, dominatrice incontrastata dal 2008 al 2012, ha inevitabilmente accusato la pedrita di alcuni Campioni del calibro di Villa, Xavi o Puyol. Dopo il disatroso Mondiale Brasiliano, Del Bosque ha deciso di dare spazio ad alcuni giovani di talento per ridare linfa ad un gruppo appagato dai successi degli anni passati che forse ha smesso di inseguire obiettivi importanti con la camiseta Roja. Lo zoccolo duro della Spagna, vede ancora in prima linea eroi nazionali come Iniesta, Casillas e Busquests, anche se, la loro carta d'identità s'appesantisce di anno in anno. 

Per questo, la strategia del ct spagnolo, che potrebbe restare anche dopo l'europeo, sembra essere quella giusta; l'ingresso di talenti come Morata, Paco Alcacer, Koke, Thiago Alcantara, De Gea e Isco è da considerarsi come una mossa rischiosa ma giusta. La Roja infatti, difficilemente protà difendere il doppio titolo ottenuto nel 2008 e nel 2012, ma certamente avrà la possibilità di mettere alla prova i nuovi centauri, per far acquisire esperienza e mestiere a chi, già dal mondiale di Russia, proverà a ripercorrere i fasti della Nazionale più forte di ogni tempo.

Partita Italia - Spagna live, amichevole internazionale in diretta

Per l'amichevole di Udine, Antonio Conte pare voglia sorprendere ancora, affidandosi ad un nuovo sistema di gioco, il 3-4-3. Il commissario tecnico, che per la doppia sfida con Spagna e Germania ne ha convocati 27, ha dovuto rimandare a Torino lo sfortunato Barzagli, fermato da un problema fisico proprio in un momento di grande forma fisica. Con il centrale della Juve, mancano all'appello anche altri nomi illustri: Chiellini è ancora out a causa del solito polpaccio, mentre Immobile si è infortunato proprio domenica nel Derby della Mole. Assenze pesantissime anche a centrocampo, dove Marchisio e Verratti non sono stati chiamati a causa di problemi fisici più o meno gravi, che nel caso del parigino, destano anche qualche preoccupazione a Coverciano. Out per scelta i veterani Pirlo e De Rossi.

Davanti al record man di presenze nonché Capitano, Gigi Buffon, Conte sembra orientato a schierare una difesa a tre con Bonucci, Darmian ed uno tra Astori e Acerbi. Nel centrocampo a quattro disegnato da Conte, pochissimi i dubbi, con Giaccherini e Florenzi ad occupare le due fasce, e la coppia Thiago Motta - Parolo a presidiare la zona centrale. In avanti, il tridente Azzurro dovrebbe prevedere l'impiego di tre fedelissimi del ct, con Candreva ed Eder ai lati di Graziano Pellé.

ITALIA: (3-4-3): Buffon; Darmian, Bonucci, Astori; Florenzi, Thiago Motta, Parolo, Giaccherini; Candreva, Pellè, Eder. ct:. Antonio Conte.

Idee chiarissime in casa Spagna, con Vicente Del Bosque che non tradirà nemmeno a Udine quello che è il dogma della Roja, il 4-3-3. Il ct ex Real Madrid, nonostante la stagione poco entusiasmante al Porto, sembra voler concedere una maglia da titolare a Casillas, al pari di Buffon, leggenda assoluta dei pali. Davanti al portiere pluripremiato, la difesa a quattro iberica sarà composta da Juanfran a destra, Piqué e Sergio Ramos nel mezzo, ed uno tra Jordi Alba e Azpilicueta a sinistra. Qualche sorpresa a centrocampo, dove Del Bosque ha risparmiato dalla convocazione gente del calibro di Iniesta e Busquets. Inoltre, Cazorla, sostituto naturale dei catalani, non ha ancora ripreso ad allenarsi e difficilmente sarà disponibile per l'europeo. 

Dunque, a centrocampo, le scelte di Del Bosque vedranno Fabregas e Thiago Alcantara nel ruolo di mezze ali, mentre il compito che fu di Xavi, spetterà la basco San José. In avanti, non è stato convocato Diego Costa, duramente punito a seguito del morso rifilato a Barry in Everton - Chelsea di FA Cup. Al posto dell'ariete naturalizzato spagnolo, il ct iberico ha deciso di premiare Aduriz, cecchino infallibilie, rinato a Bilbao, nonostante i 35 anni sulle spalle. Con il basco, l'attacco sarà completato da Alvaro Morata ed uno tra Mata e David Silva, in ballottaggio come spesso accade in Nazionale.

SPAGNA: (4-3-3): Casillas; Juanfran, Piqué, Ramos, Jordi Alba; Thiago Alcantara, San José, Fabregas; David Silva; Aduriz, Morata. All:. Vicente Del Bosque.

Partita Italia - Spagna live, amichevole internazionale in diretta

Italia e Spagna si affornateranno a Udine per la 34^ volte nella loro storia. Il primo incrocio tra le due Nazionali risale al 1927 e alla vittoria degli Azzurri al Littorare di Bologna per 2-0. Da allora si sono susseguiti duelli avvincenti ed appassionanti che hanno toccato il loro apice proprio in questi anni, grazie alla forza della Roja, capace di imporsi sul palcoscenico internazionale in modo devastante. Il bilancio degli scontri, è in perfetto equilibrio, dato che nei 33 precedenti, 10 sono le vittorie per entrambe le Nazionali, mentre 13 sono i pareggi. 

Tra i match più importanti, ricordiamo con nostalgia il quarto di finale del mondiale statunitense, nel 1994, quando grazie ad un gol siglato da Roberto Baggio nei minuti finali, l'Italia riuscì ad avere la meglio degli spagnoli. Sempre legata alla figura di Baggio è l'amichevole del 2004 tra Italia e Spagna che sancì l'addio alla Nazionale del codino, qualche mese più tardi, omaggiato da San Siro nel giorno del suo addio definitivo. 

Il duello però, si infiamma in questi anni: tutto ebbe inizio in un altro quarto di finale, quello dell'Europeo austro-svizzero del 2008. In quel di Vienna, Italia e Spagna allungarono la sfida fino ai calci di rigore, quando furono decisivi gli errori di De Rossi e Di Natale per spingere la Spagna verso la comoda semifinale con la Russia. Quattro anni più tardi, agli europei del 2012, Italia e Spagna furono sorteggiate nello stesso girone di qualificazione. Nel match inaugurale, la Roja campione del mondo in carica, fu bloccata sull'1-1 dal gol di Antonio Di Natale, che si fece perdonare l'errore di quattro anni prima. Da quel girone, uscirono vincitrici proprio Spagna e Italia, che poi continuarono il loro cammino fino alla finale del 1 luglio a Kiev.

E' lì, in quella notte, che è stato toccato l'apice massimo della rivalità: l'Italia di Prandelli e Balotelli, naufraga nei 90' regolamentari che sanciscono il dominio della Spagna. Il 4-0 finale non basta per spiegare le lacrime inconsolabili di Mario Balotelli, protagonista di quell'europeo, ma impotente di fronte alla perfezione della Roja, nuovamente campione d'Europa.