Europeo Under 21 2017 - L'Inghilterra va in semifinale: 3-0 alla Polonia

La nazionale inglese batte i padroni di casa concludendo al 1° posto il proprio girone, che gli vale la qualificazione diretta per la semifinale. Per l'Inghilterra vanno a segno Gray, Murphy e Baker su calcio di rigore.

Inghilterra
3 0
Polonia
Inghilterra: Pickford; Holgate, Chambers, Mawson, Chilwell; Chalobah (Hughes, min.39), Baker; Ward-Prowse (Abraham, min.72), Swift, Redmond (Murphy, min.47); Gray. A disp: Gunn, Mitchell, Stephens, Targett, Holding, Hause, Iorfa, Grealish, Woodrow. All. Boothroyd
Polonia: Wrabel; Kedziora, Bednarek, Jach, Jaroszynski; Linetty, Murawski; Frankowski, Kownacki (Stepinski, min.73), Moneta (Lipski, min.46); Piatek (Niezgoda, min.64). A disp: Dragowski, Stryjek, Bielik, Lasicki, Dawidowicz, Kapustka, Kubicki, Buksa, Szyminski. All. Dorna
SCORE: 1-0, min. 6, Gray. 2-0, min. 70, Murphy. 3-0, min. 83, Baker.
ARBITRO: Harald Lechner (AUT). Ammoniti Mawson (min. 65), Bednarek (min. 80) Espulso Bednarek (min. 83)
NOTE: Terza ed ultima giornata del Gruppo A, Europeo Under 21. Stadio "Kolporter Arena", Kielce.

L'Inghilterra con una prestazione autorevole supera i padroni di casa della Polonia e grazie a questo successo si qualifica per la semifinale. La nazionale di Boothroyd, schierata quest'oggi col 4-2-3-1 con Ward - Prowse, Swift e Redmond alle spalle dell'unica punta Gray, gestisce fin da subito i ritmi del match, sbloccandolo dopo 6 minuti grazie ad un gran gol del proprio centravanti. La Polonia tenta la reazione, ma la selezione di Dorna non riesce mai a rendersi particolarmente pericolosa. Il 4-2-3-1 scelto dal commissario tecnico polacco non porta frutti, infatti nè i tre trequartisti, ovvero Frankowski, Kownacki e Moneta, nè il centravanti di riferimento, Piatek, riescono ad incidere quanto dovrebbero. Il secondo tempo segue lo stesso copione del primo con l'Inghilterra che chiude la contesa grazie ai gol di Murphy e Baker, che realizza un calcio di rigore. Nell'occasione viene anche espulso Bednarek, che lascia la Polonia in dieci uomini. Con questo successo quindi l'Inghilterra si evita il rischio di essere eliminata come seconda, mentre i padroni di casa della Polonia lasciano la competizione.

L'Inghilterra imprime da subito ritmi alti al match: Mawson colpisce di testa sul corner battuto da Baker, ma l'incornata del difensore inglese si perde a lato della porta avversaria. E' il preludio al gol che arriva un minuto dopo: Chilwell recupera una palla nella metà campo polacca, dopodichè serve Gray che si gira e calcia dal limite, la sua conclusione incontra una deviazione di un difensore avversario e termina in porta. La Polonia nonostante il gol a freddo prova la reazione, che però non porta ad una vera occasione da rete, che invece costruisce l'Inghilterra al 33': corner di Ward - Prowse, colpo di testa di Chalobah e grandissimo intervento di Wrabel, il quale evita ai suoi la nuova capitolazione. Sul calcio d'angolo successivo stacca bene di testa Mawson, ma ancora Wrabel con una grande parata in tuffo riesce ad evitare il raddoppio inglese. L'Inghilterra continua a spingere con Swift, che impensierisce l'estremo difensore avversario con una conclusione dalla distanza, che viene però respinta con grande efficacia dal n.1 polacco. Al 42' lo stesso Swift s'incarica di un calcio di punizione dalla trequarti, ma il suo traversone verso il secondo palo non viene raccolto da alcun compagno di squadra. La Polonia si fa vedere in attacco solamente al 43' con Kedziora che tenta la conclusione da fuori area, ma il suo tiro termina di parecchi metri a lato della porta avversaria. Su quest'occasione per i padroni di casa si chiude la prima frazione di gioco, che vede l'Inghilterra andare al riposo in vantaggio per 1-0.

La ripresa si apre con la selezione inglese ancora in attacco: corner di Ward - Prowse, stacco di Chambers e palla sul fondo. Al 55' lo stesso Ward - Prowse s'incarica della battuta di un calcio di punizione dalla trequarti, il suo traversone verso il secondo palo viene raccolto da Swift che colpisce male di testa, infatti la sfera si perde di poco a lato della porta avversaria. Al 70' la nazionale inglese raddoppia: Gray scappa via in contropiede ed una volta giunto a ridosso dell'area di rigore avversaria decide di servire a rimorchio Murphy, che a porta spalancata non può far altro che depositare il pallone in fondo alla rete. La Polonia non ci sta e reagisce con Linetty, che va alla conclusione da fuori area, ma il suo tiro si perde ampiamente sul fondo. L'Inghilterra si riaffaccia in avanti con Baker, che s'incarica della battuta di un calcio di punizione da buona posizione, ma la sua conclusione viene disinnescata in tuffo da Wrabel. All'83' la selezione inglese trova il terzo gol: Abraham va via a Bednarek che lo atterra in area di rigore; l'arbitro decreta il penalty ed assegna la seconda ammonizione al difensore polacco, che lascia così i suoi in 10; dal dischetto va Baker che non sbaglia. In pieno recupero ancora Baker sfiora la doppietta, ma nel momento propizio viene fermato con ottima scelta di tempo da Wrabel. Su quest'azione per gli inglesi si conclude la partita, con la vittoria della nazionale di Boothroyd per 3-0.