Euro 2016 - Risultato Croazia - Portogallo (0-1), decide Quaresma

Euro 2016 - Risultato Croazia - Portogallo (0-1), decide Quaresma
www.makemefeed.com
CROAZIA
0 1
PORTOGALLO
CROAZIA: Subasic; Srna, Vida, Corluka (Kramaric, min. 118), Strinic; Modric, Badelj, Brozovic, Perisic, Rakitic (Pjaca, min. 109); Mandzukic (Kalinic, min. 87).
PORTOGALLO: Rui Patricio; Soares, Pepe, Fonte, Guerreiro; William Carvalho; Joao Mario (Quaresma, min. 87), Adrien Silva (Danilo, min. 108), André Gomes (Renato Sanches, min. 49); Ronaldo, Nani.
SCORE: 0-1, min. 116, Quaresma.
ARBITRO: Carlos Velasco (ESP). Ammoniti: William Carvalho (min. 77)
NOTE: Gara valida per gli ottavi di finale dei Campionati Europei di calcio. Stadio Bollaert-Delessis di Lens.

Davvero una beffa per la Croazia, che vede già svanire il proprio cammino europeo dopo un ottavo giocato con il freno a mano tirato. Gara sufficiente, invece, per gli andalusi, che riescono a capitalizzare l'unica vera occasione di gara. Sarà dunque Polonia-Portogallo, con i ragazzi di Santos ora proiettati verso la finale. Antonio Abate ringrazia i suoi appassionati lettori dandogli appuntamento ai prossimi incontri, rigorosamente targati Vavel Italia. Alla prossima!

122' - E FINSICE QUI! PORTOGALLO AI QUARTI DOPO UNA GARA TATTICA E DIFFICILE!

121' - VIDA! Ancora un'occasionissima! Dagli sviluppi della punizione, Modric passa a Srna che trova Perisic il quale pesca Vida. Conclusione volante del difensore di poco fuori

120' - Croazia ora a trazione anteriore. Punizione di Kramaric su cui sale anche Subasic, ultimo assalto croato!

118' - Spinge Pjaca! Tutto solo si invola sulla destra, angolo per la Croazia! Intanto fuori Corluka per Kramaric!

116' - Micidale capovolgimento di fronte degli andalusi, che con pochi tocchi riescono a riproporsi davanti Subasic. Tap-in di Ronaldo parato dal portiere avversario e colpo di testa a porta vuota proprio di RIcardo Quaresma. Ora si fa durissima per il Portogallo. 

116' - RICARDO QUARESMAAAAAAAA!!!!! PORTOGALLO IN VANTAGGIO SUGLI SVILUPPI DI UN CONTROPIEDEEEEEEE

115' - Pericolosissimi i croati, con Perisic che non trova la porta!

115' - PALO DELLA CROAZIA! PERISIC!

115' - Inizia  a premere la Croazia, rivitalizzata proprio dall'ingresso in campo di Marko Pjaca. Forse Cacic avrebbe dovuto lanciarlo prima nella mischia.

113'- Portogallo che, dopo il cambio, passa al 4-2-3-1, modulo speculare perché continuamente proposto, in quest'ottavo, dalla Croazia. 

111' - VIDA! Ancora pericoloso il centrale difensivo! Uscita sbagliata di Patricio, che buca l'intervento, e capocciata centrale del 21 croato. Rischia tanto il portiere andaluso!

110' - Che chiusura Pepe! Provvidenziale il portoghese su un filtrante di Perisic su Kalinic.

109' - Secondo cambio anche per la Croazia: esce uno stremato Rakitic per Marko Pjaca.

107' - Esce Adrien Silva per Danilo, ultimati dunque i cambi per il Portogallo. 

107' - Pronti altri due cambi, uno per parte. 

106' - Secondo tempo supplementare al via!

