Qualificazioni Mondiali 2018, la Germania batte 3-0 la Norvegia

I campioni del mondo in carica battono nettamente la Norvegia grazie alla doppietta di Muller ed al gol di Kimmich. Inizia bene quindi il cammino d'avvicinamento dei teutonici al Mondiale in Russia nel 2018. Nulla da fare invece per la Norvegia.

Qualificazioni Mondiali 2018, la Germania batte 3-0 la Norvegia
La Germania passeggia in Norvegia
Norvegia
0 3
Germania
Norvegia: Jarstein; Svensson, Hovland, Nordtveit, Aleesami; Diomande, Johansen (Jenssen, min.67), Tettey, Berisha; King (Sorloth, min.72), Henriksen (Selnaes, min.61). A disp: Strandberg, Abdellaoue, Nyland, Samuelsen, Eikrem, Linnes, Rogne, Grytebust, Berget. All. Hoegmo
Germania: Neuer; Kimmich, Howedes, Hummels; Muller, Khedira (Weigl, min.85), Kroos, Hector; Ozil, Gotze (Brandt, min.72), Draxler (Meyer, min.84). A disp: Mustafi, Leno, Tah, Bellarabi, ter Stegen. All. Loew
SCORE: 0-1, min. 15, Muller. 0-2, min. 45, Kimmich. 0-3, min. 59, Muller.
ARBITRO: William Collum (SCO). Admonished Khedira (min. 49), King (min. 49), Johansen (min. 52)
NOTE: Prima giornata Gruppo C, Qualificazioni Mondiale 2018. Stadio "Ullevaal Stadion", Oslo.

Troppa Germania per questa Norvegia. I tedeschi sfoderano una prestazione spettacolare non lasciando scampo alla nazionale scandinava. Hoegmo, consapevole della differenza tecnica tra le due squadre, si presenta con una squadra piuttosto compatta nei 20 metri dinanzi alla propria area di rigore. Ciò però comporta un atteggiamento eccessivamente passivo da parte dei suoi che lasciano manovrare con totale libertà i giocatori tedeschi che, nonostante il "muro tattico" predisposto dall'allenatore avversario, riescono ad entrare in area di rigore e a rendersi pericolosi con molta facilità. Infatti al 10' la Germania va in vantaggio con un'azione confusa risolta da Muller. La sfida quindi si mette subito in discesa per i teutonici che con disinvoltura raddoppiano prima dell'intervallo con Kimmich. Nel secondo tempo la storia non cambia, infatti i tedeschi trovano il 3-0, ancora con Muller che così sigla una doppietta. Dopodichè Brandt prova più volte a rimpinguare il bottino, ma si trova dinanzi un reattivo Jarstein. Una vittoria che serve a mandare un segnale a tutte le altre nazionali che vorranno superare i campioni in carica nel prossimo Mondiale nel 2018. La Nazionale di Loew non è sembrata sazia del titolo già vinto, ma anzi ha messo in mostra la voglia di difendere la vittoria in Brasile nel 2014. I prossimi impegni vedranno la Germania affrontare la Repubblica Ceca, mentre la Norvegia andrà in Azerbaigian.

Pronti via e la Germania si rende pericolosa al 10' con Howedes che gira in porta un ottimo cross da fondo campo di Muller, ma Jarstein con ottimi riflessi respinge in calcio d'angolo. Al quarto d'ora tedeschi in vantaggio grazie ad un'azione piuttosto rocambolesca che vede Muller depositare in fondo alla rete il gol dell'1-0. La Norvegia reagisce con un tiro velleitario di Tettey che finisce abbondantemente a lato. Al 24' Aleesami attacca la fascia sinistra e crossa per King che però spedisce alto sulla traversa. Al 32' Kimmich serve dalla destra Muller che gira in porta di prima intenzione, ma Jarstein blocca senza problemi. Prima dell'intervallo la Germania trova il raddoppio: serie di triangolazioni nella metà campo avversaria, alla fine viene servito Kimmich che da dentro l'area di rigore tira un diagonale che si spegne nell'angolino basso opposto dove Jarstein non può arrivare. Primo tempo dominato dai tedeschi che vanno al riposo sul tranquillo vantaggio di due reti.

Il secondo tempo si apre con il 3-0 Germania: Khedira crossa dalla destra trovando lo stacco di testa vincente di Muller. Gli ospiti continuano ad avere il controllo della palla e della partita e nello stesso tempo cercano di arrotondare il bottino con Brandt che ci prova con un'azione personale conclusa con un mancino potente ed angolato ben respinto dall'estremo difensore avversario. All'81' l'attaccante tedesco si rende pericoloso con una conclusione ravvicinata ben respinta da Jarstein. Ancora Brandt arriva su un cross dalla sinistra di Muller, ma il destro al volo del 7 tedesco risulta impreciso e quindi di facile preda per Jarstein. Finisce 3-0 per la Germania che così ottiene i primi tre punti di questo cammino che porterà al Mondiale in Russia nel 2018.