Russia-Nuova Zelanda in diretta, LIVE Confederations Cup 2017. La Russia trionfa 2-0 sulla Nuova Zelanda

Russia-Nuova Zelanda in diretta, LIVE Confederations Cup 2017. La Russia trionfa 2-0 sulla Nuova Zelanda
Fotomontaggio Vavel Italia | Andrea Mauri

E' tutto per quest'oggi. Andrea Indovino e l'intera redazione di Vavel Italia vi augurano una buona serata, e vi ridà appuntamento alle prossime dirette, live, qui sul nostro portale d'informazione.

Non è dispiaciuta affatto la nazionale russa che ha creato tanto, ed avrebbe avuto la possibilità di realizzare più gol. Mediocre la compagine oceanica, che conferma di essere la 'Cenerentola' della manifestazione.

La Russia batte 2-0 la Nuova Zelanda e conquista i primi tre punti di questa decima edizione della Confederations Cup. Decidono la sfida, l'autogol di Boxall nel primo tempo, ed il gol di Smolov nella ripresa.

FINISCE LA PARTITA !!!!

90 + 3' La Russia chiude in attacco con la discesa di Zhirkov, il cui cross però è rimpallato da Boxall sul fondo. Calcio d'angolo che regala l'ultima emozione della sfida, con Bukharov che si divora il possibile gol del 3 a 0.

L'arbitro concede tre minuti di recupero.

90' Standing ovation per Fedor Smolov, che lascia il campo a Miranchuk.

89' Ancora Smolov, palla al piede e testa bassa. Calcia però debolmente, tra le braccia, molto sollecitate, di Marinovic.

88' Zhirkov manca l'impatto con il pallone, anticipato dal suo marcatore. Occasioni a grappoli per gli uomini 'in rosso'.

87' Si attende il triplice fischio dell'arbitro, la Russia ha svolto il compitino, ed ha portato a casa l'intera posta in palio.

La Russia dilaga, ormai non c'è più partita.

84' Sfiora il tris la Russia. Smolov, ancora nei panni di assistman, serve Bukharov, che però è in leggero ritardo e non impatta la sfera.

82' Smolov, l'autore del gol del 2 a 0, compie una bella azione personale, scucchiaia al centro, ma nessun compagno di squadra l'ha seguita a dovere.

Mancano dieci minuti al termine della gara, la Russia conduce per 2-0 sulla Nuova Zelanda.

78' Sul susseguente angolo, Smith indisturbato svetta di testa, ma Zhirkov salva sulla linea. Sussulto degli All Whites.

77' La più ghiotta opportunità da gol della Nuova Zelanda porta la firma di Thomas. Gran sventola dai 30 metri, vola Akinfeev a deviare in angolo.

Esce Erokhin, entra in campo Tarasov, centrocampista della Lokomotiv Mosca. 

76' La Russia mantiene il possesso palla, sembra cullarsi sul doppio vantaggio.

74' E' tempo di 'ola' alla Zenit Arena. Il pubblico presente apprezza.

72' Ormai la gara ha preso una piega ben precisa. Servirebbe un miracolo sportivo alla Nuova Zelanda per capovolgere il risultato. C'è sconforto tra i bianchi, in campo.

Ottavo gol in Nazionale per Smolov.

69' GOOOOOL DELLA RUSSSIAAA! Tutto parte da Smolov che allarga sulla destra, poi Samedov la mette al centro e lo stesso Smolov d'esterno destro, facile facile, depone in rete, facendosi trovare pronto all'appuntamento con il gol.

66' La Russia attacca a folate. Glushakov si invola sull'out mancino, pennella al centro, ma non ci sono avanti russi.

Cambio anche nella selezione russa. Esce Poloz, forse il migliore in campo, entra al suo posto Bukharov. Entrambi militano nella formazione del Rostov.

63' SAMEDOV A GIROOO, PALLA DI POCO ALTA SULLA TRASVERSALE. OCCASIONE GHIOTTA, SPRECATA DAI RUSSI.

Entra in campo Touiloma, che gioca nel Marsiglia, il quale va a sostituire un impalpabile Barbarousis.

61' Fallo stupido di Durante su Golovin. La Russia godrà di una punizione dai 18 metri, posizione centrale.

Rischia davvero poco la Russia, che quando attacca dà sempre l'impressione di poter realizzare il secondo gol da un momento all'altro.

59' Meta di Golovin. Il centrocampista vince un paio di rimpalli ma calcia maldestramente dai 25 metri. Cuoio che finisce altissimo.

57' Sempre e solo lanci lunghi per l'ariete Chris Wood. Questo è lo spartito che segue la squadra del commissario tecnico Hudson.

Apprezza il pubblico della Zenit Arena. Da tenere comunque presente lo scarso valore degli avversari, che rappresentano la squadra più debole tra le 8 partecipanti a questa kermesse intercontinentale.