La Croazia, favorita, ha forse avuto paura di perdere fino ad ora. Statisticamente comunque i croati non hanno mai vinto nei minuti regolamentari una gara ad eliminazione diretta, sintomo di un timore che si insinua quando si tratta di giocare un out-out.

FINE PRIMO TEMPO SUPPLEMENTARE! ANCORA PARITA'!

105' - Un minuto di recupero.

104' - Ancora una conclusione impossibile di Perisic! Grandissima palla di Modric e tiro al volo dell'esterno dell'Inter, che forse voleva metterla in mezzo. Intanto torna in campo coraggiosamente  Corluka.

102' - Intanto a terra Vedran Corluka, un problema all'inguine per lui. Il difensore della Lokomotiv Moscow ha subito un colpo durante la mischia sugli sviluppi di un corner. Si prepara preventivamente Jedvaj.

101'- Punizione interessante per il Portogallo, Quaresma alla battuta. Scivola però il portoghese, che riesce comunque a metterla in area. tocca fuori Nani.

99' - Brozovic! Tiro dalla distanza di Brozovic, che non vede però Rakitic tra le linee difensive portoghesi. Iniziano a fioccare, dunque, le conclusioni dalla distanza

97' - Lungo palleggio andaluso interrotto da un errore di Quaresma, che dosa male il passaggio per Cedric Soares pronto a superare in velocità Strinic.

95' - KALINIC! CHE ERRORE! Bellissimo filtrante di Perisic, rimpallo fortunoso dello zar che, però, non rischia il dribbling tirando malamente fuori. Posizionato e pronto a frenarlo, Fonte, che celermente recupera dopo la sfortunata scivolata.

95' - Squadre comunque molto stanche, come dimostra la loro tendenza ad allungarsi lasciando tantissimi spazi.

93' - Bell'idea di Perisic! Corluka vede l'esterno che, di testa, prova a sorpredendere da fuori area Patricio. Pallone alto di poco. Sarebbe stato un gol da cineteca!

92' - Fallo di Sanches e punizione per la Croazia dalla distanza: Srna pronto a battere in area.

90' - Si parte con i tempi supplementari!

Una partita davvero brutta e senza emozioni, in cui ha prevalso la paura di perdere. Il Portogallo ha giocato di rimessa, la Croazia ha fallito quando poteva fare la gara. Ora i suppementari ci diranno, salvo rigori, quale rosa passerà ai quarti contro la Polonia. 

FINISCE QUI! SI ANDRA' AI SUPPLEMENTARI!

93' - Angolo per la Croazia, sarà l'ultima possibilità prima dei supplementari.

92' - Nessuna emozione, la frazione scivola lentamente via verso la fine.

90' - Tre minuti di recupero decretati dal direttore di gara.

89' - Non cambia dunque la disposizione tattica delle due squadre, che termineranno la gara molto probabilmente con gli stessi moduli di inizio match.

87' - Cambio anche per la Croazia: Kalinic sostituisce uno spento Mario Mandzukic.

86' - Primo cambio per il Portogallo: fuori Mario e dentro Ricardo Quaresma.

86' - Che progressione Sanches! Il classe '97 si fa infatti trenta metri, sbagliando però il passaggio per Joao Mario. 

83' - Squadre che sembrano pensare ai supplementari, più propositivo comunque il Portogallo, che tiene lungamente palla in questa frazione

81' - Cross sul portiere di Perisic, facile presa in uscita di Rui Patricio.

79' - Cross di Srna e tiro al volo altissimo di Perisic. Inspiegabile soluzione dell'esterno ex Borussia Dortmund.

79' - Bella copertura difensiva di Carvalho, un mastino quando si tratta di coprire gli spazi lasciati vuoti dai difensori.

77' - Arriva il primo giallo di gara ai danni di Carvalho. L'abritro punisce infatti il fallo del 14 andaluso.

76' - Triangolo non concretizzato tra Ronaldo e William Carvalho, con quest'ultimo che non completa la serie di passaggi nei pressi dell'area protetta da Subasic. Poteva essere una buona gara.

