Euro 2016, Del Bosque spegne le polemiche sulla vicenda Pedro: "Si è scusato, non lo punirò"

Il commissario tecnico della Nazionale spagnola ha messo a tacere le polemiche sollevate da Pedro, che a causa dello scarso impegno nei match precedenti aveva minacciato di abbandonare il ritiro della Roja. Il ct dei Campioni in carica non si fida della Croazia, e nonostante basti un solo punto per ottenere il primo posto nel girone D, sembra intenzionato a far scendere in campo tutti i migliori della sua Nazionale.

Euro 2016, Del Bosque spegne le polemiche sulla vicenda Pedro: "Si è scusato, non lo punirò"
Vicente Del Bosque, ct della Spagna. Fonte foto: Getty Images Europe.

E' il momento di chiudere il cerchio per la scintillante Spagna di Vicente Del Bosque. La Nazionale Campione d'Europa in carica sta disputando un grande europeo, e ottenuta la qualificazione per gli ottavi di finale, ora è giunto il momento di difendere un prezioso primo posto nel girone D. 

A bussare alla porta degli iberici infatti, arriva l'agguerrita Croazia targata Ante Cacic. I croati hanno mostrato ottime qualità tecniche, ma a causa dello sciagurato finale con la Repubblica Ceca, non hanno ancora la matematica certezza di accedere al turno successivo. Inoltre, nemmeno il discorso legato al primo posto nel girone è ancora deciso, dunque per la Spagna si prospetta un match dalle mille insidie. 

Ad aggiungere altro pepe alla vigilia della sfida con i balcanici, nel ritiro degli iberici è scoppiato il caso Pedro: il calciatore del Chelsea pare abbia avuto un duro scontro con Del Bosque, che - secondo Pedrito - non considera affatto il numero 7 della Roja come un possibile titolare. Il diverbio si è acceso, causando la grande stizza dell'ex blaugrana, arrivato a poco dall'abbandonare la sua Nazionale e rientrare in Spagna. Fortunatamente per Del Bosque la situazione è rientrata e tra i due c'è stato anche una sorta di chiarimento che però, non ha spento la curiosità dei cronisti presenti al seguito delle furie rosse.

Di conseguenza, nella conferenza stampa della vigilia, Del Bosque è stato interpellato proprio a riguardo della particolare situazione che lo ha visto protagonista insieme a Pedro: "Le sue parole mi hanno sorpreso, - ha ammesso Del Bosque - ma ho parlato con lui e si è scusato. Non è comunque una cosa negativa che abbia spiegato come si sente. Ha spiegato che non voleva creare problemi"
Il commissario tecnico, in accordo con il resto dello staff tecnico ha deciso di non punire il calciatore, che dunque è pienamente disponibile per l'impegno di questa sera con la Croazia: "Non lo punirò, so già chi giocherà contro la Croazia, le sue parole non cambiano nulla. Questa squadra è come una famiglia, c'è una bella atmosfera e questa vicenda non cambierà le cose"

Dopo le spiegazioni relative alla vicenda, il commissario tecnico già Campione del mondo e d'europa ha concentrato le proprie mire verso il match con la Croazia, annunciando che potrebbero non esserci molti cambi rispetto a quello che sin qui è stato l'undici ideale: "Non so se è ideale far riposare i giocatori al momento. I giocatori hanno preso un ritmo e potrebbe essere controproducente modificarlo. Andrés Iniesta sta facendo un grande lavoro in avanti. E' in grande forma e sta facendo molto bene"

In chiusura, Del Bosque ha espresso anche un parere verso Luka Modric, probabile assente tra le fila di una Croazia comunque pericolosissima: "Luka Modrić è uno dei migliori giocatori della Croazia e ha fatto benissimo con il Real Madrid. In generale, però, tutta la Croazia è una squadra ben organizzata. Proveremo a batterla e a scegliere gli 11 migliori giocatori da utilizzare in questo momento. Ricordo che la Croazia è forse una delle squadre migliori che ho visto nel torneo fino a ora".