54' Tiro a bersaglio russo in queste prime battute del secondo tempo. Straordinari per Marinovic, migliore in campo dei suoi.

53' ANCORA POLOZ SFIORA IL RADDOPPIO !!!!!!! Contropiede russo, palla proprio a Poloz che di piatto destro esalta Marinovic. Poi, bravo Thomas e rifugiarsi in angolo. Oceanici con il fiatone.

50' La Russia vuol chiudere il prima possibile la pratica neozelandese e conquistare i primi tre punti di questa decima edizione della Confederations Cup. E' sempre Poloz il più pericoloso, che continua a creare scompiglio in area rivale.

48' DOPPIO MIRACOLO DI MARINOVIC !!!! PRIMA SUL COLPO DI TESTA DI POLOZ, POI SULLA RIBATTUTA DI EROKHIN. Si guadagna la pagnotta il portiere neozelandese.

47' La Nuova Zelanda prova ad affacciarsi dalle parti di Akinfeev, ma sono sempre parecchio confusionarie le azioni offensive degli All Whites.

Il gol della Russia al momento è considerato un'autogol, del difensore neozelandese Boxall.

Inizia il secondo tempo in questo istante !!!!

Questa l'esultanza di Glushakov, al momento l'uomo che sta decidendo la contesa.

Terminano i primi quarantacinque minuti. Alla Zenit Arena è la Russia a condurre sulla Nuova Zelanda, 1-0 il risultato. Decide il gol di Glushakov al 31'.

Ci sarà un minuto di recupero.

45' Sandwich su Poloz, l'attaccante resta dolorante a terra. Spiccioli di gara restano da giocare, prima che l'arbitro fischi la fine del primo tempo.

43' Poloz e Zhirkov provano a duettare sulla trequarti campo avversaria. Con le forze l'ex terzino del Chelsea è fermato dalla difesa dei kiwi.

41' La difesa neozelandese adotta la tattica del fuorigioco, e fino a questo momento sta dando i suoi frutti in quanto gli avanti avversari spesso sono terminati in offside.

39' SMOLOV SFIORA IL RADDOPPIO !!!! Di destro prova a piazzare nell'angolino basso, sfera che termina la sua corsa sul fondo.

38' Compagine oceanica che spinge di più sull'out sinistro, ma Wood, punta di diamante dei bianchi, è ingabbiato nella morsa della retroguardia russa.

La Fifa al momento ha assegnato il gol a Glushakov.

34' Si mantiene in attacco la squadra padrona di casa, fa incetta di angoli, la maginot neozelandese perde colpi.

Potrebbe trattarsi di autorete, saremo più chiari tra qualche istante. 

31' GOOOOL DELLA RUSSIA. Azione in velocità, palla nel corridoio centrale per Glushakov che con un pallonetto salta Marinovic e scaraventa prima sul palo, poi a seguito di un rimpallo, la sfera termina in rete.

29' Ora la gara ha delle pause, ed il ritmo si è abbassato. La Russia respira, dopo la sfuriata dei primi venti minuti. Si resta sul punteggio di partenza, 0-0 alla Zenit Arena.

26' Sinistro da fuori di Dzhikiya, respinge in angolo Marinovic. Portiere che tra l'altro gioca proprio nel campionato russo, tra le fila dell'Unterhaching

25' La Nuova Zelanda guadagna metri sul campo, ma la scarsa tecnica di squadra frena i buoni propositi dei kiwi.

66% il possesso palla della Russia, 34% quello della Nuova Zelanda. Ciò rende noto il canovaccio della gara.

22' Wood è il solo che sta provando ad impensierire la retroguardia russa. Il suo destro a giro risulta però innocuo, perchè ha peccato di precisione.

20' La Russia prova a sfruttare il suo maggior tasso tecnico. Giropalla, anche abbastanza raffinato, ma al momento gli uomini del commissario tecnico Cherchesov non riescono a sbloccare il risultato.

18' Battuta di Wood, pallone sulla barriera, poi sul fondo. Angolo per gli All White.

17' Punizione da posizione interessante in favore dei neozelandesi.

Riguardando l'episodio al rallentatore, abbiamo notato che era rigore netto! Abbaglio degli arbitri.

15' Contatto in area dubbio tra Poloz ed il portiere Marinovic.

14' Gara tutto sommato godibile, ritmi accettabili. 

12' La Nuova Zelanda si fa viva dalle parti di Akinfeev. Smith squilla, ma il suo tentativo in scivolata non impensierisce più di tanto il portoere della Russia.

11' Monologo russo.

9' Ancora ghiotta occasione per la Russia, questa volta con Poloz. Stop a seguire dell'attaccante russo, conclusione che scavalca il portiere ma un difensore oceanico spazza quasi sulla linea.