74' - Pallone basso e teso del 7 in forza al Barcellona, nessuna deviazione da parte dei suoi.

73' - Spinta offensiva di Srna con conseguente fallo al limite di Sanches. Rischia il centrocampista portoghese, che per questione di centimetri non regala il penalty ai rispettivi avversari. Punizione comunque interessante e defilata da destra, la battee Rakitic.

72' - Palleggo orizzontale del Portogallo, con i difensori andalusi accorti nel non perdere il pallone nonostante il pressing di Mandzukic.

70' - Grandissima palla di Brozovic per Perisic, che colpisce però al volo non inquadrando la porta. Un tentativo da posizione defilatissima e comunque difficile per l'ottimo esterno croato.

69' - Cross lungo di Cedric, pallone sul fondo.

67' - In questa fase di gara grandi spazi lasciati dalla Croazia: il Portogallo cerca infatti di inserirsi con celerità negli spazi. I cross dei controcampisti risultano essere comunque inoffensivi per la retroguardia croata.

65' - Passata la mezz'ora, persiste l'equilibrio tra le parti, con Cacic che ancora non accenna al primo cambio.

62' - Nani! Dopo una serie di rimpalli, ottimo lob di Adrien Silva e contatto sospetto tra Strinic e Nani. Dubbi sulla scelta di Velasco,  ci stava tutto infatti il calcio di rigore.

61' - VIDA! Bellissimo stacco del difensore centrale della Dynamo Kiev che, anticipando Mandzukic, non trova la porta!

60' - Bellissimo cross di Strinic, ottimo però l'intervento di Fonte ad anticipare Mandzukic. Attacca sulla sinistra la Croazia, considerando la poca abilità difensiva di Nani.

58' - Bruttissimo tiro-cross di Marcelo Brozovic, che forse voleva pescare Perisic sull'out mancino.

56' - Sanches! Bell'iniziativa personale del giovanissimo centrocampista neo acquisto del Bayern, pallone comunque fuori. 

55' - Tiro mancino di Modric da lontanissimo, davvero alta la conclusione. Il centrocampista croato ha forzato il tiro, trovandosi anche sbilanciato e con il piede a lui non propriamente congeniale. 

53' - La Croazia inizia a salire tessendo fittamente la propria trama offensiva. Portogallo attendista.

51' - Brozovic pericoloso! Bel cross di Strinic, va a vuoto Brozovic, che si ripete anche sugli sviluppi del corner successivo non trovando però il colpo dell'1-0!

50' - Il modulo del Portogallo diventa dunque definitivamente un 4-3-3, con Mario avanzato al fianco di Ronaldo e Nani. Vuole provarci Santos visto il sonnecchiare avversario.

49' - Ecco il cambio: esce uno spento Gomes, entra Renato Sanches.

48' - Per il Portogallo pronto intanto Renato Sanches, che sta ultimando il suo riscaldamento.

46' - Riprende subito palla la Croazia, con gli andalusi pronti invece ad aspettare l'iniziativa avversaria.

45' - Partiti! Tiene palla il Portogallo dopo la battuta.

Nessun cambio, per ora. A breve l'arbitro darà il via al secondo tempo.

La Croazia ha tentato di fare la gara, senza riuscirvi, mentre il Portogallo ha preferito giocare di rimessa, osservando gli avversari e rispondendogli colpo su colpo. Vedremo quali saranno gli sviluppi del secondo tempo!

FINE PRIMO TEMPO! Gara davvero tattica ed a tratti noiosa per chi, al contrario, preferisce la velocità. La Croazia ha tenuto di più il possesso palla, il Portogallo invece ha preferito attendere per ripartire. Entrambe le inclinazioni sono apparse comunque poco efficaci.

45' + 1' - Un solo minuto di recupero, che poteva comunque essere evitato data la totale assenza di azioni rilevanti.

