Svezia-Belgio 0-1, le voci del post partita

Andiamo a leggere le dichiarazioni dei protagonisti del match che ha decretato l'eliminazione della Svezia e la qualificazione del Belgio

Svezia-Belgio 0-1, le voci del post partita
Interviste post Svezia-Belgio 0-1

Successo determinante per il Belgio che batte la Svezia 1-0 grazie al gol di Nainggolan, regalandosi la qualificazione agli ottavi di finale. La Svezia invece, nell'ultima gara di Ibrahimovic con la maglia della sua Nazionale, esce dagli Europei con un pò di amaro in bocca viste le precedenti partite non andate al meglio.

Andiamo a leggere le dichiarazioni dei protagonisti del match.

Hazard: "Ibra ha fatto un sacco di cose importanti nella sua carriera e avrebbe voluto qualificarsi ma purtroppo ora è eliminato. Rimarrà un grande campione e ha ancora molto da offrire a livello di club.  E' stata una partita difficile, complicata soprattutto per i nostri difensori. Nel primo tempo abbiamo avuto qualche occasione e poi Nainggolan ha segnato un gol importante e da allora in poi abbiamo dovuto gestire il gioco. Con l'Ungheria sarà dura. Abbiamo visto gli ultimi minuti della loro partita contro il Portogallo. Loro danno il 200% e hanno ottimi giocatori. Abbiamo bisogno di un'altra buona prestazione per qualificarci per i quarti di finale".

Nainggolan: "E' stata una partita molto difficile perché hanno giocato con due attaccanti e con gli esterni alti, ma siamo riusciti a creare un sacco di occasioni. Avevamo solo l'obiettivo di qualificarci, forse avremmo potuto fare un pò meglio in precedenza. Il gol è stato fantastico e un po' fortunato, come la palla è arrivata ho puntato verso il secondo palo ed è stato deviato perfettamente. Non importa che ho realizzato io il gol, il fatto che abbiamo segnato era la cosa più importante".

Hamrèn: "Sono molto deluso. Stavamo parlando prima della partita circa l'onore di rappresentare la Svezia e di essere qui, ma non avrei potuto chiedere di più dai miei giocatori sono orgoglioso di loro , anche se abbiamo perso. Ho sperato che Zlatan avrebbe avuto un miglior finale. Lo stesso vale per Isaksson e Källström, che hanno ben figurato per molto tempo e anche loro finiscono la loro carriera con la Svezia. Ci potrà essere un nuovo Ibrahimovic? No, lui è speciale, lui è unico. Non credo che in un piccolo paese come la Svezia si trova un altro giocatore come lui".

Granqvist: "Penso che abbiamo giocato una buona partita contro una squadra molto forte. Abbiamo avuto una grande occasione nel primo tempo, ma Marcus Berg è stato sfortunato. Nel secondo tempo abbiamo preso più rischi. Naturalmente i loro attaccanti sono forti. E' una sensazione amara, abbiamo avuto una grande occasione con un colpo di testa che è stato salvato sulla linea di porta, poi ha segnato il Belgio in contropiede.  Abbiamo avuto una brutta prima partita contro l'Irlanda e già prima dell'inizio del torneo sapevamo che era una partita chiave. Se avessimo vinto saremmo arrivati probabilmente terzi ma questo non è accaduto. Penso che abbiamo giocato molto bene contro l'Italia e il Belgio, ma non è stato abbastanza".