Il Portogallo supera 2-1 un Belgio sufficiente: buona l'ultima pre-Europeo

I lusitani vincono convincendo, molto bene Nani e Ronaldo. Per gli ospiti in evidenza Lukaku e Radja Nainngolan, ancora però tanti i dubbi per Wilmots.

Il Portogallo supera 2-1 un Belgio sufficiente: buona l'ultima pre-Europeo
PORTOGALLO
2 1
BELGIO
PORTOGALLO: Rui Patricio; Cedric, Fonte, Pepe, Guerreiro; Adrien (Sanches, min. 46), Danilo (Danny, min. 88), Joao Mario (Bernardo Silva, min. 46), Andre Gomes (Carvalho, min. 74), Nani (Eder, min. 61); Cristiano Ronaldo (Quaresma, min. 61).
BELGIO: Courtois; Denayer (Boyata, min. 87), Vermaelen, Lombaerts, Gillet (Jordan Lukaku, min. 60); Nainngolan, Fellaini (Dembele, min. 80), Witsel; Chadli, Lukaku, Mertens (Batshuayi, min. 67).
SCORE: 1-0, min. 20, Nani. 2-0, min. 40, Cristiano Ronaldo. 2-1, min. 62, Romelu Lukaku.
ARBITRO: Stephan Klossner (SVI). Ammoniti: Danilo (min. 86), Dembele (min. 86)
NOTE: Amichevole internazionale.

Il Portogallo vince l'amichevole di lusso contro il Belgio grazie alle reti di Nani e Ronaldo. Inutile, per gli ospiti, la marcatura di Romelu Lukaku su assist del fratello.

Padroni di casa che scendono in campo con il 4-2-3-1 la cui stella è, senza dubbio, Cristiano Ronaldo. 4-3-3 offensivo, invece, per i sorprendenti ospiti, con Mertens e Chadli pronti a servire Lukaku. Gara subito emozionante, con le due compagini pronte a darsi battagia a viso aperto. Padroni di casa immediatamente proiettati in avanti e vicini al gol già al 10', quando Courtois salva due volte il risultanto, prima su Adrien ottimamente imbeccato da CR7 e poi sul tiro dalla distanza di Mario.  E' un assedio a fortissime tinte lusitane, con Nani molto pimpante e spesso spina nel fianco quando parte con il pallone fra i piedi. Al minuto numero dodici è infatti proprio l'esterno ex United ad impegnare il portiere belga, bravissimo su un insidioso colpo di testa. Le tante occasioni mancate sono solo il preludio ad un gol che arriva puntuale al 20', grazie a Nani il quale freddamente con il piattone batte un incolpevole Courtois. Portogallo quindi meritatamente avanti. Dopo circa mezz'ora di gioco e con il risultato abbastanza al sicuro sale in cattedra Cristiano Ronaldo, abile a staccare di testa al 33' senza inquadrare però la porta. Finalmente, dopo quasi un tempo intero ad osservare, si affacciano gli ospiti, grazie ad un tiro centrale di Mertens abilmente bloccato da Patricio cinque minuti dopo. Il Portogallo è però davvero troppo forte per i belga, totalmente in confusione e doppiamente sotto al 40', quando il perfetto inserimento di Ronaldo brucia difensori  e portieri avversari. L'ultima parte di tempo alterna vibranti emozioni, equamnte divise tra le due squadre: al minuto quarantadue conclusione volante di Witsel sventata da Patricio, sessanta secondi dopo è invece Gomes a sparare alto.

Seconda frazione che inizia con il Portogallo sempre pericoloso, come dimostra la pericolosa conclusione ravvicinata di Ronaldo al 51'. I belga non vogliono però essere vittime sacrificali anche nei secondi quarantacinque minuti e, convinti di ciò, si rendono pericolosi due minuti dopo sempre con Mertens, l'unico sufficientemente promosso dei suoi. Il colpo di testa del 14 napoletano è però fuori misura. Avanzano dunque i rossi di Wilmots, ancora guizzanti al 56', quando Nainngolan impegna Rui Patricio concludendo violentemente. Pepe mette in seguito fuori. Ormai il Portogallo gioca di rimessa, preferendo un atteggiamento più contropiedista rispetto al bel gioco espresso nella prima frazione, permettendo così il 2-1 belga di Lukaku al minuto sessanta, abile a tramutare in assist l'ottimo cross in area del fratello Jordan, entrato un minuto prima al posto di Jillet. Festeggiano dunque i due fratelli. Dopo una buona fase di riposo si riaffacciano finalmente i padroni di casa, con un bel tiro di Guerreiro al 73' che finisce però alto sopra la traversa. Tre minuti dopo ancora i granata lusitani pericolosi, quando Quaresma prova blandamente a sorprendere Courtois. Il belga del Chelsea non ha però problemi a bloccare la sfera. All'81 è invece pericoloso Nainngolan, quando la sua conclusione sfiora il palo. L'occasione più importante di frazione capita però sui piedi di Ricardo Quaresma, che praticamente sul dischetto del rigore calcia altissimo. Errore imperdonabile per l'esterno ex Porto ed Inter. Il tentativo del 20 di casa chiude di fatto una gara amichevole emozionante e divertente.

Tante emozioni, molti capovolgimenti di fronte ed un risultato tutto sommato giusto. Il Portogallo ha infatti creato di più, sfruttando meglio le occasioni capitategli. I lusitani continuano a dimostrarsi dunque formazione bella da vedere ma debole fiammifero quando deve dimostrare qualcosa in più. Moltissimi dubbi, invece, per il Belgio: sicuramente le amichevoli sono poco indicative ma ancora una volta i ragazzi di Wilmots, gruppo giovane e tra i più forti tecnicamente di tutto il panorama europeo, si sbriciolano di fronte altri avversari più abbordabili. Vedremo quindi come si evolveranno agli Europei. Migliore in campo per i padroni di casa, Ronaldo. Per gli ospiti in evidenza Nainngolan.