Champions League - Tutto facile per il Monaco. CSKA Mosca abbattuto

Il gol di Germain e la doppietta di Falcao regalano ai francesi la vetta solitaria del girone E

Champions League - Tutto facile per il Monaco. CSKA Mosca abbattuto
Radamel Falcao (fonte: eurosport.es)
Monaco
3 0
CSKA Mosca
Monaco: Subasic; Sidibè, Glik, Jemerson (Raggi dal 90'), Mendy; Lemar, Bakayoko, Fabinho, Silva; Germain (Mbappé dall'84'), Falcao (Carrillo dal 73').
CSKA Mosca: Akinfeev; Fernandes, Berezutski, Ignashevich, Schennikov (Nababkin dal 90'); Wernbloom, Natcho; Tošić (Milanov dal 71'), Ionov, Golovin; Strandberg (Traorè dal 63')
SCORE: 1-0, Germain al 13'. 2-0, Falcao al 29'. 3-0, Falcao al 41'
ARBITRO: Jug. Ammoniti: Jemerson (M) e Golovin (CSKA)
NOTE: Stade Louis II

Radamel Falcao segna la sua prima doppietta e i suoi primi gol in una fase a gironi di Champions League e regala al Monaco la vetta della classifica del gruppo E. Partita dominata dai francesi, con gli ospiti mai in partita e surclassati a metà campo.

Leonardo Jardim schiera i padroni di casa col 4-4-2. Subasic fra i pali, Sidibè, Glik, Jemerson e Mendy in difesa, Lemar, Bakayoko, Fabinho e Silva a centrocampo e davanti la coppia Germain, Falcao.

Rispondono gli ospiti di Slutski con un 4-2-3-1. Davanti ad Akinfeev giocano Fernandes, Berezutski, Ignashevich e Schennikov. A metà campo Wernbloom e Natcho coprono la linea mediana, mentre Tošić, Ionov e Golovin agiscono alle spalle di Strandberg.

Inizia la partita col Monaco che tiene il possesso del pallone, facendo correre a vuoto gli avversari, e si rende subito pericoloso con Lemar che viene chiuso in uscita da Akinfeev su bel suggerimento di Bernardo Silva. Al 12', Mendy effettua un cross dalla destra che per poco non sorprende Akinfeev, bravo a rifugiarsi in corner. E' però il preludio al gol del vantaggio monegasco, che arriva puntuale un minuto più tardi quando la difesa del Cska sale malissimo, lasciando libero e in posizione regolare Germain che riceve il lancio della difesa, controlla e batte Akinfeev nell'uno contro uno. 

Vantaggio che taglia le gambe agli ospiti che provano comunque a tornare in partita con Fernandes che al 23' calcia dalla distanza, sfiorando il bersaglio grosso. Primo giallo del match, al 24', per Jemerson, che colpisce duramente Tosic, poi Strandberg riceve un bel pallone da Golovin, ma viene anticipato da Subasic in uscita. Passano due minuti e il Monaco raddoppia: Mendy galoppa sulla fascia sinistra, arriva sul fondo e lascia partire un traversone perfetto per la testa di Falcao che, appostato sul secondo palo, batte l'incolpevole Akinfeev. Si abbassano i ritmi con il gol del 2 a 0, ma i padroni di casa prima sfiorano il gol che chiuderebbe la partita con Glik di testa, poi rischiano di incassare il gol degli ospiti col destro di Golovin dai 20 metri che finisce alto di poco. Ci si avvia verso la fine del primo tempo quando, al 41', la Tigre colombiana torna a graffiare alla sua maniera. Germain scodella in area per Falcao che controlla bene, si gira sfruttando il corpo e batte per la seconda volta Akinfeev. Si va al riposo sul 3 a 0 e con gli ospiti ormai al tappeto dopo la batosta ricevuta nel giro di 45 minuti.

Nella ripresa nessun cambio, il Monaco inizia esattamente come aveva interrotto, ovvero con Falcao che al 55' va vicino alla tripletta con un bel colpo di testa che termina fuori di poco su traversone di Mendy. Va vicino ad un'altra rete anche Germain pochi minuti più tardi, con una conclusione dal limite che si spegne di poco sul fondo. Dopodiché tornano a farsi vedere anche gli ospiti con Ignashevich che calcia però male dal limite dell'area, prima che i francesi comincino ad addormentare la partita pur continuando ad attaccare e ad andare vicini alla rete del 4 a 0 in più occasioni. 

Prima Falcao si gira bene dal limite ma mette fuori, poi Bakayoko spara dai 25 metri ma non sorprende Akinfeev. Al 73', Jardim regala a Falcao la standing ovation del "Louis", togliendo il colombiano e inserendo Carrillo che entra bene in partita e va vicino alla rete dopo pochi minuti con un bel destro, messo in angolo dal portiere russo. I moscoviti non riescono a salire e a rendersi pericolosi, il finale è un monologo francese con le ultime emozioni regalate dal miracolo di Akinfeev sulla conclusione ravvicinata di Bakayoko e il palo colpito da Carrillo, all'88', al termine di una bella azione corale partita da Bakayoko e conclusa col cross di Bernardo Silva verso l'attaccante. 

Finisce quindi 3 a 0, Monaco sempre più leader del girone grazie alla vittoria del Bayer Leverkusen sul Tottenham, CSKA che vede allontanarsi la possibilità di agguantare il terzo posto e che continua a non vincere in trasferta in una gara di Champions League dal settembre 2014.