Qualificazioni mondiali: Italia e Spagna a braccetto. Decisiva la sfida del Bernabeu

Italia e Spagna entrambe vittoriose. Decisivo, per la conquista del primo posto, è lo 'spareggio' del 2 settembre, al Santiago Bernabeu. E' un duello a due, con le rimanenti 4 selezioni che faranno da sparring partner alle due contendenti.

Qualificazioni mondiali: Italia e Spagna a braccetto. Decisiva la sfida del Bernabeu
Qualificazioni mondiali: Italia e Spagna a braccetto. Decisiva la sfida del Bernabeu

Nella nuovissima e splendida cornice della Dacia Arena di Udine, l'Italia rispetta il pronostico e travolge il piccolo Liechtenstein. Pokerissimo rifilato alla squadra allenata da Rene Pauritsch. Dopo una prima fase di studio, piuttosto pronunciata, gli azzurri hanno aperto le danze con un capolavoro di Insigne, e nella ripresa hanno dilagato. Belotti, Eder, Bernardeschi e Gabbiadini hanno completato l'opera e consegnato i tre punti a Giampiero Ventura. Sono 16 i punti in classifica della nostra Nazionale, che però non è riuscita a scrollarsi di dosso la temibile Spagna, poichè la Roja, seppur con qualche difficoltà, ha vìolato il campo della Macedonia, riuscendo ad imporsi a casa di Pandev per 2 a 1. David Silva e Diego Costa i mattatori, nella prima frazione di gioco, Nella ripresa, però, i padroni di casa hanno trovato il gol con Ristovski, che però non ha portato a nulla di concreto.

La marcatura macedone ci ha consegnato minuti di speranza, ma alla fine questa è risultata essere vana. Gli iberici hanno vinto, e seppur non abbiano dilagato, restano davanti a noi per ciò che riguarda la diffirenza reti: +18 la Roja, +14 l'Italia. Dunque, salvo soprese, un possibile arrivo a pari punti premierebbe i nostri avversari, costrigendo gli azzurri a passare per le forche caudine degli spareggi tra le migliori otto seconde dei raggruppamenti zona UEFA. Non c'è alcun dubbio, si deciderà tutto nello scontro diretto del 2 Settembre, data quindi da cerchiare in rosso, quando nel teatro dei sogni, il Santiago Bernabeu, si disputerà l'incontro/scontro tra le migliori della classe. Uno spareggio, a tutti gli effetti, con l'Italia che dovrà giocarsi tutte le proprie fiches a disposizione. Una non vittoria in territorio spagnolo, significherebbe consegnare la leadership - definitiva - del girone alla selezione di Julen Lopetegui, e rintanarci negli spareggi, da sempre una lotteria fin troppo rischiosa.

Nell'altra gara del girone, a sorpresa Israele è crollata in casa, sotto i colpi della nazionale albanese guidata dal 'nostro' Gianni De Biase. Ad Haifa, la doppietta di Sadiku ha spezzato in due tronconi la contesa, poi nella ripresa, il gol griffato dal 'pescarese' Memushaj, ha chiuso i conti in favore della squadra balcanica che con questo rotondo successo aggancia proprio gli israeliani al terzo posto in classifica, a quota nove punti, ma distanziati di sette lunghezze dalla coppia Spagna ed Italia. Ad entrambe le compagini, come alle cenerentole Macedonia e Liechtenstein, non resta altro che osservare, da spettatori, il vigoroso, energico duello tra le due gareggianti in lotta per lo scettro del raggruppamento G, quel  primo posto che garantisce, senza alcun patema d'animo, il volo verso la Russia.

Questa la classifica aggiornata del gruppo G:

Spagna 16
Italia 16 
Albania 9 
Israele 9 
Macedonia 3
Liechtenstein 0