Europeo Under 21 2017 - Safranko trascina la Slovacchia alla vittoria contro la Polonia

Un gol dell'attaccante slovacco permette alla selezione di Hapal di battere i padroni di casa ribaltando l'iniziale vantaggio di Lipski, pareggiato da Valjent. Si tratta del primo successo della competizione, che porta la Slovacchia al primo posto del girone.

Polonia
1 2
Slovacchia
Polonia: Wrabel; Kedziora, Bednarek, Jach, Jaroszynski; Dawidowicz, Linetty; Frankowski, Lipski (Niezgoda, min.84), Kapustka (Moneta, min.60); Stepinski (Piatek, min.85). A disp: Dragowski, Stryjek, Bielik, Lasicki, Murawski, Kubicki, Buksa, Szyminski. All. Dorna
Slovacchia: Chovan; Martin, Ninaj, Skriniar, Mazan; Lobotka; Rusnak, Chrien, Bero (Benes, min.91), Mihalik (Haraslin, min.83); Zrelak (Safranko, min.73). A disp: Rodak, Jakubech, Huk, Vestenicky, Spalek, Satka, Skovajsa, Vavro, Kacer. All. Hapal
SCORE: 1-0, min. 2, Lipski. 1-1, min. 19, Martin. 1-2, min. 79, Safranko.
ARBITRO: Serdar Gozubuyuk (NED). Ammoniti Skriniar (min. 72), Safranko (min. 82)
NOTE: Prima giornata Gruppo A dell'Europeo Under 21. Stadio "Arena Lublin", Lublin.

La prima vittoria dell'Europeo Under 21 arriva a sorpresa dall'"Arena Lublin" dove la Slovacchia ribalta l'iniziale svantaggio battendo la Polonia per 2-1. I padroni di casa, schierati col 4-2-3-1 con Frankowski, Lipski e Kapustka alle spalle dell'unica punta Stepinski, partono forte andando in vantaggio dopo 120 secondi con Lipski, abile a farsi trovar pronto sul cross di Kedziora. La Slovacchia non ci sta e reagisce subito affidandosi ai quattro giocatori offensivi schierati da Hapal dietro l'unica punta Zrelak. Il 4-1-4-1 della selezione slovacca porta la medesima a raggiungere il pareggio dopo 20 minuti con Mihalik, che sfrutta il movimento di Chrien, il quale gira la sfera verso Valjent che con un ottimo diagonale batte Wrabel. Dopo l'1-1 la Slovacchia gestisce a piacimento i ritmi del match, ma nonostante ciò non riesce a trovare la via della rete. Nel secondo tempo la partita vive di fiammate, che alla fine premiano gli slovacchi. Infatti all'80' il neoentrato Safranko realizza il gol che permette alla Slovacchia di festeggiare il primo successo in questa competizione a danno dei padroni di casa. Grazie al pareggio tra Svezia ed Inghilterra ora la Slovacchia è al 1° posto del girone con 3 punti. Strada già in salita invece per la Polonia.

Pronti, via e la Polonia passa in vantaggio: Kedziora avanza sulla fascia destra, dopodichè esegue un cross tagliato verso il primo palo, che viene raccolto da Lipski, il quale anticipa Ninaj e Valjent e trafigge Chovan. La Slovacchia reagisce subito con Rusnak, che costringe Wrabel alla parata in tuffo con un tiro potente e preciso da fuori area. Al 20' la Slovacchia giunge al pareggio: Mihalik parte in contropiede, dopodichè serve Chrien, il quale fa da sponda per Valjent, che dall'interno dell'area di rigore lascia partire un diagonale che non lascia scampo all'estremo difensore avversario. La nazionale di Hapal prova a sfruttare il momento favorevole per ribaltare il punteggio: Mihalik impensierisce Wrabel con una conclusione da fuori area, ma il portiere polacco riesce a respingere, sulla ribattuta si avventa Zrelak, che però calcia incredibilmente sul fondo. La Polonia torna a farsi vedere in attacco con Jach che prova a sorprendere Chovan con una conclusione da fuori area, ma il suo tiro si perde abbondantemente a lato. La Slovacchia agisce in contropiede con Mihalik, che va al cross dalla fascia sinistra per Mazan, che però colpisce male di testa, infatti la sfera si spegne oltre la traversa. Al 37' lo stesso n.7 slovacco (Mihalik) si mette in proprio accentrandosi dalla sinistra e concludendo in porta, ma il suo tiro sfila di poco a lato. Poco dopo ci prova anche Rusnak con una conclusione dai 30 metri, ma Wrabel non si lascia sorprendere e blocca il tiro scoccato dal n.10 slovacco. La Polonia cerca di rendersi pericolosa con conclusioni dalla distanza, ma nessuno dei giocatori polacchi si dimostra sufficientemente preciso, infatti Linetty al 42' svirgola completamente il proprio tiro, con la palla che termina ben oltre la traversa. Su quest'occasione per i padroni di casa si chiude la prima frazione di gioco, con le due squadre che vanno dunque all'intervallo sul punteggio di 1-1.

La ripresa si apre con la Polonia che sfiora subito il nuovo vantaggio: Frankowski fugge via alla difesa avversaria e si presenta tutto solo davanti a Chovan, che con grande reattività riesce a respingere la conclusione del giocatore polacco. La Slovacchia si fa vedere in avanti con una conclusione di Ruslan che termina però ben oltre la traversa. Dall'altra parte ci prova Dawidowicz con un tiro dalla distanza, ma anche il centrocampista polacco pecca di precisione, infatti la sfera si spegne ben lontana dai pali della porta avversaria.

Al 68' la Slovacchia va vicinissima al vantaggio: calcio di punizione battuto da Rusnak, la palla rimane nell'area di rigore, ma nessuno dei calciatori slovacchi riesce a trovare la deviazione vincente. La Polonia risponde in contropiede: Moneta prova la conclusione col mancino dal limite dell'area, ma il suo tiro non impensierisce Chovan. Al 77' padroni di casa vicinissimi al vantaggio: Linetty scocca una conclusione dall'interno dell'area di rigore, ma il suo tiro si spegne di poco a lato. Su ribaltamento di fronte la Slovacchia trova il gol del 2-1: Valjent lancia Bero, il quale poi serve Safranko che davanti a Wrabel non sbaglia. La Polonia non si fa intimorire dal gol subito e reagisce subito con Stepinski, che colpisce benissimo di testa dall'interno dell'area di rigore, ma la sua incornata viene neutralizzata con un grandissimo intervento da Chovan. I padroni di casa non si arrendono e continuano ad attaccare con Moneta, che va alla conclusione dall'interno dell'area di rigore, ma il suo tiro viene deviato sul fondo dal solito Chovan. Il forcing finale dei polacchi non produce mutamenti di punteggio e quindi la Slovacchia può festeggiare l'esordio con una vittoria per 2-1.