Qualificazioni europei U21, l'Italia nel finale ha la meglio su Andorra (0-1)

Un gol fondamentale di Cerri a 10 minuti dalla fine regala i tre punti agli azzurrini di Gigi Di Biagio.

Qualificazioni europei U21, l'Italia nel finale ha la meglio su Andorra (0-1)
Domenico Berardi in azione contro Andorra.
Andorra under21
0 1
Italia under21
Andorra under21: (4-4-2): Silveiro; Rubio, Alavedra, Viladot, Pomares; Nazzaro, Ferrè, Villagrasa, Matos; A.Sanchez, Reyes.
Italia under21: (4-3-3): Donnarumma; Conti, Caldara, Romagnoli, Masina; Mandragora, Mazzitelli, Benassi; Berardi, Rosseti, Monachello.
SCORE: 0-1,min.80, Cerri.
NOTE: Gara di qualificazione per europei di categoria. Si gioca in Andorra, calcio d'inizio ore 18.30 circa.

Un vittoria più difficile del previsto, ma ottenuta grazie al cambio azzeccato Cerri-Rosseti che evita all'Under21 un clamoroso pari-beffa per come si erano messe le cose in campo.

Ad Andorra si sfidano i padroni di casa e l'Italia nella gara di qualificazione ai prossimi campionati europei under21. Gli azzurrini di Gigi Di Biagio guidano il Gruppo 2 con 16 punti, frutto di cinque vittorie ed un pareggio e in caso di successo l'Italia allungherebbe a +4 sulla Slovenia e a +9 sulla Serbia, anche se quest'ultima ha una partita in meno. La Nazionale di Justo Ruiz è invece tagliata fuori dal discorso qualificazione: sono infatti soltanto 3 i punti di Andorra, ottenuti in casa contro la Lituania.

LE SCELTE- Padroni di casa in campo con un abbottonato 4-1-4-1, con Aaron Sanchez unica punta mentre le corsie sono percorse come sempre da Matos e da Nazzaro; Gigi Di Biagio si affida ad un 4-4-2 con Monachello e Rosseti a comporre il pacchetto offensivo. A centrocampo c'è Mazzitelli insieme a Mandragora, mentre Berardi e Benassi sono gli esterni.

IL FILM DEL MATCH- L'Italia tiene palla ma non trova grandi spunti davanti fino al 21', con Mandragora: il centrocampista del Pescara salta da solo sul secondo palo e colpisce di testa, ma il pallone esce di un soffio. Al 24' Rosseti si gira al limite dell'area di Alavedra e calcia con violenza in porta, ma Silverio respinge la conclusione di pugno. Tra gli azzurri prova a farsi vedere soprattutto Berardi. Squadre dunque al riposo sul punteggio di 0-0 con gli azzurrini che faticano incredibilmente a creare la superiorità numerica e a giocare palla a terra contro una squadra molto organizzata e che si difende bene.

Ripresa: al 48' Benassi prova la conclusione da posizione ravvicinata, ma il suo tiro viene rimpallato da Villagrasa, bravissimo ad abbassarsi in area di rigore. Al 54' arriva il palo di Rosseti. Prova il gioco palla a terra l'Italia di Gigi Di Biagio, accelerando i ritmi contro un'avversaria più ostica del previsto. Arrivano quindi tre occasionissime per gli azzurrini, una con Mandragora e due con Berardi, ma il portiere avversario Silverio é superlativo nel conservare lo 0-0 temporaneo. Di Biagio decide quindi di  optare per Cerri davanti al posto di Rosseti, nella speranza di portarsi a casa i tre punti. E proprio l'attaccante azzurro decide il match all'80: sugli sviluppi di un corner, Silverio (fino ad allora impeccabile) esce malissimo fuori dai pali, il pallone arriva così sui piedi di Cerri che in girata porta in vantaggio gli azzurrini. Al minuto 85 grandissimo assist di Cerri per Garritano (uno dei migliori in campo quest'oggi) che entra in area e calcia di prima intenzione, ma Silverio riscatta l'errore precedente e salva in uscita.

Finisce dunque 0-1 per i ragazzi di Biagio, una vittoria sofferta a dir poco per merito dell'ottima prestazione dei padroni di casa, in particolare di Silverio, ma al tempo stesso importante per il cammino verso gli Europei di categoria. Brutta Italia nel primo tempo, decisamente meglio nella ripresa.