45' - Angolo battuto da Rakitic ma gioco fermo per una spinta ai danni di Ronaldo.

44' - Momento convulso della gara: le due formazioni iniziano infatti a sbagliare molto, forse perché cercano il tocco di prima con più facilità.

42' - Srna! Attento a spazzare il terzino croato, dopo che Silva era pronto ad involarsi. Finalmente iniziano a scaldarsi i ventidue in campo.

39' - Fallo tattico di un distratto Gomes, l'arbitro Velasco non estrae comunque il cartellino.

38' - Brutto lob di André Gomes a centrocampo, che vanifica csì un principio interessante di contropiede andaluso.

37' - Bella copertura di Vida su Nani, che preferisce mandare in fallo laterale piuttosto che arrischiare un sanguinolento passaggio. 

35' - La gara procede sui binari dei tatticismi. Entrambe le squadre infatti non si sbottonano, preferendo continuare a studiarsi senza offendere con pericolosità. 

33' - Angolo per la Croazia. Srna alla battuta e blando colpo di testa tentato da Mario Mandzukic.

32' - Sale lentamente il Portogallo, forse conscio del momentaneo blackout avversario. La Croazia appare infatti poco pericolosa con le proprie bocche da fuoco, forse timorosa data l'importanza della gara.

29' - PERISIC! Accentramento 'alla Robben' per l'esterno croato che, di sinistro, non trova la porta preoccupando comunque Patricio. Finalmente anche la Croazia timbra il proprio cartellino dopo mezz'ora di anonimato.

29' - Tanti errori in fase di impostazione per il Portogallo.

27' - Poco precisa la compagine di Cacic sugli esterni, dove potrebbe maggiormente spingere grazie a interpreti di rilievo. Troppo defilato invece ed al contrario, Mario Mandzukic, spesso sull'out di destra e poco presente al centro.

24' - Dopo il tocco di Mario, bel lob di Guerreiro che trova però in leggero fuorigioco il compagno. Grave, comunque, la disattenzione difensiva croata.

24' - PEPE! Gravissimo errore difensivo dei croati e colpo di testa di poco alto del giocatore in forza al Real Madrid!

24' - Fallo ai danni di Ronaldo. Portogallo pronto alla battuta in mezzo con Joao Mario.

22' - Ancora pochissimi squilli in questo terzo Ottavo di Finale. Meglio comunque la Croazia, quantomeno più tonica e con in mano il pallino del gioco.

19' - 134ma gara in Nazionale per Srna, quasi sempre presente da quando ha esordito. Secondo i dati, infatti, il terzino ha giocato più dell'80% delle gare possibili con i biancorossi.

17' - Si delineano dunque le scelte tattiche di Santos: Gomes e Silva, posti sugli esterni, fungono da 'finte ali' pronte ad accentrarsi per colpire centralmente la Croazia.

14' - Angolo battuto da Joao Mario, allontana Badelj senza pericoli. 

13' - Prova ad accentrarsi Cristiano Ronaldo, sventa tutto Modric.

11' - Scontro tra Perisic e Nani sugli sviluppi di un colpo di testa. Involontaria comunque la manata del 4 in forza all'Inter.

9' - Il Portogallo riesce comunque a difendersi bene: i croati infatti giocano molto orizzontale, trovando pochi spazi quando vogliono riproporsi perpendicolarmente. 

7' - Tatticamente il Portogallo oscilla tra il 4-4-2 ed il 4-3-3, con Joao Mario pronto ad avanzare e Ronaldo preciso nel defilarsi. Insolita prima punta, invece, Nani.

5' - Brevissimo accenno di contropiede andauso, prontamente sventato però dalla retroguardia croata.

4' - Andamento catenacciaro del Portogallo, che preferisce attendere partendo magari in contropiede. Ottimo palleggio, al contrario, dei ragazzi di Cacic.

