Qualificazioni Russia 2018, la Francia rimonta e batte la Svezia

Succede tutto nel secondo tempo, con Forsberg che illude gli scandinavi ma prima Pogba e poi Payet ribaltano il risultato, facendo così conseguire la terza vittoria consecutiva ai transalpini, che vuol dire anche quarto risultato utile consecutivo dall'inizio del Girone A.

Qualificazioni Russia 2018, la Francia rimonta e batte la Svezia
Francia
2 1
Svezia
Francia: Lloris; Sidibe, Varane, Koscielny, Evra; Sissoko, Matuidi, Pogba; Griezmann (Kantè, min.88), Giroud, Payet. A disp: Mandanda, Costil, Dembele, Rami, Gameiro, Corchia, Fekir, Rabiot, Lemar, Digne, Mangala. All. Deschamps
Svezia: Olsen; Krafth, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Durmaz (Jansson, min.87), Ekdal (Hiljemark, min.66), Johansson, Forsberg; Guidetti (Thelin, min.73), Toivonen. A disp: Carlgren, Nyman, Larsson, Nordfeldt, Wendt, Claesson, Wahlqvist, Rhoden. All. Andersson
SCORE: 0-1, min. 54, Forsberg. 1-1, min. 57, Pogba. 2-1, min. 65, Payet.
ARBITRO: Milorad Mazic (SRB). Ammoniti Krafth (min. 57), Hiljemark (min. 75), Pogba (min. 90), Lloris (min. 93)
NOTE: Quarta giornata Gruppo A. Stadio "Stade de France", Parigi.

La Francia batte la Svezia per 2-1 e conserva sia il primo posto che l'imbattibilità nel Girone A. Una vittoria, quella ottenuta allo "Stade de France", importante anche sotto l'aspetto morale, considerando che si giocava ad un anno di distanza dai terribili fatti accaduti nella capitale parigina il 13/11/15.

Parlando della partita, Deschamps si affida ai suoi uomini migliori schierati con il tridente, ovvero il 4-3-3, con Griezmann, Giroud e Payet a comporre il trio offensivo. Dall'altra parte Andersson si affida al classico e quadrato 4-4-2, con Guidetti e Toivonen a guidare l'attacco scandinavo. La partita si dimostra fin da subito equilibrata con la Francia che tiene in mano il pallino del gioco e gli svedesi che agiscono principalmente di rimessa. Nonostante le tante chances da rete create il punteggio rimane inchiodato sullo 0-0. Nel secondo tempo la sfida si sblocca grazie ad una punizione di Forsberg che beffa Lloris da 30 metri. I transalpini non si abbattono e reagiscono subito con Pogba che svetta con i tempi giusti sulla punizione calciata da Payet. Dieci minuti dopo è lo stesso n.8 francese a siglare il 2-1, approfittando di un'uscita sbagliata di Olsen sul cross di Sidibè. La Svezia va subito alla ricerca del pareggio e ci va vicina a 5 minuti dal 90' con Thelin che incrocia troppo con il destro e la palla finisce ampiamente a lato. La Francia quindi può festeggiare un successo molto significativo che la proietta con rinnovata fiducia alla sfida del prossimo turno che la vedrà impegnata contro il Lussemburgo in trasferta. La Svezia invece vede interrompersi una striscia di tre risultati utili consecutivi, ma avrà l'opportunità di riscattarsi contro la Bielorussia nella prossima giornata.

