Qualificazioni Russia 2018 - Inghilterra e Slovacchia, a Wembley si decide il gruppo F

17 punti per Southgate e i suoi, due in meno per Hamsik e compagni. Una gara risolutoria, con il pareggio che favorirebbe i padroni di casa, chiamati però a vincere per mettere una seria ipoteca sulla qualificazione.

Qualificazioni Russia 2018 - Inghilterra e Slovacchia, a Wembley si decide il gruppo F
Fonte immagine: Sky Sports

Si riscalda Wembley, si riscalda l'Inghilterra calcistica: a Londra, nel tempio del calcio britannico, arriva la Slovacchia, prima inseguitrice dei tre leoni nel gruppo F di qualificazione a Russia 2018. Southgate e i suoi guidano il girone con 17 punti a tre gare dal termine, mentre dietro gli uomini di Kozak sono fermi a 15, ma possono ribaltare le sorti con una vittoria oppure rimandare i discorsi con un pareggio. Una sconfitta farebbe riavvicinare Scozia e Slovenia, a quota 11. L'Inghilterra è invece chiamata alla vittoria, per blasone, prestigio e storia, ma anche per riscattare il primo tempo sotto tono a Malta tre giorni fa, in una gara poi vinta 0-4, ma che non ha convinto appieno. A Wembley, però, i padroni di casa vincono da dodici gare ufficiali in fila.

Nei precedenti tra le due squadre, tutti nel terzo millennio, non si contano vittorie slovacche, ma al massimo un pareggio: quello nella fase a gironi dello scorso Europeo, per 0-0. L'ultimo testa a testa è ovviamente quello d'andata del girone di qualificazione, deciso nel quinto minuto di recupero da Adam Lallana, il quale regalò un sorriso a Sam Allardyce, alla prima in panchina in Nazionale.

Le scelte

Non ci sarà, causa infortunio, il match-winner della gara d'andata - escluso dalle convocazioni, così come Clyne, Rose e Townsend. Assenti anche Pickford e Trippier, chiamati ma tornati a casa per acciacchi. Importante per Southgate è il rientro di Dier dalla squalifica, il quale andrà in mezzo al campo a far coppia con Henderson, facendo scivolare Livermore in panchina. Hart, Jones e Kane sono gli altri titolari sicuri annunciati in conferenza stampa dal Ct; davanti all'estremo ex Toro, oltre all'ex United dovrebbero esserci Cahill in mezzo, Walker a destra e Bertrand a sinistra; sulla trequarti invece, alle spalle della punta degli Spurs, il suo compagno di club Alli al centro, Chamberlain a destra e probabilmente Rashford a sinistra. Potrebbero rientrare per la panchina Lingard e Maguire.

Inghilterra (4-2-3-1) - Hart; Walker, Jones, Cahill, Bertrand; Dier, Henderson; Chamberlain, Alli, Rashford; Kane. All. Southgate

Due rientri pesanti anche per la Slovacchia, che recupera dalla squalifica i difensori Skrtel e Durica. I due saranno quasi certamente titolari - con Pekarik terzino destro e Hubocan a sinistra - e costringeranno Milan Skriniar ad avanzare di qualche metro fino in mediana, dove avrà il compito di affiancare Gregus in mezzo al campo, con Kucka allargato sulla destra e Vladimir Weiss sulla sinistra. Hamsik dovrebbe agire da trequartista, a supporto dell'unica punta che dovrebbe essere Mak; atteggiamento difensivo con l'obiettivo di pungere in ripartenza, con la velocità degli esterni. Tra i pali si va verso la conferma di Dubravka, causa un infortunio alla schiena che dovrebbe escludere di nuovo Kozacik, già assente contro la Slovenia.

Slovacchia (4-4-1-1) - Dubravka; Pekarik, Skrtel, Durica, Hubocan; Kucka, Gregus, Skriniar, Weiss; Hamsik; Mak. All. Kozak

Calcio d'inizio alle ore 20.45, a Wembley dirigerà la sfida l'arbitro francese Turpin.