2' - Lungo possesso palla dei croati, tifosi avversari che iniziano a fischiare per intimorire gli undici avversari.

1' - Partiti! Croazia subito offensiva con Perisic sull'out mancino.

Portogallo in completo verde, consueta schacchiera biancorossa per i croati.

Ecco gli inni nazionali.

Stadio Bollaert-Delessis di Lens pienissimo e colorato, davvero un bello spettacolo

Sarà quindi Cristiano Ronaldo contro Ivan Perisic, i due 'bomber' nonché trascinatori delle rispettive nazionali.

Tanta curiosità, dunque, intorno alle scelte di Santos, che preferisce forze fresche all'esperienza dei veterani. Cacic invece non cambia lo spartito, conscio di aver schierato i migliori.

Tante novità, invece, nel Portogallo: al posto di Vierinha, come terzino destro, lanciato dal 1' Cedric Soares, mentre José Fonte viene preferito all'esperto Ricardo Carvalho. A centrocampo, ancora, altra novità, con Adrien Silva che sostituisce il più quotato Joao Moutinho, rendendo di fatto un 4-4-2 il modulo andaluso. 

Sono da poco giunte le formazioni ufficiali. Nella Croazia tutto come ampiamente pronosticato: davanti a Subasic agiranno Srna-Corluka-Vida-Strinic, mentre prenderà posto affianco a Badelj, Luka Modric. Folta trequarti composta da Brozovic, Rakitic e Perisic, mentre in avanti ritorna Mario Mandzukic.

PORTOGALLO (4-1-3-2): Rui Patricio; Vieirinha, Pepe, Carvalho, Guerreiro; William Carvalho; Joao Mario, Moutinho, André Gomes; Ronaldo, Nani.

CROAZIA (4-2-3-1): Subasic; Srna, Vida, Corluka, Strinic; Modric, Badelj, Brozovic, Perisic, Rakitic; Mandzukic. 

Ad un'ora dall'inizio del match, ecco le probabili formazioni. 

Trascinatore croato, invece, Ivan Perisic, anch'egli autore di due gol di cui, pesantissimo, quello contro la Spagna. L'esterno dell'Inter si è reso protagonista di una stagione in crescendo ed oggi potrebbe essere la vera arma in più dei suoi. 

Nel Portogallo vi sono due capocannieri, entrambi autori di due gol. Il primo è Nani, prepotentemente tornato in auge durante queste gare ma ad oggi in forza al Fenerbanche. L'esterno ex Manchester non ha fornito assist ai suoi compagni. Diverso discorso, invece, per Cristiano Ronaldo, ugualmente a quota 2 ma autore anche di un passaggio vincente. 

La vincente di questa sera affronterà la Polonia, collettivo che, nonostante la gara non perfetta, è riuscito a superare la Svizzera ai calci di rigore. Durante i 90' regolamentari, all'iniziale vantaggio di Kuba  Blaszczykowski ha risposto presente Shaqiri, autore di una bellissima rovesciata che a nulla però è servita. Gli elvetici, infatti, hanno perso ai calci di rigore, con Xhaka unico giocatore ad aver fallito il proprio penalty. 

Antonio Abate dà il benvenuto a tutti gli amici di Vavel Italia per la diretta testuale di Croazia-Portogallo, terzo ottavo di finale di questi Campionati Europei di calcio. Pronte a darsi battaglia, le due squadre giungono alla sfida dopo due percorsi assolutamente diversi e con opposte motivazioni. La Croazia ha vinto il proprio girone battendo di rimonta la Spagna, nell'ultimo turno,  grazie ai gol di Kalnici e Perisic ed ora vuole continuare a fare bene confermandosi quale mina vagante della competizione. Claudicante, seppur bastevole, il cammino del Portogallo, terzo nel proprio raggruppamento ma comunque qualificato tra le migliori ripescate ed intenzionato dunque a riscattarsi per esplodere definitivamente in questa competizione continentale.

