Spagna, Lopetegui boccia Casillas e riparte dai giovani

Il nuovo selezionatore delle Furie Rosse fa fuori l'Iker nazionale e promuove la linea verde.

Spagna, Lopetegui boccia Casillas e riparte dai giovani
Spagna, Lopetegui boccia Casillas e riparte dai giovani

E' iniziata ieri l'avventura sul campo del nuovo selezionatore della nazionale spagnola di calcio. Julen Lopetegui, chiamato a sostituire Vicente Del Bosque dopo otto anni di vittorie (un Europeo e un Mondiale vinti dall'ex allenatore del Real Madrid), ha subito voluto dare un segnale di discontinuità, non convocando Iker Casillas per i due match che attendono le Furie Rosse nella prossima settimana (amichevole contro il Belgio a Bruxelles ed esordio casalingo contro il Liechtenstein a Leòn nel gruppo G di qualificazione a Russia 2018, lo stesso dell'Italia).

Il portiere del Porto è stato escluso per far spazio a David De Gea, ormai titolare della Roja, a Pepe Reina e ad Adrian. Dopo i problemi avuti agli ultimi Europei con Del Bosque, conclusisi con una riappacificazione finale, Casillas sembra giunto dunque al capolinea del suo lungo viaggio in maglia rossa, come d'altronde tanti esponenti della sua generazione (da Xabi Alonso a Xavi, da David Villa a Fernando Torres). Il compito di Lopetegui sarà quello di ringiovanire la Spagna, e l'ex tecnico del Porto ha già provveduto a farlo con le sue prime convocazioni. In difesa si punterà ancora su Sergio Ramos e Gerard Piquè, anche se il catalano al momento è infortunato al polpaccio e potrebbe essere sostituito da Javi Martinez, titolare nel nuovo Bayern Monaco di Carlo Ancelotti, con Bartra pronto a crescere dopo essersi accasato al Borussia Dortmund. Sulle fasce il nuovo selezionatore ha lasciato a casa Juanfran, puntando invece su Dani Carvajal e Sergi Roberto come terzino destro: sulla corsia opposta Cesar Azpilicueta contenderà una maglia a Jordi Alba. Ma è il centrocampo il reparto che nel tempo dovrebbe subire più cambiamenti. Con Iniesta k.o. e comunque usurato e chilometrato, Cesc Fabregas in difficoltà nel nuovo Chelsea, ecco spuntare i volti di Saùl Niguez, Koke e Marco Asensio, con Sergi Busquets e David Silva a fare da trait d'union con la vecchia guardia, mentre Thiago Alcantara attende di essere finalmente messo al centro delle nuove Furie Rosse.

Il modulo di riferimento iniziale sarà il collaudato 4-3-3, che attualmente non ha ancora un centravanti titolare. Alvaro Morata e il redivivo Diego Costa si giocano infatti il posto di punta centrale, con il neo blaugrana Paco Alcacer più staccato nelle nuove gerarchie di Lopetegui. Capitolo nazionale chiuso invece per il vecchio leone basco Aritz Aduriz, lasciato a casa come altri giocatori dell'Athletic Bilbao. Con Lucas Vazquez e Nolito confermati come esterni d'attacco della rosa, esattamente come agli Europei, la novità più interessante sembra essere rappresentata dalla convocazione di Vitolo, da anni protagonista ad alti livelli con la maglia del Siviglia, e ora ancor reduce dalla cura Jorge Sampaoli in Andalusia. Il buon inizio di stagione al Manchester United ha consentito anche a Juan Mata di far parte del gruppo della Selecciòn, che scenderà in campo giovedì a Bruxelles contro il Belgio. Secondo quanto riportato dai maggiori quotidiani spagnoli, la formazione delle Furie Rosse dovrebbe prevedere De Gea tra i pali, Carvajal e Jordi Alba terzini, Sergio Ramos e Piquè centrali (a patto che il catalano recuperi dall'affaticamento muscolare), Saùl, Sergi Busquets e Thiago Alcantara a centrocampo, Vitolo e Nolito sugli esterni d'attacco. Come punta centrale ballottaggio tra Morata e Diego Costa.