Coppa d'Africa: ancora pari per il Gabon, 1-1 contro il Burkina Faso

Secondo pareggio consecutivo per la nazione ospitante, che dovrà necessariamente vincere nel terzo match del girone. All'iniziale rete burkinabé di Nakoulma, risponde un rigore di Aubameyang.

Coppa d'Africa: ancora pari per il Gabon, 1-1 contro il Burkina Faso
Esultanza di Nokoulma al momentaneo 0-1 | twitter.com
GABON
1 1
BURKINA FASO
GABON: Ovono; Palun, Appindangoyé, Ecuele Manga, Obiang (Zé Ondo, min. 35); Poko (Angoue, min. 75), Ndong, Tandjigora (Ngouali, min. 64); Bouanga, Aubameyang, Evouna.
BURKINA FASO: Koffi; Coulibaly, Dayo, Kone, Malo; Kabore, Razack Traore, Zongo (Bertrand Troaré, min. 54), A. Traore (Saré, min. 77), Pitroipa (Nakoulma, min. 10); Diawara.
SCORE: 0-1, min. 23, Nakoulma. 1-1, min. 38, Aubameyang (R)
ARBITRO: Bakary Papa Gassama (GAM). Ammoniti: Koffi (min. 37)
NOTE: Stade d'Angondje, gara valida per i gironi di Coppa d'Africa 2017.

In una gara falcidiata da infortuni muscolari, ben cinque, secondo deludente pari per il Gabon, che contro il Burkina Faso non va oltre l'1-1. Sotto a causa di una rete di Nakoulma, gli organizzatori del torneo raddrizzano le cose siglando un rigore con Aubameyang. 

Padroni di casa del Gabon che, dopo lo 0-0 all'esordio contro la Guinea, lasciano in panchina Lemina causa infortunio, scendendo in campo con un 4-4-2 mascherato. Davanti ad Ovono, difesa a quattro composta da Palun, Appindangoyé, Ecuele ed Obiang. A centrocampo Ndong e Tandijngora, incaricati di proteggere ma nel contempo di dare il via all'azione. Interessante, inoltre, il ruolo di Poko, pronto ad abbassarsi per consentire ad Evouna di prender posto nel tridente, completato da Bouanga e da Pierre-Emerick Aubameyang. Un più classico 4-2-3-1, invece, per il Burkin Faso, che affida a Diawara le speranze offensive. In difesa, a protezione di Koffi, Dayo e Kone, con Coulibaly e Malo come terzini. Nella zona centrale del campo, lanciati dal 1' Kabore e Razack Traore, pronti a supportare la folta trequarti composta da Zongo, Traore e Pitroipa.

Gara emozionante fin dai primi minuti: già al 6', infatti, si mette in luce Koffi, preciso nell'uscita bassa e bravo a sventare un pericoloso filtrante pensato da Evouna. L'inizio sprint della nazione ospitante mette in seria difficoltà il Burkina Faso, che appena sessanta secondi dopo deve ringraziare la traversa, quando è Bouanga a colpire di contro-balzo il legno trasversale. Sulla ribattuta, invece, non imprime potenza al pallone Aubameyang. Trascorso il primo quarto d'ora, si affaccia il Burkina Faso, abilissimo nei contropiedi e vicino al gol grazie ad Alain Traore, la cui conclusione non preoccupa però Ovono. I rapidi capovolgimenti di fronte degli ospiti, trovano spesso impreparata la retroguardia gabonense che, al ventitreesimo, subisce una dolorosa rete, quando è Nakoulma a beffare il portiere avversario calciando da posizione defilata. 

Grande spunto, comunque, del numero 7, entrato al 10' al posto dell'acciaccato Pitroipa e bravissimo nell'impallinare sia Obiang che Tandjigora. La rete subita scuote e non poco il Gabon, colto di sorpresa e davvero impotente durante il contropiede avversario. Il tasso tecnico poco elevato dei centrocampisti gabonesi, inoltre, limita la costruzione di gioco dei ragazzi di Chamacho, che si ritrovano spesso costretti a recuperare palloni persi in fase di impostazione. Alla mezz'ora, battendo finalmente un colpo dopo quindici minuti di inattività, ci prova Bouanga dalla distanza, proponendo un tiro poco insidioso ma sventato in due tempi da Koffi. La forte pressione dei padroni di casa spinge alla fine all'errore individuale gli uomini di Duarte, generando un episodio da cui di fatto scaturisce il pareggio gabonese. Autore del misfatto, proprio Koffi, che al 37' travolge Aubameyang, procurando un prezioso rigore agli avversari. Dal dischetto, l'attaccante del Borussia Dortmund non sbaglia, riportando la gara in parità e chiudendo anticipatamente una frazione scossa ulteriormente solo dal colp di testa di Ecuele, che al 43' manda di poco fuori.

Ripresa che comincia senza l'aggressività del primo tempo, come se le due formazioni dovessero ancora recuperare dagli sforzi dei primi quarantacinque minuti. Da una parte, il Gabon predilige un atteggiamento volto al palleggio, dall'altro il Burkina Faso attende per pungere in contropiede. Trascorsi, senza emozione, i primi dieci minuti, si riaffaccia finalmente il Gabon, con Bouanga che conclude senza preoccupare però Koffi. Con il passare dei minuti anche il Burkina Faso si mette in evidenza, rendendosi spesso pericoloso con il gioiellino dell'Ajax Traoré, subentrato a Zongo. L'esterno numero diciannove, mette in difficoltà Onovo, costretto ad un'impegnativa parata al minuto numero cinquantanove. Sessanta secondi dopo, è ancora decisivo il portiere di casa, quando in uscita smanaccia un'insidiosa punizione battuta da Diawara

L'ora di gioco registra la massima pressione burkinabé, con i ragazzi di Duarte sempre pronti a pungere la difesa allenata da Camacho. Al 63' è ancora una punizione a preoccupare, con l'idea di Traore che termina però in corner grazie alla provvidenziale deviazione della barriera. Giunti invece nella seconda metà di tempo, a fare la gara sono i gabonesi, spesso propositivi ma poco precisi al momento di generare cross dalle fasce. Al 78', svegliandosi da un lungo torpore sportivo, tenta la botta Aubameyang, con il pallone che termina però alto sopra la traversa. L'asso del Dortmund, campione di livello superiore, è l'unico dei suoi a tentare una reazione, propiziando all'81' un passaggio a Bouanga che, di prima intenzione, impegna Koffi in una difficile parata di piede. Succede poco altro, con i padroni di cas del Gabon che non riescono a vincere, pareggiando la seconda gara consecutiva. Migliore in campo per i ragazzi di Camacho, Aubameyang. Per il Burkina Faso in evidenza Koffi.