Nuova Francia per l'obiettivo Mosca

I blues, con l'amichevole di domani contro l'Italia, iniziano il percorso di avvicinamento ai mondiali del 2018

Nuova Francia per l'obiettivo Mosca
Nuova Francia per l'obiettivo Mosca

Ancora è nell'aria la delusione francese per il goal di Eder, nella finale europea di Parigi, che già si lavora per Russia 2018. Non si tratta però di una rivoluzione, ma di una transizione lenta. Una parte dei convocati ha già giocato infatti ad Euro 2016 e rappresenta lo zoccolo duro della nazionale transalpina, che dovrà fare da chioccia ai tanti giovani alle prime esperienze con la selezione maggiore. A leggere l'età dei convocati si nota infatti che gli under 25 sono moltissimi: dal "veterano" Pogba, passando per Areola, Digne, Corchia, Umtiti, Kurzawa, Sidibe, Varane, Kondogbia, Martial e Dembele. Dimostrazione quindi di come la Francia sforni nuovi talenti in continuazione, come testimonia anche il mondiale Under 20 2013, vinto dalla Francia, che fornisce a Deschamps ben 5 profili: Pogba, Areola, Umtiti, Kondogbia e Digne.

Alcune parole sono da spendere anche sul giovanissimo Ousmane Dembelè, classe 97, neo acquisto del Borussia Dortmund, ma già in rampa di lancio con Deschamps, pronto a farlo esordire nell'amichevole contro l'Italia. Nella lista dei convocati, spiccano anche alcune assenze per infortunio come quelle di Fekir, Lacazette, Coman, Lloris, Cabaye e Sagna. Un grande ritorno è quello di Kevin Gameiro, che non ha partecipato all'Europeo 2016, ma che non vuole perdere i mondiali per nulla al mondo. Oltre agli infortunati, sono molti gli assenti che fanno rumore: oltre a Benzema e Ribery, ormai fuori dal giro della nazionale per i noti problemi caratteriali, spicca l'esclusione del terzino sinistro della Juventus Patrice Evra, che Deschamps non ha convocato a causa di questioni anagrafiche, non chiudendo però ad un suo possibile ritorno.

Una cosa è certa: grazie al centro tecnico di Clairefontaine, la Francia sarà sicura protagonista da qui ai prossimi anni. Il problema sarà solo di Deschamps che dovrà trovare la quadratura con questi ragazzi terribili. Al momento il ct francese pare indirizzato verso un 4-2-3-1, con Mandanda o Lloris in porta, difesa a 4 con Varane, Koscielny, Umtiti e Corchia, duo di centrocampo composto da Pogba e Matuidi, batteria di trequartisti di altissimo livello con Griezmann, Payet e Sissoko a supportare l'unica punta Olivier Giroud.