Europeo Under 21 2017 - Slovacchia e Svezia a caccia della qualificazione

Le nazionali di Hapal ed Ericson sono chiamate a vincere per sperare nell'accesso alle semifinali del torneo. Il successo di una delle due potrebbe anche non bastare, soprattutto nel caso di 2° posto, infatti in tal caso bisognerà attendere i risultati degli altri due gironi.

Nazionale svedese Under 21. Fonte: calcio.fanpage.it

Alle 20:45 all"Arena Lublin" di Lublin si affrontano Slovacchia e Svezia per l'ultima giornata della fase a gironi del Gruppo A dell'Europeo Under 21 2017. Una partita da dentro o fuori per entrambe, da una parte la Slovacchia arriva forte dei tre punti racimolati contro Polonia ed Inghilterra, mentre la Svezia è ferma a 2 a causa dei due pareggi conquistati contro le due nazionali appena citate. Tra le due quindi quella maggiormente obbligata a vincere è proprio la nazionale scandinava, che deve fare un deciso salto di qualità rispetto alle due prestazioni già viste. In più la selezione di Ericson è campione in carica e per questo ha la pressione di dover vincere a tutti i costi per non abdicare dal titolo conquistato 2 anni fa. Dall'altra parte la Slovacchia deve cancellare il passaggio a vuoto con l'Inghilterra. La nazionale di Hapal ha il compito di tornare ad essere quella ammirata nella prima giornata contro i padroni di casa della Polonia.

Come detto, entrambe devono vincere anche se ciò potrebbe non bastare per la qualificazione. La Slovacchia con un successo si porterebbe a sei punti, ma a quel punto dovrebbe poi attendere il risultato della sfida tra Inghilterra e Polonia per stabilire il 1° o il 2° posto. In quest'ultimo caso, la selezione di Hapal si troverebbe alquanto avvantaggiata, in quanto le altre due seconde al momento sono Portogallo e Repubblica Ceca, ferme a 3 punti e con una differenza reti pari a 0 (3 gol fatti e 3 gol subiti). Ecco perchè la Slovacchia deve puntare non solo alla vittoria ma anche a segnare quanti più gol possibili. La Svezia ha un compito più delicato, in quanto con una vittoria salirebbe a 5 punti, con una differenza reti che al momento è pari, ovvero 2 gol fatti e 2 gol subiti. Ovviamente anche la nazionale scandinava dovrà attendere il risultato di Inghilterra - Polonia per stabilire se sarà prima o seconda posizione ed in quest'ultimo caso dovrà sperare in risultati favorevoli dagli altri due raggruppamenti. In caso invece di parità la Svezia sarebbe aritmeticamente fuori, mentre la Slovacchia correrebbe il serio rischio di venir eliminata.

Da queste previsioni si può capire come la partita sarà particolarmente tesa, equilibrata e tatticamente bloccata. La Slovacchia, nonostante la sconfitta con l'Inghilterra, dovrebbe confermare la linea dei quattro trequartisti alle spalle dell'unica punta Zrelak, chiamata come detto ad essere particolarmente cinica e concreta. Gran parte delle speranze per la qualificazione ricadranno sulle spalle di Mihalik, uomo di punta della selezione slovacca, che dovrà, come già visto nelle due partite andate in scena, dare imprevedibilità a tutto l'attacco grazie alle sue incursioni sulla fascia, così come ai suoi tagli tra le linee di centrocampo ed attacco. La partità però non si giocherà solamente nella metà campo offensiva, ma anche e soprattutto in quella difensiva. Ecco perchè Hapal si affiderà alla solidità di Lobotka che dovrà guidare tutta la linea arretrata insieme a Skriniar e Valjent. In particolare, l'esterno slovacco dovrà stare particolarmente attento alle scorribande sulla fascia destra, in quanto a differenza delle sfide precedenti l'equilibrio potrebbe essere l'ago della bilancia di questa sfida.

Un discorso che va trasportato anche alla nazionale svedese, che fino ad ora ha palesato un'ottima organizzazione tattica, non accompagnata da una grande qualità di gioco. Ericson per non correre rischi si affiderà ancora una volta al solito Olsson, che nel ruolo di trequartista dovrà dare benzina a tutto il gioco offensivo degli scandinavi. Il n.8 è chiamato a muoversi molto tra le linee di difesa avversaria, non dando così punti di riferimento, ma nello stesso tempo deve abbassarsi fino alla linea di retroguardia per dare inizio all'azione, grazie soprattutto alle sue doti in fase d'impostazione. Il discorso fatto in precedenza per Zrelak, vale anche per Strandberg e Cibicki, i quali sono chiamati a capitalizzare tutti i palloni che passeranno tra i loro piedi. La Svezia come la Slovacchia non può permettersi di sbagliare. La sfiderà si giocherà sui binari dell'equilibrio, che potrebbe venir stravolto o dalla giocata di un singolo o da un episodio, derivante in particolar modo da calcio piazzato. Un aspetto sul quale entrambe le nazionali sono particolarmente preparate.

Quindi entrambe si giocano il futuro in questo torneo in questi 90 minuti. Per questo entrambi gli allenatori si affideranno ai propri uomini migliori. Partiamo dalla Slovacchia, che si schiererà col 4-1-4-1 con questi effettivi:

Ericson invece confermerà il 4-3-1-2:

Calcio d'inizio alle 20:45 all'"Arena Lublin".