Qualificazioni Mondiali, gruppo F: l'Inghilterra si aggiudica il derby britannico con la Scozia (3-0)

I colpi di testa di Sturridge, Lallana e Cahill annientano la Scozia e regalano all'Inghilterra il successo nel derby britannico. Il risultato odierno proietta la nazionale dei Tre Leoni sempre più al primo posto, a quota 10, mentre la Scozia resta a 4.

Qualificazioni Mondiali, gruppo F: l'Inghilterra si aggiudica il derby britannico con la Scozia (3-0)
Inghilterra-Scozia 1-0 | Foto: ESPN UK
Inghilterra
3 0
Scozia
Inghilterra: (4-2-3-1) Hart; Walker, Cahill, Stones, Rose; Henderson, Dier; Sterling, Rooney, Lallana; Sturridge (Vardy 75'). All. Southgate G.
Scozia: (4-2-3-1) Gordon; Anya (Paterson 79), Wallace, Hanley, Berra; Brown, Fletcher; Morrison (McArthur 66'), Snodgrass (Ritchie 82'), Forrest; Griffiths. All. Strachan G.
SCORE: 1-0, 24', Sturridge; 2-0, 50', Lallana; 3-0, 60', Cahill
ARBITRO: Cakir C. (TUR). Ammoniti: Griffiths (56'), Cahill (57'), Rooney (91')
NOTE: Wembley Stadium, Londra. Gara valida per la 4^ giornata del gruppo F di qualificazione al Mondiale 2018.

L'Inghilterra cala il tris sulla Scozia e si aggiudica il derby di Gran Bretagna. Partita certamente non bella dal punto di vista estetico ma il cinismo dei padroni di casa ha avuto la meglio, con i tre colpi di testa di Daniel Sturridge, Adam Lallana e Gary Cahill ad abbattere i rivali. Nel gruppo F la situazione ora registra i Tre Leoni in vetta, primi a quota 10 punti in classifica, sempre a +2 sulla Slovenia e la Scozia che resta ancorata a 4. 

I giocatori inglesi esultano | Foto: @premierleague
I giocatori inglesi esultano | Foto: @premierleague

Southgate sceglie l'usuale 4-2-3-1 per mettere in campo i Tre Leoni. In avanti Sturridge parte dal 1' con Kane e Vardy che si accomodano inizialmente in panchina. Alle spalle dell'attaccante del Liverpool trovano spazio il compagno di club Lallana, un rivitalizzato Rooney e la briosità di Sterling. A sorreggere il reparto offensivo ci pensano Henderson e Dier, centrocampisti in interdizione. Dietro, Cahill-Stones in mezzo e Walker e Rose sulle fasce. Il granata Joe Hart difende la porta. 

(4-2-3-1) Hart; Walker, Cahill, Stones, Rose; Henderson, Dier; Sterling, Rooney, Lallana; Sturridge.

Medesimo assetto per Strachan che si affida a Leigh Griffiths e James Forrest, rispettivamente centravanti ed ala del Celtic, per mettere paura ai rivali britannici. Morrison e Snodgrass completano la batteria di trequartisti. Il centrocampista del WBA, Darren Fletcher, presidia la zona davanti alla difesa insieme a Brown. Nella retroguardia a quattro, Anya e Berra lavorano sulle corsie laterali mentre Wallace-Hanley sono i centrali. Gordon è il numero uno.

(4-2-3-1) Gordon; Anya, Wallace, Hanley, Berra; Brown, Fletcher; Morrison, Snodgrass, Forrest; Griffiths.

Inghilterra-Scozia 1-0 | Foto: @ScottishFA
Inghilterra-Scozia 1-0 | Foto: @ScottishFA

Ritmi blandi a Wembley fin dall'avvio, gli inglesi gestiscono spesso il pallone nelle retrovie con Cahill e Stones non trovando sbocco in avanti a causa dell'alta densità di maglie fucsia scozzesi presenti. Gli ospiti si rendono pericolosi soprattutto da palla inattiva, con punizioni laterali sulle quali Hart è costretto ad uscire avventatamente in area per sventare la minaccia. Alla prima occasione utile, dopo il tentativo di Rooney con un free-kick piazzato, i Tre Leoni si portano in vantaggio. Daniel Sturridge, al 24', ripaga la fiducia riposta in lui dal tecnico e segna con un colpo di testa ad incrociare dopo un cross perfetto di Walker. Nel frangente merito anche a Sterling, autore della giocata che ha spaccato in due la squadra di Strachan. 

La produzione offensiva delle due squadre è certamente al di sotto della media, di occasioni nitide se ne vedono davvero poche a causa del modo di stare in campo. Gli scozzesi tentano di rispondere con una staffilata di Fletcher da fuori area che si alza decisamente troppo sulla traversa mentre l'Inghilterra ha la clamorosa chance di un contropiede che non riesce a sfruttare con Rooney. Un primo tempo arido e povero di highlights (1 tiro in porta a testa), deciso dalla zuccata cinica di Sturridge abile a posizionarsi e sfruttare l'unica incertezza della compatta difesa scozzese. 

Inghilterra-Scozia 3-0 | Foto: @squawka
Inghilterra-Scozia 3-0 | Foto: @squawka

Di tutt'altra pasta è la ripresa. La Scozia colleziona subito una doppia colossale opportunità per pareggiare i conti. Prima Forrest non finalizza una ripartenza perfetta, poi il tiro ravvicinato di Snodgrass è stoppato dal piede di Stones. Al primo rovesciamento di fronte, i padroni di casa raddoppiano con un altro giocatore dei Reds: Adam Lallana. Il centrocampista s'infila nel cuore dell'area di rigore, prende il tempo e buca di testa sul palo lungo per il 2-0. Incredibile la serata degli inglesi, che mettono a segno neanche dieci minuti dopo anche il tris con Gary Cahill. Terzo tiro in porta e terza rete, sempre di testa. Corner dalla sinistra calciato da Rooney, il difensore del Chelsea svetta sul primo palo e trafigge Gordon.

Nel finale di partita c'è spazio anche Jamie Vardy al posto di Sturridge mentre la Scozia tenta invano di scalfire il castello difensivo avversario. Al 77', chance importante per il poker con Sterling che vince un rimpallo in area e cerca di servire in mezzo il neo entrato Vardy: palla troppo lunga e tentativo che si perde sul fondo. Qualche cross dentro anche di Lallana ma niente da fare anche in questi casi. Si chiude, dunque, sul 3-0 finale la gara grazie alle reti di Sturridge - nel primo tempo - e Lallana-Cahill nella ripresa. Tre ottimi punti per un'Inghilterra maledettamente cinica.