La Croazia dovrebbe scendere in campo adottando il 4-2-3-1 solito, con Mandzukic pronto a riprendersi il posto da titolare al centro dell’attacco e con Modric molto probabilmente lanciato dal 1’ poiché totalmente recuperato. Non dovrebbero esserci, negli altri ruoli, clamorose decisioni: confermato in porta Subasic, mentre appare leggermente avanti Vrsaljko su Strinic dopo la buona prestazione contro gli iberici. Vida e Corluka dovrebbero essere i centrali, mentre nella zona mediana del campo, al fiano dell’asso del Real Madrid, dovrebbe agire Badelj. Indiziati numeri 1 per la folta trequarti, poi, Perisic, Rakitic e Brozovic. Occhio, comunque, alla possibile sorpresa Pjaca.

Un più classico 4-4-2, invece, per il Portogallo, la cui stella Cristiano Ronaldo agirà in qualità di prima punta, ruolo da lui molto apprezzato ormai da qualche anno a questa parte. Al fiano di CR7 pronto Nani, mentre a centrocampo non dovrebbero mancare Joao Moutinho e Carvalho, con Andre Gomes proposto invece in qualità di esterno destro, ruolo a lui non propriamente congeniale. Dubbi invece sull’out mancina, con il ballottaggio tra Quaresma e Mario. Nessuna incertezza, invece, in difesa, composta quasi sicuramente da Vierinha, Pepe, Carvalho ed Eliseu pronti a proteggere la porta controllata da Patricio.

Il Portogallo è una nazionale ricca di talenti – ha affermato Cacic in conferenza stampa – e con un Ronaldo da limitare. Hanno chiuso il loro girone terzi, ma avrebbero potuto vincere tutte e tre le gare e per questo sono da temere. Personalmente credo che giocheremo come sempre, proponendo un calcio offensivo e con la sicurezza di chi è venuto all’Europeo conscio di poter fare gradi cose”. Più o meno simili, poi, le parole del portiere Subasic: “Gli andalusi sono forti, ma siamo fiduciosi. Non hanno brillato nelle prime gare, ma mai dire mai. Noi dovremo giocare come sappiamo per poter passare il turno”.

Non abbiamo avuto molto tempo per preparare la gara – ha chiosato  invece il portoghese Joao Mario- ma dobbiamo scendere in campo per rappresentare al meglio il nostro Paese. Abbiamo rispetto per i nostri avversari, ma siamo pronti a regalare molte gioie ai nostri tifosi”. Sulla falsa riga del proprio numero 10 inoltre, le parole del CT Fernando Santos in conferenza: “La Croazia ha talenti incredibili ed è forse una delle favorite. Cacic è stato bravissimo ad inculcare nella mente dei propri ragazzi un progetto vincente

Croazia e Portogallo non si affrontano in una gara con i tre punti in palio dal lontano 1996, quando cioè le due formazioni vennero sorteggiate nel girone D dei Campionati Europei di calcio. All’epoca gli andalusi vinsero per 0-3 e conquistarono la vetta del raggruppamento, con i croati che avanzarono in qualità di secondi classificati. Marcarono il tabellino quella sera, Figo, Joao Pinto e Domingos. Entrambe le formazioni, comunque, vennero eliminate ai quarti di finale: il Portogallo perse contro la Repubblica Ceca a causa di un gol di Poborsky, la Croazia venne invece buttata fuori dalla Germania, che vinse con Klismann e Sammer, con i biancorossi che marcarono l’unico loro gol di gara grazie a Suker.

I precedenti sorridono dunque ai ragazzi di Santos, che mai come questa volta appaiono però sfavoriti, sia per gioco espresso che per singole individualità. Nulla è comunque certo e siamo sicuri che entrambe le formazioni daranno vita ad uno spettacolo ricco di emozioni e colpi di scena.