                                                      LA GARA

La Francia parte subito forte con Pogba che viene servito in verticale al limite dell'area, ma la sua conclusione si perde a lato rispetto alla porta avversaria. Ancora transalpini pericolosi con Payet che crossa dalla sinistra per Giroud, appostato sul secondo palo, ma Olsen con un'uscita tempestiva di pugno evita la capitolazione allontanando il pallone. La Svezia si fa vedere all'11' con un calcio di punizione battuto dal lato corto sinistro dell'area di rigore francese, la palla giunge a Guidetti che da due passi non riesce a depositare la sfera in fondo alla rete. La Francia approfitta degli spazi lasciati liberi dagli scandinavi in contropiede per rendersi pericolosa con Payet che riceve palla all'altezza del vertice destro dell'area svedese, il fantasista transalpino cerca la conclusione di prima intenzione ma la palla finisce oltre la traversa. Al 15' ancora il trequartista del West Ham si rende protagonista di un ottimo destro a giro, che costringe Olsen alla deviazione in tuffo. Stavolta il n.8 francese preferisce assistere Pogba che tira di prima intenzione dal vertice destro dell'area avversaria, ma la sua conclusione si perde di poco oltre la traversa. La Francia ha il controllo totale del gioco e continua a produrre occasioni con Giroud che riceve spalle alla porta e serve a rimorchio Sissoko che conclude però in maniera imprecisa, infatti la sfera si perde oltre il montante alto della porta avversaria. La Svezia torna a farsi vedere con Augustinsson che attacca la fascia sinistra e crossa in mezzo, Lloris sbaglia i tempi dell'uscita, prova ad approfittarne Durmaz ma il suo tiro si spegne a lato. Al 23' Toivonen ha una buona occasione per concludere in porta, ma la sfera viene respinta in maniera provvidenziale da Koscielny. Al 44' Sidibè crossa dalla destra per Griezmann che colpisce di testa verso la porta avversaria, ma la palla sfila a lato rispetto al palo sinistro. E' l'ultima emozione di questi primi 45 minuti di gioco che si concludono sul risultato di 0-0.

Il secondo tempo vede la Francia andare alla ricerca del vantaggio: Payet serve l'accorrente Evra che crossa per Giroud, il quale colpisce di testa ma in maniera imprecisa. Al 50' i transalpini usufruiscono di un calcio di punizione dal limite dell'area, ma la conclusione di Payet non è sufficientemente precisa in quanto il pallone si spegne oltre la traversa. Al 53' si fa vedere in avanti la Svezia con Augustinsson che crossa per Toivonen, il quale viene anticipato provvidenzialmente da Lloris. Al 55' scandinavi sorprendentemente in vantaggio: Forsberg s'incarica della battuta di un calcio di punizione, il tiro sorprende il n.1 transalpino che non riesce ad evitare la capitolazione. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere, infatti al 57' giungono al pareggio: Payet indirizza un calcio di punizione sulla testa di Pogba che spedisce la palla sulla traversa e poi in rete, battendo così l'incolpevole Olsen. Al 61' l'estremo difensore svedese rischia il pasticcio sulla conclusione da 30 metri di Varane che non viene bloccata dal n.1 scandinavo, sulla ribattuta si avventa prima Giroud, ma anche la sua conclusione viene respinta dal portiere ospite, allora arriva Griezmann che tenta il tiro in porta, ma anche in questo caso Olsen si supera deviando la sfera in calcio d'angolo. Al 64' Griezmann prova ad impensierire l'estremo difensore avversario con una conclusione di destro, ma il portiere scandinavo non ha problemi a bloccare la sfera. Passano 60 secondi ed i transalpini vanno in vantaggio: Sidibè crossa dalla destra, Griezmann disturba l'uscita del portiere, Payet ne approfitta per spedire la palla nell'angolino destro dove Olsen non può arrivare. Al 67' la Svezia va subito vicina al pareggio: Guidetti non riesce a calciare dall'interno dell'area di rigore francese ed allora scarica al limite per Durmaz che prova il tiro verso l'angolino destro, ma Lloris si allunga e para. Al 74' Matuidi tenta d'impensierire Olsen con un sinistro potente ma non preciso, infatti il portiere svedese riesce a bloccare la sfera. All'85' Francia vicino al tris con Griezmann che riceve ai 16 metri e prova a piazzarla col mancino, ma la palla sfila oltre il palo sinistro della porta avversaria. Capovolgimento di fronte con Hiljemark che serve Toivonen, il quale vede Thelin lanciato alle spalle di Koscielny, il n.9 al momento della conclusione strozza troppo il destro facendo così scivolare la palla a lato. Il forcing finale scandinavo non porta con sè cambiamenti di risultato e quindi il punteggio finale premia i transalpini che vincono per 2-1.