9' La Nuova Zelanda fa quel che può. E' rintanata nella propria metà campo, fa densità, e cerca di non concedere spazi agli avversari.

7' Quarto corner della Russia. Clamoroso palo interno colpito da Vasin !!!

5' La fase di studio è durata pochi istanti. La Russia ha subito aggredito i rivali. Si gioca in una sola metà campo.

4' Assist di Samedov, colpo di testa di Smolov. Pallone abbondantemente alto sulla traversa.

3' Prima conclusione del match di Golovin, devìa in angolo in modo un pò goffo il portiere neozelandese

2' Possesso palla dei neozelandesi, la Russia è rintanata in questi primi secondi nella propria metà campo.

Squadre in campo con le divise tradizionali. Russia in maglia rossa, completo bianco per gli All Whites

Ore 17:02 - Brividi alla Zenith Arena, ora però è tempo di calcio. La gara ha inizio proprio in questo istante.

Tantissime emozioni, tutto lo stadio sta cantando l'inno russo. 

Ore 16:50 - E' tempo di inni nazionali. A San Pietroburgo risuona "God Defend New Zealand", inno neozelandese.

E' in atto il discorso del presidente russo Putin

Ore 16:45 - Musica a palla all'interno dell'impianto, le due squadre a momenti faranno il loro ingresso in campo. Manca circa un quarto d'ora all'inizio della decima edizione della Confederations Cup.

Russia (4-4-2): Akinfeev; Kudryashov, Vasin, Dzhikiya, Zhirkov; Samedov, Glushakov, Golovin, Erokhin; Poloz, Smolov. A disp: in attesa. All. Cherchesov.

Nuova Zelanda (4-4-2): Marinovic; Durante, Bozall, Colvey, Wynne; Rojas, Smith, McGlinchey, Thomas; Wood, Barbarouses. A disp: in attesa. All. Hudson.

Ore 16:25 - Abbiamo le formazioni ufficiali !!!!!

Ore 16:20 - La 'Zenith Arena - Krestovskij Stadium' va riempiendosi. Grande entusiasmo all'interno dell'impianto.

Cari amici lettori di Vavel Italia, buon pomeriggio e benvenuti alla diretta testuale, live, della gara inaugurale della Confederations Cup 2017 tra Russia e Nuova Zelanda. Da Andrea Indovino l'augurio di poter trascorrere qualche ora in nostra compagnia.

Con la gara tra i padroni di casa della Russia ed i campioni d'Oceania della Nuova Zelanda, prenderà il via la Confederations Cup 2017, giunta alla sua decima edizione. Il teatro della partita inaugurale sarà la 'Zenit Arena - Krestovsky Stadium', nuovo impianto costruito proprio in occasione della disputa dell'attuale manifestazione, ma soprattuto in virtù dei prossimi campionati mondiali, che si disputeranno sul suolo russo tra un anno.

Questa la panoramica dell'impianto in cui verrà disputata la gara tra Russia e Nuova Zelanda.

Fonte: Andrew Shiva / Wikipedia
Fonte: Andrew Shiva / Wikipedia

Senza dubbio, il pronostico pende dalla parte della nazionale russa, che punta molto a ben figurare in questa competizione. Il Paese sovietico, da ricordare, non vince un trofeocontinentale dal 1960, anno in cui riuscì a conquistare il titolo europeo quando però ancora aveva la denominazione di Unione Sovietica. Il commissario tecnico Stanislav Cherchesov ha optato per avere con sè un gruppo esperto, dall'età media abbastanza alta, infatti ben quattordici elementi della rosa russa hanno più di 30 anni. Tutti i calciatori militano nella Prem'er-Liga, massimo campionato della Russia. Spiccano, tra tutti, il duo della Lokomotiv Mosca Aleksandr Samedov e Dmitri Kombarov, oltre al mediano Denis Glushakov dello Spartak e all'evergreen Yuri Zhirkov, il quale vanta 73 presenze con la nazionale russa, ma ormai ricopre un ruolo leggermente più marginale rispetto a qualche anno fa.

Nel gruppo A, che annovera anche la presenza del Portogallo e del Messico, la Nuova Zelanda è di certo la squadra più debole del lotto, di conseguenza non avrà nulla da perdere. Matureranno esperienza gli All Whites, sperando che possano ritornare a sostenere il medesimo viaggio tra dodici mesi. Guidati dal CT Anthony Hudson, i'kiwi' dispongono anche loro di una rosa basata su veterani, tra i quali spiccano Chris Wood, che gioca in Inghilterra da 8 anni, ovvero da quando era appena maggiorenne, e l’eterno Shane Smeltz, autore del gol degli All Whites nella sfida di sette anni fa contro gli azzurri nel mondiale sudafricano.

Questo il probabile undici di partenza della Russia:

Questo, invece, quello della Nuova Zelanda: