Qualificazioni Russia 2018 - Colombia show: Venezuela fuori dai giochi

Nonostante due rigori sbagliati, la nazionale del CT Pekerman riesce a strappare i 3 punti vincendo 2-0 contro il Venezuela, piazzandosi al secondo posto a quota 13 punti. Salutano gli ospiti, tenuti in vita solo dalla matematica, al termine di un percorso disastroso che ha generato solo un punto.

Qualificazioni Russia 2018 - Colombia show: Venezuela fuori dai giochi
Fonte: web
Colombia
2 0
Venezuela
Colombia: D. Ospina S. Medina (90': E. Cardona) J. Murillo O. Murillo F. Díaz D. Torres C. Sánchez M. Torres J. Rodríguez L. Muriel (70': J. Cuadrado) C. Bacca (83': R. Martínez)
Venezuela: D. Hernández R. Rosales O. Vizcarrondo (83': J. Velázquez) W. Ángel R. Feltscher A. Figuera T. Rincón Juanpi11 (67': C. Santos) A. Peñaranda (50': Y. Soteldo) J. Martínez S. Rondón
SCORE: 1-0, min.45, J. Rodriguez. 2-0, min.82, Torres.
ARBITRO: Arbitro: Fedorczuk D. (Uru) Stadio: Estadio Metropolitano Roberto Meléndez (Barranquilla)
NOTE: Qualificazioni Mondiali Russia 2018 - Girone Sudamericano

BARRANQUILLA - Non delude la Colombia nella settima giornata del girone sudamericano di qualificazione al Mondiale di Russia 2018. I padroni di casa, nonostante ben due rigori falliti, si impongono 2 a 0 sul Venezuela e condannano all'eliminazione gli ospiti. A quota 13 punti in classifica, i "Los Cafeteros" possono godere di un ottimo secondo posto, frutto di 4 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte: buona parte della qualificazione ai prossimi campionati del Mondo si giocherà contro il Brasile. Il Venezuela riceverà l'Albiceleste, per onorare fino in fondo l'impegno.

Veniamo alla partita: Colombia e Venezuela scendono in campo entrambe a specchio col modulo 4-4-2; il CT colombiano Pekerman lancia li davanti la coppia Bacca-Muriel, supportata dalle sortite del madrileno James Rodriguez e di Torres, mentre il Venezuela si propone in avanti con il granata Martinez e l'attaccante del West Bromwich Rondon. Non c'è partita e il pubblico del Metropolitano Melendez si esalta: dapprima Bacca impegna il portiere con un tiro centrale, al termine di uno slalom, poi è Sanchez con un tiro a giro a dare l'illusione del goal. Intorno alla mezz'ora, al termine dell'ennesimo pasticcio difensivo venezuelano, è Muriel che, superato il portiere, non riesce a concretizzare.

Il dominio Colombia però è poi spezzato da alcune sortite offensive degli avversari, che impensieriscono e non poco Ospina, dapprima su calcio di punizione, poi in contropiede intorno al 40esimo minuto. Scampato il pericolo i "gialli" riprendono a macinare gioco e proprio nel momento in cui sembrava potesse esserci una ripresa venezuelana trovano il goal; nelle battute finali del primo tempo Carlos Bacca, servito da un colpo di testa di Muriel dopo un rilancio del portiere, si incunea in area di rigore e serve al centro James Rodriguez che batte sul palo più lontano Hernandez.

Nella ripresa, forte del vantaggio conquistato allo scadere, i padroni di casa continuano a spingere e più volte sfiorano la seconda marcatura con Muriel e Cuadrado particolarmente ispirati, ma è all'80esimo minuto che la squadra di Pekerman ha la palla della vittoria: un calcio di rigore che però l'attaccante dei rossoneri Bacca sbaglia, permettendo così di restare a galla al Venezuela. Ma non c'è neanche tempo di ripensare al rigore, che all'82esimo minuto Rodriguez, l'attaccante dei blancos, colleziona un assist al bacio per Torres che segna il raddoppio: un cross che attraversa tutta l'area di rigore e che il centrocampista non deve fare altro che spingere in rete. C'è anche tempo per un altro rigore fallito: è sempre Rodriguez, croce e delizia della serata, che fallisce dal dischetto. Disastro per il Venezuela che resta in 9 per le espulsioni di Angel e Feltescher.