UEFA, ecco i candidati alla squadra dell'anno

Quaranta nomi nel listone dell'Uefa per il migliore undici del 2016. Dominano Real e Atletico, Italia rappresentata da Buffon e Bonucci.

UEFA, ecco i candidati alla squadra dell'anno
UEFA, ecco i candidati alla squadra dell'anno

Sono stati comunicati ieri dall'UEFA i nomi dei quaranta candidati a far parte dell'undici dell'anno, ovverosia della miglior formazione del 2016. Tante le conferme, alcune le sorprese, in un ranking che, come ormai consuetudine, tiene in considerazione soprattutto i risultati raggiunti dai singoli giocatori con le rispettive squadre, club e nazionali che siano. Tanti gli esponenti di Real e Atletico Madrid. Solo tre i giocatori che militano nel campionato italiano. Vediamo insieme nel dettaglio la lista completa. 

PORTIERI 

Keylor Navas (Real Madrid). Portiere costaricense del Real Madrid, grande protagonista della vittoria dell'Undecima Champions League dei merengues. 

Jan Oblak (Atletico Madrid). Lo sloveno dell'Atletico, perfetto fino alla finale di Milano, dove è stato incerto nella sequenza dei calci di rigore. 

Gianluigi Buffon (Juventus). Un altro scudetto e un Europeo ad altissimi livelli per il portierone azzurro. 

Rui Patricio (Sporting Lisbona). Titolare nel Portogallo campione d'Europa. 

DIFENSORI 

Dani Carvajal (Real Madrid). Canterano, ormai un punto fermo sulla fascia destra del Real. 

Juanfran (Atletico Madrid). Grande 2016, con la macchia del rigore sbagliato a Milano. 

Gerard Piquè (Barcellona). Ormai presenza abituale in questo tipo di graduatorie.

Toby Alderweireld (Tottenham). Nome a sorpresa, premiato oltre i suoi meriti per l'ottima stagione degli Spurs.

Sergio Ramos (Real Madrid). Capitano merengue, in gol (ancora) in finale di Champions. 

Diego Godìn (Atletico Madrid). Zero titoli, ma sempre pilastro della difesa dei colchoneros. 

Joshua Kimmich (Bayern Monaco). Considerato difensore perchè terzino destro con la sua nazionale, è in realtà la vera sorpresa del centrocampo del Bayern di Ancelotti. 

Jerome Boateng (Bayern Monaco). Perseguitato dagli infortuni, non ha disputato la sua miglior annata. 

Pepe (Real Madrid). Per lui doppietta Champions-Europei. 

Leonardo Bonucci (Juventus). Già protagonista in patria, si è consacrato a livello internazionale con la maglia azzurra. 

Raphael Guerreiro (Borussia Dortmund). Altro campione d'Europa con il Portogallo, terzino sinistro con i piedi da mezz'ala.

Laurent Koscielny (Arsenal). La stagione della continuità per il perno della difesa dei Gunners e dei Bleus. 

CENTROCAMPISTI 

Toni Kroos (Real Madrid). Mente del centrocampo del Real, spostato mezz'ala nel finale della scorsa stagione da Zinedine Zidane.

Paul Pogba (Manchester United). Il grande bluff. Pagato una cifra spropositata, è ora in difficoltà con la maglia dei Red Devils. 

Aaron Ramsey (Arsenal). Europeo super per il mezzofondista dei Gunners. 

Ngolo Kantè (Chelsea). Determinante nella vittoria del titolo con il Leicester di Ranieri, meno protagonista con la Francia e il Chelsea.

Luka Modric (Real Madrid). Il vero insostituibile dei campioni d'Europa. Delizioso anche con la Croazia. 

Joe Allen (Stoke City). Anche per lui grande Europeo con il Galles. 

Dimitri Payet (West Ham). Nella prima parte del 2016, tra i top in Premier League. Si è svelato al grande pubblico con la maglia dei galletti.

Yannick Carrasco (Atletico Madrid). Stagione dell'esplosione per questo esterno belga svezzato dal Cholo. 

Kevin De Bruyne (Manchester City). Tuttocampista ora a disposizione di Guardiola, ha ancora margini di miglioramento. 

Andrès Iniesta (Barcellona). La continuità non è più quella di un tempo, ma la classe non va in pensione. 

Riyad Mahrez (Leicester). Il maghrebino delle meraviglie del Leicester. 

Grzegorz Krychowiak (PSG). Bene con il Siviglia vincitore dell'Europa League, discusso a Parigi. 

ATTACCANTI

Cristiano Ronaldo (Real Madrid). Pallone d'Oro in pectore, ha portato a casa una Champions e un Europeo. 

Neymar (Barcellona). Completa la MSN, protagonista del primo oro olimpico della storia del calcio brasiliano.

Gonzalo Higuain (Juventus). Il discussissimo Pipita, straordinario nel superare il record di gol in singola stagione in Serie A (36).

Pierre Emerick Aubameyang (Borussia Dortmund). Esploso grazie a valanghe di gol in Bundesliga, ora è uomo mercato.

Gareth Bale (Real Madrid). Stagione della consacrazione definitiva per il fenomeno gallese. 

Luis Suarez (Barcellona). Il Pistolero, determinante per la conquista della Liga in blaugrana. 

Sergio Agüero (Manchester City). Relazione complicata con Guardiola, di certo non con il gol. 

Zlatan Ibrahimovic (Manchester United). Ha lasciato gol e rimpianti a Parigi, in un'altra stagione da leader. Ora gli tocca risollevare le sorti dei Red Devils. 

Leo Messi (Barcellona). Non la sua migliore annata, e questo dice tutto. 

Antoine Griezmann (Atletico Madrid). Trascinatore di colchoneros e Bleus, le Petit Diable ha segnato sempre e comunque.  

Robert Lewandowski (Bayern Monaco). Attaccante completo, fondamentale per le fortune di Bayern e nazionale polacca.  

Alexis Sanchez (Arsenal). Seconda Coppa America consecutiva con la maglia del Cile e sempre più protagonista con l'Arsenal.